Moto2: Roberto Rolfo velocissimo a Valencia, tempi da 250

Moto2: Roberto Rolfo velocissimo a Valencia, tempi da 250

Due giorni di test con la Laglisse Yamaha Moto2

Commenta per primo!

Qualcuno aveva fatto notare in queste settimane che, probabilmente, per vedere una Moto2 già in linea con i tempi di una 250cc 2 tempi c’era bisogno di un pilota all’altezza. Non che i vari Daniel Rivas o Angel Rodriguez (quest’ultimo soprattutto) siano dei “cancelli”, anzi: un raffronto con un pilota di esperienza e, allo stesso tempo, veloce ed in grado di portare al limite la motocicletta poteva esser interessante. Il pilota “giusto” è stato trovato in Roberto Rolfo, che dopo il test a Jerez con la Blusens BQR Honda Moto2 è sceso in pista nelle giornate di mercoledì 17 e giovedì 18 giugno all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia con la Laglisse YM2, Moto2 della compagine iberica campione in carica nel CEV classi Extreme e Supersport. Seppur dotata ancora del propulsore Yamaha R6 (ma la squadra di Jaime Fernandez Avilles è già al lavoro sul motore Honda CBR 600RR), ma con pneumatici Dunlop “ufficiali” (il gommista anglo-giapponese ha seguito con grande attenzione questi test), Rolfo ha girato praticamente sugli stessi tempi delle 250cc, presenti nelle stesse giornate a Valencia con i team Mapfre Aspar (Mike Di Meglio) e Pepe World (Hector Barbera e Axel Pons).

Il pilota torinese ha fatto registrare un miglior crono in 1’36″8, praticamente (centesimo più, centesimo meno) lo stesso di Hector Barbera su Aprilia RSA 250 ufficiale. Al di là della prestazione assoluta, Rolfo ha girato con costanza sull’1’37” ottenendo al termine del primo giro un crono di 1’37″5 con coperture con quasi una ventina di tornate sulle spalle; inoltre, ed è importante, la Laglisse YM2 non ha avuto problemi di affidabilità (ben 118 i giri percorsi da Roberto), dopo che nel weekend del CEV a Jerez Rodriguez è stato fermato dopo 3 soli giri da un guasto al motore.

Aver avuto la possibilità di provare una novità assoluta per il mondiale 2010 è stata per me una enorme soddisfazione“, ha dichiarato Rolfo. “Le temperature non proibitive poi ci hanno permesso di portare a termine il programma che ci eravamo prefissi. Mi sono subito concentrato sin dalla prima mattinata di mercoledì sui test del telaio Suter e su alcune soluzioni di pneumatici Dunlop. Il telaio ospitava un motore Yamaha e entro il mese di agosto verrà consegnato il nuovo telaio per il motore Honda 600, che verrà utilizzato nel mondiale 2010. Il potenziale della Moto2 Laglisse è alto, molto alto. Direi che ad ogni uscita sentivo che la moto rispondeva magnificamente a tutte le sollecitazioni. Quando ho visto che i tempi si abbassavano dopo ogni regolazione, ho capito che eravamo sulla strada giusta“.

Rolfo, che in questo test era affiancato dagli altri piloti del team Laglisse (i due piloti del CEV Extreme, Carmelo Morales e Javier Del Amor, oltre che dal pilota ufficiale del progetto, Angel Rodriguez), si è detto poi soddisfatto della squadra, con la quale ha lavorato molto bene instaurando subito un buon rapporto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy