Moto2 Phillip Island Gara: vince De Angelis, impresa Marquez

Moto2 Phillip Island Gara: vince De Angelis, impresa Marquez

Bradl 2° è il nuovo leader, Corti 4° da applausi

Commenta per primo!

Phillip Island è la sua pista. Alex De Angelis conquista la sua terza vittoria in carriera nel Motomondiale, la seconda in due anni nel mondiale Moto2 sempre rigorosamente in sella alla MotoBI/TSR del team JiR. Il pilota sammarinese ha cercato, voluto questa affermazione a tutti i costi, mettendo in pratica una strategia da pilota di comprovata esperienza sufficiente per contrastare e battere il nuovo leader della classifica di campionato Stefan Bradl. Arrivato a ridosso del pilota tedesco all’ultimo giro, Alex ha sferrato subito l’attaco in fondo al rettilineo dei box: nel tentativo di restituire il favore, Bradl ha cercato un sorpasso impossibile alla successiva staccata della “Southern Loop” arrivando al contatto con la ruota posteriore della gialla MotoBI #15, fortunatamente senza ulteriori conseguenze.

De Angelis vince così per la prima volta in questa stagione in una gara che sarà inevitabilmente ricordata per la straordinaria prova di Marc Marquez, scattato dal fondo dello schieramento, terzo sul traguardo. Guadagnando qualcosa come 23 (!!!) posizioni al primo giro ritrovandosi dal 38° al 15° posto, l’iridato 125cc in carica ha completato la “Remuntada” nel finale salendo sul gradino più basso del podio, limitando i danni in un week-end particolarmente problematico. Persa la leadership in campionato a vantaggio di Bradl, adesso tra i duellanti per il titolo iridato ci sono soltanto 3 punticini con 50 ancora a disposizione tra Sepang e Valencia: sarà un finale incandescente.

L’impresa di Marc Marquez, tuttavia, non metterà mai in ombra la strepitosa performance dell’ex Campione Europeo Superstock 600 Claudio Corti, quarto sul traguardo duellando proprio con il giovane pilota iberico per il podio. Il pilota comasco dell’Italtrans Racing Team, assente due settimane or sono a Motegi (l’unico a mostrarsi coerente nella scelta se andare o meno in Giappone), ha visto sfumare il primo podio nel Motomondiale per soli 113 millesimi dopo una rincorsa dalla 20° posizione in griglia. Con Corti ad un passo dalla top-3, hanno preso qualche punto mondiale anche Andrea Iannone (8°), Michele Pirro (14°) e Simone Corsi (15°), non Raffaele De Rosa (20°) e Mattia Pasini fuori gioco nelle primissime fasi della contesa a Phillip Island, tracciato che, ancora una volta, sorride ad Alex De Angelis vivacizzando sempre più il duello che vale il titolo tra Stefan Bradl e Marc Marquez.

Cronaca di Gara

Pista completamente asciutta, si parte alle 14:30 locali (un quart’ora di ritardo per i contrattempi della classe 125cc) con Alex De Angelis in pole position, Stefan Bradl in terza fila con l’ottavo tempo, in fondo al gruppo (38°) Marc Marquez. Allo spegnimento del semaforo De Angelis ha un ottimo spunto, prende il comando alla “Doohan Corner” su Redding che sfila al comando alla successiva curva della “Southern Loop”, a seguire Espargaro, Smith, Di Meglio, Takahashi con Sofuoglu e Bradl che sfiorano il contatto alla “Honda Corner”, tornantino micidiale dove si registra il contatto tra

Si chiude il primo giro con Redding in vantaggio su Pol Espargaro, passato secondo al tornantino “MG” con De Angelis che apre la porta in rettilineo anche a favore delle Tech 3 di Smith e Di Meglio con Bradl subito dietro. Marquez? Chiude il primo giro 15°, 23 (!!) posizioni guadagnate in poco più di 4 kilometri! L’avanzata dell’iridato 125cc prosegue, passa Simone Corsi ed è 14° con Iannone nel mirino, là davanti intanto duellano ripensando ai trascorsi in 125cc Pol Espargaro e Scott Redding per il primato, ora avvicinati da Stefan Bradl, il più veloce in pista facendosi largo nei confronti delle Tech 3.

Giunti al quarto giro Marc Marquez prosegue la propria “Remuntada”: è 13°, ma soprattutto a soltanto 3″ dalla leadership detenuta ora da Redding favorito da un’escursione fuori pista di Pol Espargaro alla “Siberia”. Prevedibilmente si forma un gruppo di 9 piloti per il primato condotto adesso da Stefan Bradl il quale, in pieno rettilineo, svernicia Redding costretto alla resa anche a vantaggio di De Angelis e Di Meglio. Doveroso riepilogo della classifica: Bradl conduce su De Angelis, Di Meglio, Redding, Smith, un ottimo Corti, Sofuoglu, Luthi e Pol Espargaro, a poco meno di 1″ c’è adesso Marc Marquez che ha sfilato Andrea Iannone ritrovandosi già nella top-10.

Un attimo di respiro quando si è arrivati ad 1/3 di gara: Bradl e De Angelis sono riusciti a staccare gli altri piloti del gruppo di testa, tra questi si evidenzia Claudio Corti che conquista la terza posizione all’ottavo giro ai danni di Mike Di Meglio. Intanto Marc Marquez, prendendosi rischi incredibili, è già settimo ad un soffio dal terzo gradino del podio. La rincorsa del pupillo di Alzamora prosegue, è 4° all’undicesimo giro proprio quando là davanti Alex De Angelis si riprende il comando a scapito di Stefan Bradl! Pronta risposta del pilota tedesco alla successiva tornata, sembra un momento passeggero tanto da riuscire ad allungare nei confronti del pilota sammarinese. Intanto alle loro spalle, staccato di 3″, c’è Claudio Corti terzo in solitaria, anche se ben presto sarà raggiunto e sopravanzato alla “Honda Corner” da Marc Marquez a 8 giri dalla bandiera a scacchi.

Sembra tutto finito, ma a quattro giri dal termine Marquez sembra in difficoltà, tanto da esser sopravanzato all’ingresso della “Doohan” da Claudio Corti. Un momento passeggero perchè il giovane pilota spagnolo risponde subito prendendosi qualche rischio di troppo, tanto da suggerire al proprio muretto box la segnalazione “P3 OK”. Si arriva ben presto al rush finale con il doppio confronto: Bradl Vs De Angelis per la vittoria, Marquez Vs Corti per la terza posizione.

Inizia l’ultimo giro e De Angelis sferra subito l’attacco alla staccata in fondo al rettilineo dei box: Bradl prova a rispondere alla “Southern Loop”, esagera tanto da toccare la ruota posteriore della MotoBI del sammarinese rischiando di volare a terra. Vince così Alex De Angelis, Stefan Bradl è secondo, per il terzo gradino del podio nonostante un doppiato di mezzo riesce a spuntarla Marc Marquez in volata. Bravissimo Claudio Corti che quinte quarto, Iannone è 8°, due punticini anche per Michele Pirro 14° davanti a Simone Corsi. Tra Stefan Bradl, nuovo leader, e Marc Marquez ci sono adesso soltanto 3 punti con due gare ancora da disputarsi.

Moto2 World Championship 2011
Phillip Island, Classifica Gara

01- Alex De Angelis – JiR Moto2 – MotoBI – 25 giri in 39’44.774
02- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – KALEX Moto2 – + 1.358
03- Marc Marquez – Team CatalunyaCaixa Repsol – Suter MMXII – + 6.362
04- Claudio Corti – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 6.475
05- Pol Espargaro – HP Tuenti Speed Up – Speed Up S-11 – + 14.815
06- Kenan Sofuoglu – Technomag CIP – Suter MMXI – + 15.155
07- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMXII – + 15.261
08- Andrea Iannone – Speed Master Team – Suter MMXI – + 16.047
09- Mike Di Meglio – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 16.331
10- Yuki Takahashi – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 20.337
11- Thomas Luthi – Interwetten Paddock Moto2 – Suter MMXI – + 22.081
12- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXI – + 26.248
13- Aleix Espargaro – Pons HP 40 – Pons KALEX – + 29.295
14- Michele Pirro – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 30.203
15- Simone Corsi – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 30.745
16- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 30.776
17- Ricard Cardus – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 30.784
18- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 43.520
19- Axel Pons – Pons HP 40 – Pons KALEX – + 47.064
20- Raffaele De Rosa – NGM Forward Racing – Suter MMXI – + 50.357
21- Randy Krummenacher – GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 50.364
22- Kenny Noyes – Avintia STX – FTR Moto M211 – + 1’04.747
23- Joan Olive – Aeroport de Castello – FTR Moto M211 – + 1’04.907
24- Yonny Hernandez – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 1’19.734
25- Ivan Moreno – Mapfre Aspar Team – Suter MMXI – a 1 giro
26- Santiago Hernandez – SAG Team – FTR Moto M211 – a 1 giro
27- Blake Leigh Smith – BRP Racing – FTR Moto M210 – a 1 giro
28- Mashel Al Naimi – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy