Moto2: le ultime news alla vigilia del Gran Premio di Austin

Moto2: le ultime news alla vigilia del Gran Premio di Austin

Nuove norme per i test privati, rientra Thomas Luthi

Commenta per primo!

Trascorse due settimane dall’esordio stagionale di Losail, il mondiale Moto2 torna in pista al Circuit of the Americas di Austin per il secondo round 2013 alla scoperta del nuovo impianto situato in Texas. Come primo di tre eventi americani del calendario, vi sono come sempre diverse novità dell’ultim’ora a cominciare da un ritorno a sorpresa.

Thomas Luthi al rientro

Con grande sorpresa (e stupore) da parte degli addetti ai lavori, il Campione del Mondo 125 GP 2005 Thomas Luthi tornerà in pista questo fine settimana ad Austin a 64 giorni esatti dalle multiple fratture rimediate nei primi test pre-campionato dello scorso mese di febbraio a Valencia. Luthi, sostituito a Losail da Sergio Gadea, salirà venerdì in sella alla Suter MMX2 del team Interwetten Paddock, nel tentativo di proseguire il weekend di gara. “Ho fatto il possibile per esserci già ad Austin“, ha spiegato il pilota elvetico. “Non ho ancora recuperato completamente la forza al braccio destro, ma sono convinto di poter correre: per questo mi sono presentato ad Austin“.

Nuovo regolamento per i test

Lo scorso 9 aprile la Grand Prix Commission ha annunciato diverse modifiche al regolamento in materia di test privati per la stagione 2014. Dal termine dell’ultimo Gran Premio 2013 in programma l’11 novembre prossimo a Valencia al 30 novembre i test saranno permessi in ogni circuito senza alcuna restrizione, così come tra i test pre-stagionali ufficiali, ma solo con piloti “titolari”, in circuiti europei nominati da Dorna/IRTA. I team potranno dal 2014 individuare un circuito del calendario ed un circuito non appartentente al Motomondiale dove effettuare test privati in qualsiasi momento a partire dal 1 febbrao, ma non nei 14 giorni che precedono la disputa dei Gran Premi sullo stesso tracciato. I team potranno inoltre partecipare in test durante i lunedì o martedì dopo eventi europei, quando tali giorni non siano richiesti dalla classe MotoGP. Resta invariata la restrizione dei test invernali nel periodo compreso dal 1 dicembre al 31 gennaio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy