Moto2 Losail Gara: vince Stefan Bradl, Iannone sul podio

Moto2 Losail Gara: vince Stefan Bradl, Iannone sul podio

Domina il tedesco, rimonta Iannone con De Angelis 4°

Commenta per primo!

Non è un bluff. Stefan Bradl, figlio d’arte, ex-campione spagnolo 125cc e vincitore lo scorso anno a Estoril, ha dominato la prima gara 2011 del mondiale Moto2 ritrovandosi senza alcun rivale sul circuito di Losail. Il giovane pilota tedesco al miglior tempo nei test di Jerez e la pole position del sabato ha fatto seguire una gara autorevole dove la sua leadership non è mai stata messa in discussione, viaggiando sempre con qualche decimo di vantaggio sugli inseguitori, come d’altronde dimostrano i 5″ guadagnati rispetto alla concorrenza quando ormai i giochi erano fatti. Se per il pilota di Asburgo è la seconda vittoria tra le Moto2 (tre in precedenza in 125cc), si tratta invece della prima affermazione per la KALEX, ciclistica scelta dal Kiefer Racing rispetto alla Suter adottata nel 2010 vincendo, di fatto, una scommessa tutta tedesca nella “middle class”, coinvolgendo sponsor importanti (Viessmann) con lo sbarco in MotoGP già programmato entro e non oltre il prossimo biennio.

Con il rivale dei test e delle qualifiche Marc Marquez caduto rovinosamente al sesto giro a seguiro di un violento highside (fortunatamente senza conseguenze), la lotta alle spalle del fuggitivo Bradl ha proposto quattro piloti in corsa per il podio: ad avere la meglio Andrea Iannone, in rimonta dalla 16° posizione in griglia (sesta fila!) con la Suter “tricolore” del debuttante Speed Master Team, vittorioso nel confronto con Thomas Luthi (Suter Interwetten), De Angelis (MotoBi del JiR) e Yuki Takahashi (Moriwaki Gresini) a seguire.

Apprezzabile la rimonta di Iannone, positiva la prestazione di Alex De Angelis, nelle posizioni che contano c’è anche Simone Corsi che ha concluso sesto con la FTR del debuttante Ioda Racing Project coinvolto in un’accesissima volata finale con Jules Cluzel (7°) e Michele Pirro, convincente ottavo alla seconda gara in Moto2. Nessun punticino per Claudio Corti (18°), Alex Baldolini (28°) e Raffaele De Rosa (30°), a terra Mattia Pasini nelle battute iniziali della contesa.

Corsa anonima per Julian Simon, vice-campione del mondo Moto2 che chiude in 10° piazza, prestazione sottotono per gli ex-MotoGP Aleix Espargaro (11° con la KALEX del team di Sito Pons) e Mika Kallio (20°, Suter Marc VDS). Meglio è andata all’ex Superbike Max Neukirchner, 15° con la FTR gestita dalla MZ, in rimonta Kenan Sofuoglu che chiude 18° a seguito di un week-end da dimenticare.

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo ottimo spunto di Stefan Bradl, leader alla prima curva su Luthi, Cluzel, Takahashi, Smith, Simon, Pirro, malissimo Marquez che si ritrova 10° affiancato dai nostri Corsi, De Angelis e Iannone: nessun contatto al via, si registra soltanto la caduta dell’idolo locale Mashel Al Naimi con la Moriwaki del QMMF Racing Team. Completato il primo giro con soltanto Corsi e Iannone in grado di guadagnare una posizione. Il gruppo resta compatto dal quale ne è escluso Scott Redding, scivolato alla seconda curva mentre navigava attorno all’11°-12° posizione.

Secondo previsioni la gara inizia a regalare spettacolo: Bradl, Luthi, Takahashi e Cluzel guadagnano un minimo margine sul secondo gruppetto dove Iannone, “a spinta”, si fa largo su Corsi ora attaccato da Marquez in rimonta seguito da Simon, Smith, De Angelis e Michele Pirro. Non c’è Mattia Pasini, protagonista di un’escursione fuori pista all’altezza della curva 16 passando in 30° posizione.

Il duello per la seconda piazza tra Luthi e Takahashi (con Cluzel terzo incomodo e Iannone in recupero) consente a Stefan Bradl di allungare, ora a 1″ di vantaggio sugli inseguitori. Il suo più diretto avversario delle qualifiche ufficiali, Marc Marquez, poco dopo aver guadagnato la sesta posizione è protagonista di un brutto high-side alla veloce piega della curva 5: nessuna conseguenza per lui, ma tanta amarezza per una gara che lo vedeva tra i grandi protagonisti.

Al sesto giro Andrea Iannone passa in un sol colpo Cluzel e Takahashi guadagnando la terza posizione: è il pilota più veloce in pista e lo conferma poco più tardi, passando (con leggero contatto) alla staccata della prima curva Thomas Luthi portandosi al secondo posto, seppur staccato di quasi 4″ dal fuggitivo Bradl. Gli altri nostri rappresentanti? De Angelis 6°, Corsi 7°, Pirro 9°, Corti 18°, Baldolini 29°, De Rosa 31°, fuori gioco Mattia Pasini costretto al ritiro.

Dieci giri dalla bandiera a scacchi Alex De Angelis è il pilota più veloce in pista, passa per la quinta posizione Cluzel e si riaggancia al terzetto composto da Iannone, Takahashi e Luthi in lotta per le restanti due posizioni sul podio. Proprio questo quartetto si sfida in simulazioni di volate finali prima del decisivo confronto all’ultimo giro: Iannone ha un buon margine e chiude secondo, Luthi e Takahashi si danno noia con il giapponese che apre la porta anche ad Alex De Angelis per la quarta posizione. Vince così Stefan Bradl, Iannone 2° seguito da Luthi, De Angelis, Takahashi, Corsi, Cluzel, Pirro, Smith, Simon e Aleix Espargaro 11°.

Moto2 World Championship 2011
Losail, Classifica Gara

01- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – KALEX Moto2 – 20 giri in 40’38.459
02- Andrea Iannone – Speed Master Team – Suter MMXI – + 4.330
03- Thomas Luthi – Interwetten Paddock Moto2 – Suter MMXI – + 5.137
04- Alex De Angelis – JiR Moto2 – MotoBi – + 5.925
05- Yuki Takahashi – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 6.621
06- Simone Corsi – Ioda Racing Project – FTR Moto M211 – + 14.217
07- Jules Cluzel – Forward Racing – Suter MMXI – + 14.257
08- Michele Pirro – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – + 14.501
09- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 18.910
10- Julian Simon – Mapfre Aspar Team Moto2 – Suter MMXI – + 19.174
11- Aleix Espargaro – Pons HP 40 – KALEX Moto2 – + 19.442
12- Yonny Hernandez – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 20.830
13- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXI – + 20.837
14- Tito Rabat – Blusens STX – FTR Moto M211 – + 20.855
15- Max Neukirchner – MZ Racing Team – FTR Moto M210 – + 26.803
16- Axel Pons – Pons HP 40 – KALEX Moto2 – + 27.295
17- Ricky Cardus – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 28.080
18- Kenan Sofuoglu – Technomag CIP – Suter MMXI – + 28.212
19- Mike Di Meglio – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 34.939
20- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 34.962
21- Claudio Corti – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 37.982
22- Pol Espargaro – HP Tuenti Speed Up – FTR Moto M211 – + 43.491
23- Valentin Debise – Speed Up – FTR Moto M211 – + 43.659
24- Kenny Noyes – Avintia STX – FTR Moto M211 – + 47.476
25- Xavier Simeon – RTL Sport Team – Tech 3 Mistral 610 – + 47.755
26- Javier Fores – Mapfre Aspar Team Moto2 – Suter MMXI – + 50.355
27- Randy Krummenacher – GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 50.544
28- Alex Baldolini – Forward Racing – Suter MMXI – + 1’04.879
29- Robertino Pietri – Italtrans Racing Team – Suter MMXI – + 1’09.672
30- Raffaele De Rosa – Desguaces La Torre G22 – Moriwaki MD600 – + 1’09.781
31- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMXI – + 1’23.743
32- Nasser Al Malki – QMMF Racing Team – Moriwaki MD600 – + 1’39.105

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy