Moto2 Phillip Island Gara: Alex De Angelis torna alla vittoria

Moto2 Phillip Island Gara: Alex De Angelis torna alla vittoria

Primo successo in Moto2, battuti Redding e Iannone 3°

Commenta per primo!

Dopo quasi quattro anni ed esattamente 64 Gran Premi Alex De Angelis torna alla vittoria e lo fa in uno dei circuiti a lui particolarmente favorevoli (impressionò nei test invernali della MotoGP nel 2008), ma soprattutto in una delle sue stagioni più difficili della carriera dove ha cambiato tre moto e altrettanti team in due campionati. Sceso nuovamente in Moto2 dopo la breve parentesi in MotoGP sostituendo l’infortunato Hiroshi Aoyama al team Interwetten Honda, il pilota sammarinese dopo il fallimento del RSM Team Scot ha accettato l’offerta “a gettone” del Japan Italy Racing di Gianluca Montiron alla vigilia del Gran Premio di casa a Misano Adriatico. Subito il miglior tempo nelle prove libere prima del dramma vissuto in gara, coinvolto incolpevolmente in prima persona nella tragedia di Shoya Tomizawa.

Da questa difficile esperienza De Angelis ne è uscito al meglio sfiorando il podio a Motegi, la vittoria a Sepang fino a riuscirci oggi a Phillip Island. Prima affermazione personale in Moto2, ma anche per il team JiR, per un marchio storico come la MotoBI che “marchia” la TSR, ciclistica giapponese per un brand che ha corso per tanti anni nel Motomondiale. La gioia dell’ex pilota ufficiale Aprilia in 250cc è la medesima per Scott Redding, arrivato vicinissimo a centrare un successo a soli 17 anni dopo esserci riuscito a 15 in 125cc due stagioni or sono, regalando il secondo podio al Marc VDS Racing Team che punta al titolo nel 2011.

Terzo Andrea Iannone, in leggero calo nel finale, ma comunque in grado di portarsi a soli due punti in campionato dalla seconda posizione detenuta da Julian Simon, quarto in volata su Stefan Bradl con poco più staccato un Mike Di Meglio ritrovato dopo una stagione complicatissima sul piano sportivo e personale. Come si può notare non c’è Toni Elias, settimo vincendo la vera… gara.

Il Campione del Mondo 2010 si è ritrovato in bagarre con 12 piloti nello spazio di 2″, avendo la meglio per un “guizzo” finale ai danni di Simone Corsi, 8° con la seconda MotoBI, e anche di Claudio Corti 15° guadagnando un punticino con Raffaele De Rosa 16°. Gara sfortunata per Alex Baldolini, 20°, ma anche per Roberto Rolfo 26° soltanto a sette giorni dal trionfo di Sepang. La Moto2 cambia spesso valori in campo, non nelle ultime cinque gare per Alex De Angelis, sempre protagonista e oggi vincitore in Australia.

Cronaca di Gara

A sorpresa è Mike Di Meglio a conquistare l’hole-shot, ma subito al curvone Redding e Iannone lo passano con De Angelis quarto davanti a De Rosa, Elias, Bradl, Simon, Luthi, fuori pista per Jules Cluzel costretto a ripartire dal fondo. Il gruppo si stabilizza con quattro piloti di testa nei primi giri: Redding, Iannone, Di Meglio e De Angelis, più staccato Julian Simon già quinto in bagarre con un velocissimo Stefan Bradl. Se il poker si passa e ripassa scambiandosi più volte le posizioni, si segnala la bandiera nera per Wayne Maxwell giunto al contatto al primo giro con Hector Faubel con successivo “spintone” da parte del protagonista dell’Australian Superbike, chiamato dal Matteoni Racing per questa gara.

La gara prosegue in tre sostanziali gruppi in puro stile “Tour de France”: i quattro fuggitivi di testa (Redding, De Angelis, Iannone e Di Meglio), la coppia di inseguitori (Bradl, Simon), il “peloton” con 12 piloti (!!) compresi in poco più di 2″ comandati da Thomas Luthi con, nel mezzo, anche Elias, De Rosa, Corti e Corsi con continui sorpassi tanto che la regia decide di indugiare su questa vera e propria battaglia.

Qualche cambiamento al comando con Di Meglio che non regge il passo dei suoi tre colleghi comandati sempre da Redding, ma con De Angelis e Iannone ad avere tutto il potenziale per puntare alla vittoria. Il francese ex-Campione del Mondo 125cc perde sempre più terreno vedendo sopravanzato da Bradl e Simon, mentre sono stati raggiunti i 2/3 di gara.

Occasione propizia per vedere qualche cambiamento in testa, con De Angelis e Redding che guadagnano qualche metro su Iannone. Nel finale il pilota sammarinese riesce ad allungare e alla quinta gara con la MotoBI conquista la sua prima personale vittoria in Moto2, lasciandosi alle spalle un ottimo Scott Redding e Andrea Iannone che conquista punti utili per la seconda posizione di campionato. Quarto è Julian Simon, seguono Stefan Bradl, Mike Di Meglio ed il campione del mondo Toni Elias che vince la battaglia per la settima posizione.

Moto2 World Championship 2010
Phillip Island, Classifica Gara

01- Alex De Angelis – JiR Moto2 – MotoBI – 25 giri in 39’51.102
02- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 2.172
03- Andrea Iannone – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 2.974
04- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – Suter MMX – + 10.344
05- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – Suter MMX – + 10.617
06- Mike Di Meglio – Mapfre Aspar Team – Suter MMX – + 17.847
07- Toni Elias – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 27.145
08- Simone Corsi – JiR Moto2 – MotoBI – + 27.249
09- Alex Debon – Aeroport de Castello Ajo – FTR Moto M210 – + 27.398
10- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – FTR Moto M210 – + 27.666
11- Thomas Luthi – Interwetten Moriwaki Moto2 – Moriwaki MD600 – + 27.677
12- Fonsi Nieto – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 27.851
13- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMX – + 28.333
14- Axel Pons – Tenerife 40 Pons – Pons Kalex – + 28.438
15- Claudio Corti – Forward Racing – Suter MMX – + 28.497
16- Raffaele De Rosa – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 32.644
17- Yuki Takahashi – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 37.671
18- Gabor Talmacsi – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 42.933
19- Yonny Hernandez – Blusens STX – BQR Moto2 – + 46.144
20- Alex Baldolini – Caretta Technology Race Dept. – I.C.P. Moto2 – + 46.164
21- Anthony West – MZ Racing Team – MZ RE Honda – + 46.370
22- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Singha SAG – Bimota HB4 – + 51.841
23- Jules Cluzel – Forward Racing – Suter MMX – + 54.114
24- Sergio Gadea – Tenerife 40 Pons – Pons Kalex – + 1’00.729
25- Javier Fores – Maquinza SAG Team – Bimota HB4 – + 1’04.140
26- Roberto Rolfo – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 1’04.185
27- Robertino Pietri – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 1’09.299
28- Valentin Debise – WTR San Marino Team – ADV AT02 – + 1’09.794
29- Vladimir Ivanov – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 1’16.060
30- Alex Cudlin – Qatar Moto2 Team – BQR Moto2 – + 1’16.195
31- Kenny Noyes – Jack & Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – + 1’34.156
32- Kazuki Watanabe – Racing Team Germany – Suter MMX – a 1 giro
33- Yannick Guerra – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – a 1 giro
34- Joan Olive – Jack & Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy