Moto2: le ultime news alla vigilia del GP di Aragon

Moto2: le ultime news alla vigilia del GP di Aragon

Sostituzioni, wild card, mercato e altro ancora in Moto2

Commenta per primo!

Al MotorLand Aragón di Alcañiz il mondiale Moto2 affronta il tredicesimo appuntamento stagionale presentando, secondo consuetudine, diverse novità in griglia e news dell’ultim’ora destinate ad offrire ulteriori spunti d’interesse per l’edizione 2013 del Gran Premio Iveco de Aragón. Scott Redding operato alla sindrome compartimentale del braccio destro Subito dopo la conclusione del Gran Premio di Misano Adriatico, il capoclassifica di campionato Scott Redding nella giornata di mercoledì 18 settembre è stato sottoposto presso l’Hospital Quiron Dexeus di Barcellona ad un’operazione per risolvere definitivamente i problemi di sindrome compartimentale dell’avambraccio braccio destro riscontrati nelle ultime gare. Proprio a Misano, negli ultimi giri di gara, il portacolori del Marc VDS Racing Team ha perso forza e sensibilità al braccio destro, tanto da decidere di comune accordo con il rinomato Dottor Xavier Mir di anticipare questo intervento al fine di presentarsi nella miglior forma fisica per i restanti cinque eventi della stagione. “Negli ultimi giri in gara a Misano avevo iniziato a perder sensibilità sulle dita della mano destra“, ha spiegato Scott Redding, “pertanto non riuscivo esattamente a capire quanta forza stavo esercitando sulla leva del freno. Per puntare al titolo mondiale devo esser al 100 % della forma fisica, proprio per questo ho deciso di sottopormi subito a questa operazione. Il braccio un pò mi fa male, ma dovrebbe andar meglio ad Aragon rispetto a Misano“, ha concluso il futuro pilota del team Gresini in MotoGP con la Honda RCV1000R “Production Bike Racer”. Randy Krummenacher infortunato, corre Robin Mulhauser Se Scott Redding non avrà problemi a salire in sella alla propria KALEX, sarà costretto a saltare il round di Aragon per il secondo anno consecutivo (assente nel 2012 per la doppia frattura al piede sinistro rimediata a Misano) lo svizzero Randy Krummenacher. L’attuale pilota del Technomag carXpert ha preso questa decisione per i persistenti problemi dovuti alla commozione celebrale accusata a Silverstone, travolto nelle prove libere da Rafid Topan Sucipto. Da quel momento “Krummenator” ha iniziato ad accusare giramenti di testa, problemi di vista e sintomi influenzali, ulteriormente evidenziati nei giorni scorsi in una visita medica di controllo a Zurigo. “Dopo la caduta di Silverstone“, spiega Randy, “ho trascorso una settimana d’inferno prima di Misano per una brutta influenza. Tornato in sella a Misano ho sofferto troppo, quasi senza riuscire a guidare. Per questo, su indicazione dei medici, abbiamo deciso di osservare ancora qualche giorno di riposo: mi hanno detto che sono normali effetti di un trauma cranico, ma in questi casi è sempre meglio recuperare pienamente le forze prima di tornare in sella“. Robin Mulhauser in sella alla Suter MMX2 In sostituzione di Randy Krummenacher il team Technomag carXpert ha deciso di puntare su un altro pilota elvetico: Robin Mulhauser, classe ’91 (22 anni il prossimo 7 novembre) di Friburgo, attuale portacolori del MTM Racing Team nell’Europeo Superstock 600, serie dove attualmente è 7° in campionato vantando un podio (3°) a Silverstone. Mulhauser non sarà tuttavia all’esordio assoluto in sella ad una Moto2: proprio con il team Technomag carXpert di recente ha provato la Suter MMX2 sul tracciato Paul Ricard di Le Castellet (base operativa della squadra) e, nei giorni scorsi, ad Alcarras in vista di questo debutto nel Motomondiale. Mike Di Meglio ancora KO, corre Roman Ramos Fuori gioco da Brno per la frattura dell’osso sacro, il Campione del Mondo 125cc 2008 Mike Di Meglio sarà costretto a saltare anche la tappa di Aragon del mondiale Moto2. Al suo posto il Team JiR di Gianluca Montiron, dopo aver fatto correre Jason O’Halloran a Silverstone e Misano, ha deciso di puntare sull’attuale capoclassifica del CEV Moto2 Roman Ramos, quest’anno già sostituto al Sachsenring dell’infortunato Alberto Moncayo all’Argiñano & Ginés Racing Team. Originario di Santa Maria de Cayon, 22 anni, Ramos in questi anni è passato con disinvoltura (e apprezzabili risultati) in sella a Suter, AJR, FTR, MIR Racing e la Ariane, moto con la quale quest’anno si ritrova in testa al CEV salendo sempre sul podio nelle sette gare sin qui disputate (3° e 2° domenica scorsa a Navarra), vantando due vittorie tra Albacete e proprio ad Aragon. Ramos questo fine settimana sarà al quarto gettone di presenza nel mondiale Moto2: 16° e 23° ad Aragon e Valencia 2010 con la sperimentale MIR Racing, 26° lo scorso anno (20° in qualifica) a Valencia con una FTR del team SAG, mentre nella precedente apparizione stagionale del Sachsenring è uscito di scena in gara dopo un 31° crono nelle prove ufficiali. Dani Rivas squalificato per 2 gare, corre ancora Alejandro Marinelarena Con Dani Rivas squalificato per due gare (penalizzazione ratificata dalla FIM nel weekend di Misano, pertanto non correrà ad Aragon e Sepang), il team Blusens Avintia accanto all’argentino Ezequiel Iturrioz ha deciso di riconfermare Alejandro Marinelarena, altro protagonista del CEV Moto2 (secondo in campionato proprio alle spalle di Ramos), reduce dalla vittoria di domenica scorsa in Gara 2 al Circuito de Navarra. “Alex” in questa stagione aveva preso parte ai round di Jerez e Barcellona in qualità di wild card, ben figurando da sostituto di Rivas a Misano all’esordio in sella ad una KALEX tanto da staccare il 17° crono nelle qualifiche ufficiali. Proprio in vista di questo impegno il TargoBank CNS Motorsport, la sua squadra del CEV, gli ha messo a disposizione una KALEX per i restanti appuntamenti stagionali del campionato spagnolo, riuscendo subito a conquistare domenica scorsa a Navarra un 2° posto in Gara 1 e la vittoria nella seconda manche in campionato. Va detto che Marinelarena proprio al MotorLand Aragón aveva esordito lo scorso anno nel Motomondiale conquistando un sorprendente 19° posto in gara. Alejandro Marinelarena riconfermato in Blusens AvintiaTorna Doni Tata Pradita Lasciata per il round di Misano la propria Suter MMX2 al capoclassifica dell’Europeo Superstock 600 Franco Morbidelli (buon 21° sul traguardo), Doni Tata Pradita tornerà in sella questo fine settimana ad Aragon sempre sotto le insegne del team Federal Oil Gresini. Nei giorni scorsi si era parlato di un “divorzio” tra le due parti chiamate in causa, smentito dai fatti: il pilota indonesiano correrà regolarmente in Aragona, nella speranza di maturare significativi progressi in una stagione sin qui avara di soddisfazioni. Nuova wild card per Gino Rea Più che una wild card, ormai una presenza fissa nella categoria. In quello che dovrebbe rappresentare il suo penultimo impegno stagionale (correrà successivamente più soltanto a Valencia saltando la “tripla” extra-europea di Sepang, Phillip Island e Motegi), Gino Rea al MotorLand Aragón affronterà il settimo gettone di presenza del 2013 dopo Le Mans (12° in gara prima di vedersi costretto al ritiro per un problema tecnico), Assen (25° sul traguardo), Sachsenring (24°), Brno (costretto al ritiro per un problema elettrico), Silverstone (caduto nel finale) e Misano (22°). Ai nastri di partenza con la FTR Moto M212 del proprio Gino Rea Montaze Broz Racing Team, l’ex Campione Europeo Superstock 600 è in ripresa dalla frattura del 4° metacarpo della mano destra, conseguenza della caduta in gara a Silverstone. Due punti tolti sulla “patente” a Ricky Cardus Se Dani Rivas per l’incidente nel Warm Up di Silverstone è stato squalificato per due gare, a Ricky Cardus, alfiere del NGM Mobile Forward Racing, sono stati sottratti 2 punti della “patente”, novità del regolamento sportivo 2013. La motivazione è la stessa di Marc Marquez a Silverstone: nel corso delle qualifiche ufficiali a Misano, il pilota iberico non ha rallentato in un settore dov’erano state esposte le bandiere gialle per un incidente, a sua volta incappando in una scivolata senza conseguenze. In base all’articolo 1.22.2, Cardus ha così dovuto scontare 2 “penalty points”, di fatto soltanto un’ammonizione: le effettive sanzioni scattano infatti soltanto al conseguimento di almeno 4 punti-penalità. Con 4 “penalty points”, il pilota sanzionato dovrà scattare dal fondo dello schieramento di partenza nella gara successiva, con 7 addirittura dalla pit-lane, mentre con 10 “punti-penalità” totalizzati il pilota in questione sarà qualificato per il Gran Premio successivo. Sempre in Moto2 erano stati tolti 2 “penalty points” a Rafid Topan Sucipto nel corso del weekend di Le Mans per non aver dato strada in fase di doppiaggio. Mika Kallio con la BMW HP4 nel CIV Superbike al MugelloMika Kallio vince nel CIV e rinnova con Marc VDS Racing Team Tornato alla vittoria quest’anno a Brno dopo ben cinque stagioni di digiuno di successi, Mika Kallio lo scorso fine settimana ha concretizzato una sensazionale doppietta nel CIV Superbike all’Autodromo Internazionale del Mugello. Chiamato dal Team Thevent, formazione di Michael Bartholemy (suo team manager in Moto2 sotto le insegne del Marc VDS Racing), per sostituire Sebastien Gimbert impegnato alla 24 ore di Le Mans con BMW Motorrad France, il pilota finlandese con soltanto un test all’attivo (a Nogaro) in sella alla BMW HP4 gommata Michelin ha messo a segno una doppietta senza discussioni con la vittoria nelle due gare in programma e la nuova pole-record per la categoria nelle qualifiche ufficiali in 1’51″401, primato assoluto per la rinnovata classe Superbike (regolamentazione FIM Superstock 1000 con pneumatici slick da 17″) del Campionato Italiano Velocità. Oltre a questa trionfale comparsata nel CIV, per Kallio è stato una settimana da incorniciare: con il Marc VDS Racing Team ha trovato l’accordo anche per la stagione 2014 del mondiale Moto2 dove affiancherà il neo-acquisto Tito Rabat. Test Suter ad Alcarras Alla vigilia di Aragon, i principali team Suter del mondiale Moto2 hanno preso parte ad una sessione di test al Circuit d’Alcarras con diverse novità anche in vista per la prossima stagione. A questo proposito i piloti dei team Aspar (Nico Terol e Jordi Torres, entrambi riconfermati per il 2014), Johann Zarco (CAME Iodaracing Project) e Thomas Luthi (Interwetten Paddock) hanno avuto modo di provare il telaio 2014, tutti con sensazioni positive. Proprio il pilota elvetico in 1’34″299 ha fatto registrare il nuovo primato della pista, avvicinato da Nico Terol (1’34″511) e Jordi Torres (1’34″700), segno che la nuova Suter MMX2 2014 è nata sotto una buona stella. “Le prime sensazioni sono assolutamente positive“, ha fatto sapere Nico Terol. “Con il nuovo telaio la moto è complessivamente più facile da guidare, c’è più trazione in uscita di curva. E’ un grande passo avanti rispetto alla moto 2013, soprattutto nei cambi di direzione: si muove meno, sembra copiar meglio le curve e gli avvallamenti della pista“. Test Suter ad Alcarras con i piloti AsparNel 2014 esordirà la Caterham L’annuncio è arrivato nel corso del Gran Premio di Singapore della Formula 1. Caterham, casa automobilistica inglese, nel 2014 esordirà nel mondiale Moto2 con due Suter MMX2 in vista dello sbarco nel settore delle due ruote con una propria moto. A dare l’ufficialità a questa notizia trapelata nelle ultime settimane è stato Tony Fernandes, fondatore e titolare di AirAsia che nel 2011 ha rilevato la Caterham presente in Formula 1 e nella GP2 Series. “Sì, correremo in Moto2 e lo faremo per vincere“, ha ammesso Fernandes, assicurando che sarà ingaggiato un “top rider” per non sfigurare all’esordio in Moto2. Tanti i nomi fatti, così come di un pilota malese (voluto proprio da Fernandes) a scelta tra Hafizh Syahrin (sotto contratto Petronas) e Zulfahmi Khairuddin, già sponsorizzato da AirAsia sin dal 2010, sua stagione d’esordio nel Motomondiale. Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy