Moto2 Indianapolis Gara: Marc Marquez da dominatore

Moto2 Indianapolis Gara: Marc Marquez da dominatore

Domina in gara ed in campionato dopo Indianapolis

Commenta per primo!

Nelle prove sembra sempre al limite, ma in gara Marc Marquez, se in giornata ed in condizione di fare risultato, non ha rivali. Lo ha dimostrato all’Indianapolis Motor Speedway concretizzando una corsa-capolavoro da assoluto dominatore in sella alla rinnovata (telaio e forcellone) Suter MMXII del Monlau Competicion: presa la leadership della contesa nel corso del quarto giro, da quel momento in avanti con un passo costantemente sotto il muro dell’1’44” ha costruito ed amministrato un vantaggio superiore ai 7″, quanto basta per involarsi verso la la quinta affermazione stagionale dopo Losail, Estoril, Assen e Sachsenring, la dodicesima in carriera in Moto2 e 22esima nel Motomondiale.

Una bacheca di successi da campionissimo, un vantaggio in classifica da… Campione del Mondo: con Pol Espargaro 2° sul traguardo, Thomas Luthi giù dal podio e Andrea Iannone in difficoltà ai margini della top-10, ora il futuro pilota Honda HRC MotoGP vanta qualcosa come 39 punti di margine rispetto a “Polyccio”. Non si può parlare di mondiale “ipotecato”, ma la strada sembra segnata in questa seconda parte della stagione 2012 con un’apparente supremazia della “Real Casa” testimoniata dal podio monopolizzato con Marquez, Espargaro ed un ritrovato Julian Simon nell’ordine a stappare lo champagne al “Brickyard”.

Una gara esaltante per il movimento motociclistico iberico (e si rischia il “Triplete” in ottica MotoGP..), tutt’altro che esaltante per i nostri portabandiera, almeno in termini di risultati. Il migliore all’esposizione della bandiera a scacchi risulta Simone Corsi, 8° in rimonta dopo una partenza problematica (21° al termine del primo giro), distanziando Claudio Corti e Andrea Iannone ai margini della top-10 con l’abruzzese, dopo una combattiva prima fase di gara, in difficoltà sulla distanza con la propria Speed Up. Fuori dai giochi invece Alex De Angelis (travolto da Xavier Simeon) e Alessandro Andreozzi (scivolato), ritirato Roberto Rolfo: per tutti possibilità di riscatto tra sette giorni al Masaryk Circuit di Brno.

Cronaca di Gara

Allo spegnimento del semaforo ottimo spunto di Andrea Iannone autore dell’hole-shot alla prima curva su Pol Espargaro, Dominique Aegerter, Marc Marquez, Julian Simon e Scott Redding, nessun contatto con il gruppone di 33 piloti compatto verso l’infield dell’Indianapolis Motor Speedway. Nessun stravolgimento di classifica alla conclusione del primo giro, ci pensa così Dominique Aegerter che concretizza un doppio sorpasso a scapito di Espargaro (alla curva 1) e Iannone (alla 2) conquistando a sorpresa la leadership della corsa. Il pilota svizzero del Technomag CIP prova a scappar via, Marquez decide così di sferrare subito l’attacco su Espargaro in fondo al rettilineo opposto dai box: tra i due leggero contatto, ma per fortuna nessuna ulteriore conseguenza. Con Aegerter che ferma i cronometri sull’1’45″457 guadagnando subito 1″, Marquez prende coscienza del momento e sfila anche Iannone per il secondo posto; qualche problema in più invece per Espargaro, ora 5° sopravanzato da un Simon mai così in alto in questa stagione. Proprio “Julito” è il pilota più veloce in pista, ma i valori in campo cambiano rapidamente: al terzo giro è Marquez a passare al comando, si forma così un quintetto in fuga con Aegerter, Iannone, Simon e Pol Espargaro in evidenza davanti a Kallio, Nakagami, Luthi, Rabat e Redding a completare la top-10.

Al quarto giro Marquez cambia passo, in 1’44″000 infrange il record della pista e tenta la fuga guadagnando subito più di 1″ su Aegerter e Iannone avvicinati da Espargaro, finalmente in grado di sopravanzare Simon per il quarto posto. Con gomma dura Marquez si attesta sotto l’1’44”: in sequenza ferma i cronometri sull’1’43″696, 1’43″442, 1’43″534, ecco come si costruisce un vantaggio siderale di 2″9 a scapito di Pol Espargaro, ora secondo al culmine di un deciso sorpasso su Iannone alla staccata della prima curva in fondo al rettilineo dei box. Qui iniziano i problemi per l’abruzzese, costretto a cedere posizioni su posizioni a vantaggio ritrovandosi ormai fuori dai giochi del podio cedendo il testimone di miglior pilota italiano ad un rimontante Simone Corsi, 21° al termine del primo giro, ora in piena corsa per la top-5 con la FTR di Iodaracing Project.

Prime cadute della corsa con Elena Rosell e Alessandro Andreozzi, nessun problema per Marc Marquez che vola a +4″ su Espargaro in bagarre con Simon per la seconda piazza, perde ancora terreno Andrea Iannone ora ai margini della top-10 avvicinanto da Terol, Zarco e Corti in bagarre. Altro discorso invece per Thomas Luthi che sembra ritrovare il ritmo-gara, tutt’altra vita per Roberto Rolfo (costretto al ritiro) ed Alex De Angelis, travolto a 7 giri dal termine da Xavier Simeon, visibilmente contrariato per questo amaro epilogo di un week-end da dimenticare. La gara, senza alcuna rivoluzione, volge al termine con Marc Marquez alla quinta affermazione stagionale, Pol Espargaro chiude secondo e sconta ora 39 punti di svantaggio in campionato, sul podio anche Julian Simon davanti a Kallio, Luthi, Redding, Simone Corsi ottavo miglior italiano seguito da Iannone e Corti ai margini della top-10.

Moto2 World Championship 2012
Indianapolis Motor Speedway, Classifica Gara

01- Marc Marquez – Team Catalunya Caixa Repsol – Suter MMXII – 26 giri in 45’13.763
02- Pol Espargaro – Pons 40 HP Tuenti – KALEX Moto2 – + 5.855
03- Julian Simon – Blusens Avintia – Suter MMXII – + 9.394
04- Mika Kallio – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 15.549
05- Thomas Luthi – Interwetten Paddock – Suter MMXII – + 16.138
06- Scott Redding – Marc VDS Racing Team – KALEX Moto2 – + 16.805
07- Dominique Aegerter – Technomag CIP – Suter MMXII – + 21.359
08- Simone Corsi – CAME Iodaracing Project – FTR Moto M212 – + 21.368
09- Andrea Iannone – Speed Master Team – Speed Up S12 – + 25.873
10- Claudio Corti – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 26.471
11- Tito Rabat – Pons 40 HP Tuenti – KALEX Moto2 – + 26.916
12- Johann Zarco – JiR Moto2 – MotoBI – + 27.274
13- Nico Terol – MAPFRE Aspar Team Moto2 – Suter MMXII – + 31.122
14- Anthony West – QMMF Racing Team – Speed Up S12 – + 35.701
15- Ricky Cardus – Arguinano Racing Team – AJR Moto2 – + 35.928
16- Bradley Smith – Tech 3 Racing – Tech 3 Mistral 610 – + 39.240
17- Takaaki Nakagami – Italtrans Racing Team – KALEX Moto2 – + 42.507
18- Randy Krummenacher- GP Team Switzerland – KALEX Moto2 – + 45.629
19- Jordi Torres – MAPFRE Aspar Team Moto2 – Suter MMXII – + 45.753
20- Gino Rea – Federal Oil Gresini Moto2 – Suter MMXII – + 51.567
21- Max Neukirchner – Kiefer Racing – KALEX Moto2 – + 52.106
22- Axel Pons – Pons 40 HP Tuenti – KALEX Moto2 – + 56.150
23- Marcel Schrotter – Desguaces La Torre SAG – Bimota HB4 2012 – + 1’11.069
24- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT Gresini Moto2 – Suter MMXII – + 1’11.765
25- Mike Di Meglio – MZ Racing – Honda NSF250R – + 1’20.042
26- Eric Granado – JiR Moto2 – MotoBI – + 1’42.924
27- Marco Colandrea – SAG Team – FTR Moto M211 – + 1’43.184
28- Yuki Takahashi – NGM Mobile Forward Racing – Suter MMXII – a 3 giri

Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy