Moto2: news e curiosità alla vigilia del GP di Assen

Moto2: news e curiosità alla vigilia del GP di Assen

Le ultime news aspettando il Gran Premio di Assen

di Redazione Corsedimoto

A pochi giorni dalla disputa del sesto round al Circuit de Catalunya di Montmelò, il mondiale Moto2 affronta il settimo appuntamento stagionale al TT Circuit Van Drenthe di Assen per una gara inusitatamente in programma sabato a partire dalle ore 13:20. Tante sono le novità per l’83esima edizione del Dutch TT, a cominciare da un gradito ritorno in veste di wild card. Seconda wild card stagionale per Gino Rea Dopo la positiva, ma non altrettanto fortunata, esperienza di Le Mans, Gino Rea questo fine settimana si ripresenterà da wild card al via del mondiale Moto2 con una FTR Moto M212 schierata dal proprio “Gino Rea Race Team”, compagine a conduzione famigliare diretta dal padre David e con soltanto 3 persone coinvolte in questo progetto. Rimasto senza ad una moto lo scorso mese di febbraio per il naufragio del progetto ESGP Moto2, grazie alla disponibilità di Dorna e IRTA “Ginetto” si è garantito la possibilità di correre da wild card nei principali round europei del calendario iridato: dopo Le Mans (12° in gara prima di vedersi costretto al ritiro per un problema tecnico), Rea ha scelto di saltare gli eventi del Mugello e Barcellona per concentrarsi sulla prova di Assen, tracciato che conosce bene e dove ha vinto nell’Europeo Superstock 600 2009 con una Honda CBR 600RR del Ten Kate Junior Team. Abrogato il limite d’età (28 anni) per le wild card A proposito di wild card, in occasione del weekend di Montmelò la Grand Prix Commission ha annunciato la cancellazione del limite d’età di 28 anni per i piloti intenzionati a prender parte da wild card agli eventi del mondiale Moto2. Una buona notizia per chi nel recente passato si è visto rifiutare un posto nel mondiale (Carmelo Morales, ma anche Nina Prinz lo scorso anno al Sachsenring), una decisione per certi versi “inevitabile”: Rea a parte, finora per i prossimi eventi del calendario iridato non erano pervenute richieste di wild card… Technomag e Ioda hanno provato ad AlcarrasTest ad Alcarras per 5 squadre Concluso il weekend di Barcellona, ben cinque squadre della “middle class” si sono trasferite 175 kilometri più a nord per una due-giorni di test privati al Circuit d’Alcarras, da un buon biennio a questa parte tradizionale meta di prove per le squadre del Motomondiale. Sul tracciato iberico hanno preso parte a questi test i team Technomag carXpert (Dominique Aegerter e Randy Krummenacher), Italtrans Racing Team (Julian Simon e Takaaki Nakagami), Tech 3 (Danny Kent e Louis Rossi), Argiñano & Gines Racing (Alberto Moncayo e Steven Odendaal) più Iodaracing Project con Johann Zarco. Presente anche Pol Espargaro, anche se ha girato soltanto all’indomani con una Supermotard. Scott Redding con una BMW M3 GT4 a Spa Francorchamps Mentre i suoi colleghi piloti osservavano un weekend di totale relax, sabato 22 e domenica 23 giugno il capoclassifica di campionato Scott Redding ha lasciato la KALEX Moto2 del Marc VDS Racing Team per salire a bordo di una BMW M3 GT4 ufficiale di BMW Motorsport per un test a Spa Francorchamps. Al volante di una vettura GT da ben 420 cavalli, il pilota britannico si è detto comprensibilmente entusiasta di questa opportunità. Da segnalare che il Marc VDS Racing Team, accanto all’impegno nelle classi Moto2 e Moto3 del Motomondiale, prende parte con una BMW Z4 GT3 alla Blancpain Endurance Series, campionato che ha visto nel recente passato al via anche Valentino Rossi tra Monza e Nurburgring. Scott Redding con la BMW M3 GT4 a SpaJordi Torres esordiente “speciale” comanda la graduatoria “Rookie of the Year” Se nell’ultimo biennio il prestigioso riconoscimento di “Rookie of the Year” del mondiale Moto2 se lo sono portati a casa piloti del calibro di Marc Marquez (2011) e Johann Zarco (2012), il grande favorito per questa stagione è un rookie… particolare: Jordi Torres. Bi-Campione CEV Moto2 in carica, il portacolori del team Aspar è rientrato in questa speciale graduatoria pur avendo disputato ben 19 Gran Premi tra il 2011 ed il 2012 sempre con la compagine di Jorge “Aspar” Martinez, subentrato a campionato in corso rispettivamente a Xavier Fores e Toni Elias. Il forte pilota iberico, ritenuto “Rookie” essendo effettivamente alla sua prima stagione completa nel mondiale, conduce questa classifica con 26 punti, soltanto 7 lunghezze di vantaggio rispetto a Marcel Schrotter che aveva già esordito in Moto2 lo scorso anno a partire dal GP di Indianapolis. Primo “vero” rookie è invece Sandro Cortese, 5 punti all’attivo a scapito dei 3 raccolti dall’ex compagno di squadra in Moto3 Danny Kent ed il punticino conseguito a Le Mans da Louis Rossi. KALEX comanda la classifica costruttori, ma Suter resta la “regina” della Moto2 Monopolizza con Scott Redding, Pol Espargaro, Tito Rabat e Mika Kallio le prime quattro posizioni della classifica piloti, ma non solo. KALEX-engineering, factory iridata nel 2011 con Stefan Bradl, ad 1/3 della stagione è già in “fuga” nella classifica costruttori con ben 145 punti contro i 98 siglati dai piloti Suter. In materia di successi resta tuttavia Suter Racing, Campione del Mondo marche nel triennio 2010-2012, al comando: ben 26 vittorie conseguite dalla prima stagione 2010 contro le 12 di KALEX, 8 di Moriwaki, più staccate Speed Up (5), FTR e MotoBI (2) e con una sola vittoria Tech 3 (Barcellona 2010 con Yuki Takahashi).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy