Moto2: Julian Simon quest’anno punta al titolo mondiale

Moto2: Julian Simon quest’anno punta al titolo mondiale

Fiducioso delle proprie possibilità di vincere da subito

Vice-campione del mondo in carica, iridato in 125cc nel 2009. Inevitabilmente Julian Simon è tra i candidati alla conquista del titolo quest’anno in Moto2, disponendo di un’ottima Suter MMXI preparata dal team Aspar con la quale è stato autore di un pre-campionato da protagonista, mantenendo un rendimento costante, viaggiando sempre su riferimenti cronometrici di rilievo.

Alla vigilia della trasferta di Losail “Julito” non nasconde le carte, mostrandosi fiducioso delle proprie credenziali iridate. “Il mio obiettivo è quello di mostrare tutto il nostro potenziale: se ci riusciremo, sono convinto che possiamo lottare per il campionato. Dobbiamo comunque tenere i piedi per terra, per Losail cercheremo di raccogliere punti importanti: un piazzamento nella top-5 sarebbe l’ideale, anche se siamo convinti che la vittoria è vicina perchè conosciamo meglio la Suter e la categoria”.

Se lo scorso anno ha speso tutto l’inverno testando la RSV Motor “scoprendo” la Suter Moto2 soltanto dalla terza gara a Le Mans, per il 2011 Simon con una preparazione invernale completa partirà sicuramente con un vantaggio in più…

Il pre-campionato è stato molto positivo perchè abbiamo lavorato molto e duramente, provando tutto il materiale a nostra disposizione. Lo scorso anno per noi era tutto nuovo e non avevamo esperienza, ma adesso abbiamo una stagione sulle spalle e conosciamo bene la moto. I test invernali sono indicativi sui valori in campo, ma non definitivi, perchè come sempre le gare sono un’altra cosa. Noi infatti abbiamo cercato di badere alla sostanza viaggiando sempre in condizioni-gara senza preoccuparci dei riferimenti cronometrici: penso che siamo a buon punto, ma fino a Losail non lo possiamo sapere“.

Da gran professionista qual è, Simon ha anche speso l’inverno a capire cosa non è andato bene lo scorso anno. “Mi sono allenato molto, fisicamente, ma anche “di testa”: mi sono rivisto le gare del 2010 per imparare dagli errori come al Sachsenring e Sepang. Penso sia una preparazione molto importante per puntare ad un’ottima stagione“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy