Moto2: news e curiosità alla vigilia del GP di Indianapolis

Moto2: news e curiosità alla vigilia del GP di Indianapolis

Tante novità per la middle class alla vigilia di Indy

Commenta per primo!

Conclusa la sosta estiva, i protagonisti del mondiale Moto2 sono pronti a tornare in pista all’Indianapolis Motor Speedway iniziando la fase decisiva della stagione 2012. Con un buon mese di sosta, non mancano le novità per il decimo appuntamento stagionale, a cominciare da una serie di avvicendamenti che hanno coinvolto diverse squadre della “middle class”… Toni Elias lascia Aspar, torna Jordi Torres Come annunciato subito dopo la conclusione del Gran Premio d’Italia al Mugello, Toni Elias ha rescisso consensualmente il contratto con il team Aspar, ritrovandosi in questo momento impegnato in MotoGP con il Pramac Racing Team (ha sostituito Hector Barbera a Laguna Seca, ricoprirà il ruolo di “riserva” per ogni necessità nel week-end di Indy), ma destinato a tornare in Moto2 da Misano Adriatico in avanti. Con l’iridato 2010 fuori dai giochi, Jorge Martinez ha deciso di richiamare Jordi Torres, Campione in carica e capo-classifica del CEV Moto2 (sempre su Suter), portacolori del team MAPFRE Aspar lo scorso anno da Silverstone in avanti come sostituto di Javier Fores. Il 25enne pilota valenciano in questa stagione aveva già corso nel mondiale a Barcellona con la Tech 3 dell’infortunato Xavier Simeon, sfiorando la zona punti in gara (16°) non prima di aver ottenuto un brillante 11° crono nelle qualifiche davanti al proprio compagno di squadra (e futuro pilota MotoGP) Bradley Smith. Mike Di Meglio confermato con la MZ Con lo svedese Alexander Lundh tornato nel Mondiale Supersport a Silverstone (addirittura in prima fila, 3° nelle qualifiche ufficiali di Silverstone con il team Bogdanka PTR Honda), MZ ha trovato l’intesa con l’iridato 125 GP 2008 Mike Di Meglio per disputare le prossime gare del mondiale Moto2 con la FTR Moto M211 iscritta sotto le insegne del Cresto Guide MZ Racing. Di Meglio, al via della stagione 2012 con il team Speed Master/Speed Master, aveva già corso con MZ al Mugello ben figurando nelle prove ufficiali (16°) concludendo la gara in 22esima posizione nonostante una scivolata. Per il pilota francese sicura la presenza nelle prossime due gare con la chance di estendere questo accordo anche per le restanti prove del calendario iridato 2012. Marcel Schrotter con la Bimota del team SAG Dalla Moto3 alla Moto2 nel giro di due Gran Premi. Marcel Schrotter, campione europeo e tedesco 125 GP nel 2009, dopo aver terminato l’esperienza con Mahindra in Moto3 al Sachsenring ha raggiunto l’accordo con il team SAG (Stop And Go) di Eduardo Perales per affiancare da Indy in avanti il riconfermato Marco Colandrea. Il pilota tedesco, vicino già a correre con SAG al Mugello, disporrà della Bimota HB4 2012 condotta nei primi round da Angel Rodriguez, Damian Cudlin e Massimo Roccoli. Per prepararsi a questo esordio, Schrotter con il team SAG ha disputato una giornata di test ad Alcarras anche se con la “vecchia” Bimota versione 2010, tuttora di proprietà della compagine di Eduardo Perales. Tommy Aquino e FOGI Racing rinunciano alla wild card Per il GP di Indianapolis era atteso in qualità di wild card Tommy Aquino, giovane pilota americano (20 anni), ma dalla grande esperienza nei campionati AMA Pro Road Racing dove ha difeso dal 2008 al 2011 i colori ufficiali di Yamaha Motor Corp. USA nelle classi Supersport (Rookie of the Year nel 2008) e Daytona SportBike (vincitore lo scorso anno dell’ultimo round al New Jersey Motorsports Park). Purtroppo per Aquino, nativo di Woodland Hills (California) ma di chiari origini italiane, proprio alla vigilia dell’evento è stato costretto al forfait per problemi di budget (solo di iscrizione sono 12.500 euro sull’unghia…) del FOGI Racing, la struttura con la quale avrebbe dovuto esordire nel mondiale Moto2 ad Indy dopo qualche gara di apprendistato nel CEV con una FTR M211. Tommy si è detto comprensibilmente dispiaciuto per questa mancato debutto nel Motomondiale, ma ha rimandato questo proposito al 2013, non prima di proseguire l’avventura nel CEV Moto2 dove milita saltuariamente da Valencia 2011. Test Suter 2013 a Portimao con Marquez e Luthi Nell’ultima settimana di luglio, Suter Racing ha organizzato una tre giorni di prove all’Autodromo do Algarve di Portimao che ha visto la presenza dei due piloti di punta della factory elvetica del mondiale Moto2: il capo-classifica Marc Marquez (Monlau Competicion) e Thomas Luthi (Interwetten Paddock). I due portacolori Suter Moto2 hanno sviluppato diverse novità per la MMXII finalizzate al 2013 (nuovo telaio e forcellone), ma che potrebbero già esser introdotte con largo anticipo rispetto alla tabella di marcia nelle prossime gare, come d’altronde già evidenziato da Suter nell’ultimo biennio. In pista con motori Honda CBR 600RR Supersport (non a disposizione, ovviamente, i propulsori made GEO Technology del mondiale), tanto Marquez quanto Luthi hanno percorso più di 200 giri ciascuno nei tre giorni, promuovendo tutte le novità studiate dalla compagine diretta da Eskil Suter. Dunlop sviluppa le novità 2013 a Mireval con De Angelis e Aegerter Restano 8 gare da disputare in questa stagione, ma per la Dunlop è già arrivato il momento di pensare al 2013. Per questa ragione in data 3 e 4 agosto ha organizzato una due-giorni di test finalizzati allo sviluppo delle coperture 2013 a Mireval, test-track nel Vecchio Continente del gruppo Goodyear situato nel sud della Francia. A queste prove “bollenti” (temperature oltre i 30°, 45° l’asfalto) hanno preso parte Alex De Angelis (NGM Mobile Forward Racing) e Dominique Aegerter (Technomag-CIP) in rappresentanza rispettivamente di FTR Moto e Suter Racing. I due piloti hanno percorso complessivamente oltre 400 giri verificando il potenziale di 9 mescole posteriori con nuove specifiche e 4 nuovi pneumatici anteriori. “Insieme ad Alex e Dominique abbiamo individuato tre strade da seguire per il futuro“, ha spiegato Stephen Bickley, Senior Race Engineer di Dunlop per i programmi moto. “Una nuova specifica anteriore, una al posteriore ed un miglioramento nel processo di sviluppo del compound. Non siamo andati alla ricerca del tempo sul giro, per questo siamo soddisfatti della costanza di rendimento di queste nuove specifiche 2013.Yuki Takahashi sul podio alla 8 ore di Suzuka Se Alex De Angelis ha svolto i collaudi per la Dunlop, il suo compagno di squadra al Forward Racing Yuki Takahashi ha preso parte alla gara più importante della Terra del Sol Levante: la 8 ore di Suzuka. Iscritto con la Honda CBR 1000RR Fireblade #104 preparata da Moriwaki Engineering ed iscritta dal TOHO Racing, Takahashi ha concluso al secondo posto assoluto insieme a Yusuke Teshima (già campione All Japan ST600 e collaudatore della TSR/MotoBI, occasionalmente impegnato dal team JiR nel mondiale 2010) e a Tatsuya Yamaguchi, titolare del team nonchè pilota pluri-campione All Japan (titolo in ST600 e J-GP2) e tester Moriwaki. Takahashi aveva già corso alla 8 ore di Suzuka nel 2008 (insieme a Jonathan Rea con il team ufficiale HRC) e 2010 (“riserva” proprio di Rea e Akiyoshi in F.C.C. TSR Honda), ma non era mai ottenuto un simile risultato. Nell’Endurance anche Anthony West Non solo Yuki Takahashi ha preso parte ad una gara Endurance nelle ultime settimane. Anthony West, ex-Kawasaki MotoGP oggi in Moto2 con il QMMF Racing Team, ha preso parte alla recente 8 ore di Oschersleben del Mondiale Endurance FIM con una Suzuki GSX-R 1000 Superstock del Q.E.R.T., Qatar Endurance Racing Team, compagine “sorella” della squadra con la quale milita nel mondiale Moto2. Già vincitore con la Suzuki #95 alla 8 ore di Doha, West insieme al qatariota Nasser Al Malki e alla velocissima Nina Prinz ha concluso al terzo posto della classe Superstock nonostante una caduta nella prima mezz’ora di gara per un contatto con Horst Saiger (Kawasaki del Bolliger Team Switzerland). Grazie a questo risultato, Anthony West ha condotto il Q.E.R.T. al quinto posto nella classifica di campionato a soli 13 punti dalla leadership del Team Motors Events con più soltanto la 24 ore di Le Mans da disputare il prossimo mese di settembre. Va ricordato infine che il pilota australiano dal Mugello dispone nel proprio box di una Speed Up, mentre Elena Rosell anche ad Indianapolis proseguirà con l’unica Moriwaki MD600 superstite del mondiael Moto2. Nico Terol e Julian Simon si allenano ad Albacete con le CBR 600RR In mancanza di test, due Campioni del Mondo 125 GP come Nico Terol (MAPFRE Aspar Team) e Julian Simon (Blusens Avintia) hanno deciso di mantenersi in “forma” campionato con delle Honda CBR 600RR al Circuito de Albacete. In due distinte giornate tanto Terol, vincitore ad Indy nell’ultimo biennio in 125 GP, quanto Simon sono scesi in pista ad Albacete con una CBR “preparata”, l’ideale per presentarsi nel miglior modo possibile per la fase decisiva del mondiale 2012. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy