Moto2 Indianapolis Gara: tris Elias, Iannone e Corsi in rimonta

Moto2 Indianapolis Gara: tris Elias, Iannone e Corsi in rimonta

Giù dal podio gli italiani, Elias sempre più vicino al titolo

di Redazione Corsedimoto

Si sono ritrovati a stretto contatto sin dalla seconda ripartenza, dovuta al maxi-crash con 10 piloti coinvolti del primo via. Toni Elias e Julian Simon si sono studiati, passati, confrontati per decretare il vincitore del Gran Premio di Indianapolis che non poteva esser altrimenti se non il leader del mondiale, al terzo trionfo consecutivo, il quinto stagionale. Nonostante la febbre alta (39°) che lo ha debilitato sin dalle prove del venerdì, l’ex pilota della MotoGP non ha avuto problemi a gestire la Moriwaki MD600 preparata dal team Gresini nei 17 giri, passando a 6 tornate dalla bandiera a scacchi Julian Simon senza alcuna possibilità di replica.

Con questa vittoria Elias ha di fatto ipotecato il titolo mondiale, anche a seguito delle disavventure dei suoi diretti contendenti, con Julian Simon l’unico sul podio davanti al sorprendente Scott Redding, rivelazione del weekend disponendo per la prima volta della rinnovata Suter MMX del debuttante team belga Marc VDS Racing Team.

Merita un capitolo a parte la rimonta dei nostri Andrea Iannone e Simone Corsi: l’abruzzese dal 25° al 4° posto finale, il romano dalla 38° alla 5° posizione a seguito della caduta nel primo via per un doppio-incidente che ha coinvolto una decina di piloti. Impossibilitato a schierarsi in griglia per ultimare le riparazioni della sua MotoBI, Corsi è stato velocissimo e ha raggiunto Iannone, con il quale a braccetto ha terminato a ridosso il podio.

Niente da fare per il campionato dove Elias in vista di Misano vanta un tesoretto di 67 punti e già 3 test all’attivo sull’ex Circuito Santamonica. Non resta dunque che cercare in classifica gli altri italiani ritrovando Claudio Corti in zona punti, 13°, e Alex Baldolini poco dietro 16°. A terra Roberto Rolfo e Raffaele De Rosa, hanno sorpreso Sergio Gadea che ha portato la velocissima Kalex in 6° piazza, Anthony West straordinario 10° con la MZ in continua crescita, Jason DiSalvo primo tra le wild card con il 9° posto su FTR Moto del team GP Tech. Da dimenticare l’avventura di Roger Hayden, 17° e coinvolto nel crash al primo via, con Kevin Schwantz (e anche la stessa American Honda) che si aspettava qualcosa di più dal suo debutto da team manager. Non mancheranno altre occasioni in futuro.

Cronaca di Gara

Alla partenza Simon resiste al comando con West addirittura secondo su Redding, Elias, Wilairot e tutti gli altri. Al primo tornantino non 1, bensì 2 multi-crash: a terra nel primo gruppo si notano Lukas Pesek (ha innescato l’incidente) Gabor Talmacsi, Simone Corsi e Michael Ranseder, nel secondo Yonny Hernandez, Roger Hayden, Shoya Tomizawa e Vladimir Ivanov. Doverosa bandiera rossa, si ripartirà con una gara sulla distanza di 17 giri rispetto ai 26 originariamente previsti: tutti i piloti ammessi per il “comma Schwantz”, non partiranno Ranseder e Tomizawa, ultimo invece Simone Corsi per le prolungate riparazioni alla sua MotoBI. Sarà la sua solita gara in rimonta?

Tutt’altra vita per Toni Elias che prende la leadership al secondo via su Redding, West, Simon, Faubel e Bradl: De Rosa è 9°, Corti 15°, Iannone 18°. Non ci sono cambiamenti alla chiusura del primo giro, si registra soltanto il sorpasso in pieno rettilineo di Simon su West per la terza posizione. Iniziano da tradizione per la Moto2 le cadute: Ivanov centra Debon, Faubel cade quando era 5° con la benzina fuoriuscita dalla sua Suter che si infiamma, a terra anche Bradl per un leggero contatto con Cluzel. Un vero e proprio bollettino di guerra per una classifica che adesso propone il terzetto composto da Elias, Simon e Redding in fuga, più staccato il serpentone delle Moto2 capeggiato da Wilairot con Luthi, Talmacsi e West al seguito. Incredibili le rimonte dei nostri portacolori: Iannone da 25° a 9°, Corsi da 38° a 14° in tre giri!

Davanti Julian Simon sembra avere un altro passo e rompe gli indugi passando Toni Elias, dietro proseguono nelle loro rimonte Iannone (7°) e Corsi (11°) mentre sfortunatamente Rolfo giunge al contatto con Takahashi ritrovandosi nelle vie di fuga di Indianapolis all’altezza della curva 6. Fuori gioco anche Raffaele De Rosa a dieci giri dalla bandiera a scacchi, medesima sfortuna per Jules Cluzel in rimonta e poco più tardi Ratthapark Wilairot: come sempre la Moto2 è una gara ad eliminazione…

Cosa succede dietro al terzetto di testa? Andrea Iannone e Simone Corsi sono in 4° e 5° posizione, incredibile pensando alle rispettive posizioni di partenza e alle disavventure del weekend. I due ingaggiano un bel duello recuperando su Scott Redding che ha perso terreno rispetto a Simon ed Elias, con il pilota del team Gresini nuovo leader della corsa a sei giri dalla bandiera a scacchi.

Moto2 World Championship 2010
Indianapolis, Classifica Gara

01- Toni Elias – Gresini Racing Moto2 – Moriwaki MD600 – 17 giri 30’27.480
02- Julian Simon – Mapfre Aspar Team – Suter MMX – + 0.405
03- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – Suter MMX – + 4.227
04- Andrea Iannone – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 5.978
05- Simone Corsi – JiR Moto2 – MotoBI – + 7.058
06- Sergio Gadea – Tenerife 40 Pons – Pons Kalex – + 9.432
07- Thomas Luthi – Interwetten Moriwaki Moto2 – Moriwaki MD600 – + 9.815
08- Gabor Talmacsi – Fimmco Speed Up – Speed Up S-10 – + 10.141
09- Jason DiSalvo – GP Tech – FTR Moto M210 – + 17.564
10- Anthony West – MZ Racing Team – MZ RE Honda – + 17.592
11- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMX – + 17.618
12- Mike Di Meglio – Mapfre Aspar Team – Suter MMX – + 20.527
13- Claudio Corti – Forward Racing – Suter MMX – + 26.008
14- Axel Pons – Tenerife 40 Pons – Pons Kalex – + 28.353
15- Yonny Hernandez – Blusens STX – BQR Moto2 – + 30.480
16- Alex Baldolini – Caretta Technology Race Dept. – I.C.P. Caretta – + 30.538
17- Roger Hayden – American Honda – Moriwaki MD600 – + 31.860
18- Valentin Debise – WTR San Marino Team – ADV AT02 – + 32.255
19- Kenny Noyes – Jack & Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – + 32.500
20- Lukas Pesek – Matteoni CP Racing – Moriwaki MD600 – + 32.529
21- Robertino Pietri – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 44.569
22- Joan Olive – Jack & Jones by Antonio Banderas – PromoHarris Moto2 – + 44.956
23- Arne Tode – Racing Team Germany – Suter MMX – + 52.993
24- Yannick Guerra – Holiday Gym G22 – Moriwaki MD600 – + 57.481
25- Roberto Rolfo – Italtrans S.T.R. – Suter MMX – + 1’16.404

Alessio Piana

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy