Moto2 Le Mans Gara: prima vittoria per Scott Redding

Moto2 Le Mans Gara: prima vittoria per Scott Redding

Bandiera rossa nel finale, Redding nuovo leader

Commenta per primo!

Attesa la pioggia, altrettanto la prima affermazione in carriera nella classe Moto2 di Scott Redding. Questa la combinazione vincente del quarto appuntamento stagionale andato in scena al “Circuit Bugatti” di Le Mans con le prime goccioline di pioggia comparse a tre giri dal termine, giusto il tempo per la direzione gara di esporre la bandiera rossa e sancire il primo centro tra le 600cc 4 tempi del giovane pilota britannico, nuovo capo-classifica di campionato a seguito del clamoroso doppio-errore nelle prime fasi di gara della coppia Pons Racing formata da Pol Espargaro e Tito Rabat, entrambi scivolati in simultanea alla curva del “Musée”. Dal 2010 al via della Moto2 con il Marc VDS Racing Team dopo esser stato nel 2008 a Donington Park il più giovane vincitore di sempre nel Motomondiale (trionfo tra le 125cc davanti a Marc Marquez a 15 anni, 5 mesi e 7 giorni), Redding sul tracciato della Sarthé non ha commesso alcun errore conquistando una vittoria preziosa ai fini campionato, un deciso punto di svolta in positivo della stagione.

Se al box Pons Racing è legittima la disperazione per il doppio-zero accusato dall’ex leader Tito Rabat e da Pol Espargaro, in casa Marc VDS Racing Team è festa grande per un’apprezzabile “doppietta” completata da Mika Kallio, secondo grazie alla “Red Flag” nel finale che gli ha permesso di tornar davanti a Xavier Simeon, terzo a completare un podio tutto KALEX con la Moto2 preparata dal Stop And Go Racing Team. Nuovi valori in campo sono emersi Oltralpe con Dominique Aegerter che prosegue il buon momento di forma arpionando il quarto posto finale con la Suter del Technomag carXpert, seguito dagli idoli di casa Johann Zarco (5° e a lungo in testa) e Mike Di Meglio (7° ed al miglior risultato con la MotoBI/TSR del team JiR), ma anche dal nostro Mattia Pasini, ottimo sesto con la prima delle quattro Speed Up SF13 del Forward Racing. Aspettando il Mugello il riminese è il migliore dei nostri con i suoi due compagni di squadra Alex De Angelis e Simone Corsi rispettivamente 10° e 12° sul traguardo, decisi a dare una svolta alla stagione tra due settimane sul tracciato di casa..

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo si fa trovar pronto il poleman Takaaki Nakagami, leader alla staccata della “Chicane Dunlop” su Espargaro, Zarco, Rabat, Aegerter, Simeon, Kallio ed il nostro Pasini ottavo primo tra i piloti italiani davanti ad un Reding scattato malissimo dalla prima fila. La corsa prosegue con la coppia Pons KALEX in gran spolvero: alla “Chemin aux Boeufs” Rabat passa Zarco per la terza posizione, altrettanto fa Espargaro per la leadership su Nakagami in piena “S du Garage Blue”. Con “Polyccio” in testa va così in archivio il primo dei 26 giri previsti senza quattro piloti caduti nelle retrovie: Kyle Smith, Ratthapark Wilairot, Axel Pons e Rafid Topan Sucipto. Compaiono le prime goccioline di pioggia sulle telecamere, ma al terzo giro si registra il primo, clamoroso colpo di scena: all’uscita dell’interminabile curva del “Musée” tanto Espargaro quanto Rabat perdono l’anteriore delle rispettive KALEX ritrovandosi a terra.

Incredibile doppio-errore dei due portacolori del Pons Racing, porte spalancate a Takaaki Nakagami, al quarto giro già in fuga sul gruppetto di otto inseguitori in bagarre per la seconda piazza dove sono esclusi Jordi Torres e Thomas Luthi, fuori gioco rispettivamente al “Raccordement” e al “Musée”. Le emozioni in Moto2 non mancano mai, esalta il pubblico (e si esalta) Scott Redding con un doppio sorpasso in piena “Chicane Dunlop” a scapito di Aegerter e Simeon, ma è già arrivato il momento del secondo colpo di scena: il fuggitivo Nakagami, con oltre 3″ di margine, perde il controllo della propria KALEX sempre al “Musée” ed è costretto a salutare la compagnia.

Il testimone della leadership passa così a Zarco, ma al settimo giro è Redding a portarsi al comando con Simeon, Aegerter, Kallio, Di Meglio ed il nostro Pasini in pieno gruppo di testa. Il momento giusto per attaccare e tentar di scappar via: missione compiuta a 8 giri dal termine con alle spalle del pilota britannico Zarco ben presto sfilato da Simeon e Redding in bagarre tra loro per la seconda posizione. Tutti cercano di dare il massimo anche perchè, a -5 dall’esposizione della bandiera a scacchi, i commissari segnalano pioggia con la bandiera bianca con croce di Sant’Andrea: in un lampo Redding depaupera tutto il vantaggio acquisito con Simeon il più veloce in questo momento e deciso a sfruttar l’occasione. Tardi, troppo tardi: a 3 giri dal termine la pioggia aumenta d’intensità obbligando la direzione gara all’esposizione della bandiera rossa: vince così Redding, Kallio con la classifica portata al giro precedente è secondo, Simeon completa il podio con Aegerter, Zarco ed un ottimo Pasini in sesta posizione, a seguire De Angelis (10°) e Corsi (12°).

Moto2 World Championship 2013
Circuit Bugatti Le Mans, Classifica Gara

01- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – 22 giri in 36’43.583
02- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 1.090
03- Xavier Simeon – Desguaces La Torre Maptaq – KALEX Moto2 – + 1.234
04- Dominique Aegerter – Technomag carXpert – Suter MMX2 – + 1.701
05- Johann Zarco – CAME Iodaracing Project – Suter MMX2 – + 1.859
06- Mattia Pasini – NGM Mobile Racing – Speed Up SF13 – + 12.272
07- Mike Di Meglio – JiR Moto2 – MotoBI – + 12.378
08- Julian Simon – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 29.712
09- Anthony West – QMMF Racing Team – Speed Up SF13 – + 30.479
10- Alex De Angelis – NGM Mobile Forward Racing – Speed Up SF13 – + 31.235
11- Randy Krummenacher – Technomag carXpert – Suter MMX2 – + 31.535
12- Simone Corsi – NGM Mobile Racing – Speed Up SF13 – + 31.675
13- Sandro Cortese – Dynavolt Intact GP – KALEX Moto2 – + 31.917
14- Marcel Schrotter – Desguaces La Torre SAG – KALEX Moto2 – + 35.778
15- Louis Rossi – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 45.045
16- Danny Kent – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 45.151
17- Alberto Moncayo – Argiñano & Gines Racing – Speed Up SF13 – + 55.456
18- Yuki Takahashi – IDEMITSU Honda Team Asia – Moriwaki MD600 – + 59.886
19- Doni Tata Pradita – Federal Oil Gresini Moto2 – Suter MMX2 – + 1’02.095
20- Pol Espargaro – Tuenti HP 40 – KALEX Moto2 – + 1’06.414
21- Steven Odendaal – Argiñano & Gines Racing – Speed Up SF13 – + 1’48.007
22- Hafizh Syahrin – Petronas Raceline Malaysia – KALEX Moto2 – a 1 giro
23- Tito Rabat – Tuenti HP 40 – KALEX Moto2 – a 2 giri
24- Rafid Topan Sucipto – QMMF Racing Team – Speed Up SF13 – a 3 giri

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy