Moto2: le ultime news alla vigilia del Gran Premio di Assen

Moto2: le ultime news alla vigilia del Gran Premio di Assen

Il team Ten Kate wild card, Elena Rosell, Moto1, Test…

Commenta per primo!

Con 40 piloti e 24 squadre impegnate, il mondiale Moto2 non può che presentare tantissime novità per il Gran Premio di Assen, settimo appuntamento stagionale. Il 2012 in MotoGP, wild card di prestigio, tanti test nelle scorse settimane: queste sono le principali novità alla vigilia dell’Iveco Assen TT 2011. Sei squadre del mondiale Moto2 per la “Moto1” Concluso il weekend di Silverstone, Dorna, IRTA e FIM hanno divulgato la lista dei team ammessi provvisoriamenti al mondiale 2012 della MotoGP, tutti provenienti dalla middle class: il BQR Team (oggi “Blusens STX”), Forward Racing, Kiefer, Marc VDS, Paddock GP (l’attuale “Interwetten Racing”) ed il Speed Master Team. Soltanto tre squadre hanno confermato il “pacchetto Moto1” con cui sono intenzionati a correre nella classe regina: BQR farà affidamento su ciclistica FTR e motori Kawasaki, Kiefer è destinato a sposare la causa di KALEX e BMW, il Marc VDS Racing Team ovviamente porterà in pista il progetto Suter-BMW. Tanti test pre-Assen Diverse squadre hanno avuto l’occasione di provare nella sosta tra Silverstone e Assen. Marc Marquez è sceso in pista al Mugello viaggiando su tempi record con la propria Suter MMXI (1’54″6 contro la pole 2010 di Iannone in 1’55″6) affiancato da Mika Kallio, in sella al prototipo Suter BMW Moto1. Secondo regolamento, ha invece potuto girare nei turni di prove dell’IDM Superbike al Sachsenring il team MZ al gran completo con Max Neukirchner e Anthony West, con il chiaro intento di preparare il prossimo GP di Germania, round di casa per la compagine di Martin Wimmer. Ha invece testato ad inizio mese proprio al TT Circuit Van Drenthe di Assen il leader del mondiale Stefan Bradl: un vantaggio non da poco nei confronti degli avversari. Il team Ten Kate wild card d’eccezione Oltre a Steven Odendaal (sudafricano ormai presenza fissa nel mondiale con la Suter MS Racing), Assen porterà in pista come wild card un nome d’eccezione come quello di Ten Kate. Non si tratterà direttamente della squadra corse che milita nei mondiali Superbike (con i colori Castrol Honda) e Supersport (campione in carica con Kenan Sofuoglu), bensì della divisione clienti “Ten Kate Racing Products” di Gerrit Ten Kate a supporto dell’EAB Racing di Ferry Schoenmakers, team manager del Ten Kate Junior Team nella Superstock 1000 FIM Cup ed Europeo Superstock 600. Proprio da quest’ultima categoria è stato individuato il pilota, quel Michael Van Der Mark conosciuto lo scorso anno come portacolori Lambretta, oggi in gara con successo nella Stock 600 tanto da conquistare la vittoria proprio ad Assen con una Honda CBR 600RR. VD Mark ha avuto la possibilità di provare la Moto2 (ciclistica Tecstra) curata da Ten Kate ad inizio mese al TT Circuit Van Drenthe, spiccando buoni riferimenti cronometrici se raffrontati al leader del campionato Stefan Bradl, presente in pista nella stessa giornata di test. Elena Rosell la grande novità Per Assen Jorge “Aspar” Martinez ha messo a segno un bel “colpaccio” da un punto di vista mediatico, tanto da guadagnarsi la prima pagina di “Marca” (in taglio alto, seconda soltanto ad un’intervista esclusiva a Josè Mourinho…). Al posto di Julian Simon correrà Elena Rosell, 25enne motociclista valenciana, protagonista del CEV Stock Extreme dove corre con una Kawasaki ZX-10R del Palmeto Racing (11° in classifica di campionato). La motociclista più veloce della Penisola Iberica (primato messo in discussione dalla 15enne Ana Carrasco, settima sul traguardo a Barcellona in 125cc) esordirà con un top-team in Moto2, prima rappresentante del gentil sesso nella middle class dopo 8 anni dall’esperienza di Katja Poensgen in 250cc. Va detto che dal 2004 una ragazza non si qualifica in una gara del Motomondiale: l’ultima è stata Marketa Janakova in 125cc, non andati a buon fine i tentativi di Ornella Ongaro (Le Mans 2009, oggi in gara addirittura alla North West 200) e di Andrea Touskova (Brno dello scorso anno). Impegni a quattro ruote per Espargaro e Neukirchner Lo scorso fine settimana al Lausitzring due protagonisti del mondiale Moto2 come Aleix Espargaro e Max Neukirchner hanno preso parte alla gara della Volkswagen Scirocco R-Cup, categoria di contorno del DTM (massima serie automobilistica tedesca), affiancati da due volti noti del motociclismo di inizio anni ’90: Dirk Raudies e Ralf Waldmann. Proprio quest’ultimo, al via della 250cc a Donington Park due anni or sono (con anche sorprendenti prestazioni in prova), ha vinto il confronto tra motociclisti: 10° sul traguardo a 18 secondi dal vincitore Daniel Lloyd, proprio davanti ad Aleix Espargaro (11°). In 13° piazza ha invece concluso Max Neukirchner (arrivato all’Eurospeedway all’ultimo momento dopo il test con la MZ al Sachsenring), nelle retrovie Dirk Raudies (23°). All’evento era atteso anche Stefan Bradl, ma ha dovuto rinunciare: l’influenza lo ha messo KO… Anche un test con la Ducati MotoGP per Neukirchner Dopo il test con la MZ al Sachsenring, la gara nella VW Scirocco R-Cup, Max Neukirchner è sceso in pista sempre all’Eurospeed di Lausitz con una… Ducati MotoGP! No, non si tratta di riproporre il tormentone dello scorso finale di stagione (era stato indicato tra le possibili novità in griglia con una GP11 “Sat”), bensì di qualche giro di esibizione con una Ducati Desmosedici GP6 ex-Loris Capirossi rilevata da un noto appassionato tedesco. Per la cronaca doveva esser Stefan Bradl a salire in sella alla Ducati del 2006 (come dimostra l’adesivo sul cupolino…), ma la febbre non gli ha consentito di provare per la prima volta una MotoGP seppur “datata”. Da Silverstone nuovo telaio FTR per Kev Coghlan Dal precedente appuntamento di Silverstone Kev Coghlan, pilota del team Motorsport 69 (Aeroport de Castello) di Alex Debon, dispone di un telaio nuovo di zecca realizzato dalla FTR Moto comprensivo di un inedito forcellone. Il pilota scozzese, campione del CEV Supersport 2009, si è detto pienamente soddisfatto: “Sento più la moto, in particolar modo l’anteriore, il nostro grande problema delle prime gare“, ha detto Coghlan.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy