Moto2: il duello Bradl Vs Marquez prosegue al Motorland Aragon

Moto2: il duello Bradl Vs Marquez prosegue al Motorland Aragon

Attenzione agli italiani, Andrea Iannone in primis

Commenta per primo!

Al Motorland Aragon un nuovo capitolo della sfida infinita tra Stefan Bradl e Marc Marquez per la conquista del titolo mondiale Moto2. Da 61 punti di svantaggio a soltanto 23 da recuperare: di questo è stato capace il giovane pilota spagnolo, dal rendimento in gara semplicemente fantastico con cinque vittorie ed un secondo posto nelle ultime sei gare lasciando agli avversari soltanto 5 punticini nel cammino. Una rincorsa furiosa a seguito del triplo-zero di inizio campionato, per un duello destinato a risolversi con ogni probabilità soltanto a Valencia. In questo momento gode dei favori del pronostico proprio il Campione del Mondo 125cc in carica, in un vero e proprio stato di grazia, domando al meglio una Suter MMXI conosciuta soltanto nei test invernali. Stefan Bradl, perfetto nella prima metà della stagione, non ha accusato il colpo riuscendo a limitare i danni con soltanto una battuta d’arresto (la scivolata di Assen), costantemente sul podio fatta eccezione per Jerez e Indianapolis. Numeri importanti tanto per il pilota tedesco quanto per il pupillo di Emilio Alzamora: sono loro i grandi protagonista della “middle class”. Se Bradl nella sosta post-Misano ha cercato di trovare un accordo per la MotoGP 2012, Marquez ha avuto modo di provare a Valencia affiancato nella giornata di lunedì da Alex De Angelis, uno dei tre nostri portacolori in lizza per il terzo posto nel mondiale. Il sammarinese per il momento insegue a tre punticini da Andrea Iannone, tornato nelle posizioni che contano dalla splendida vittoria di Brno, alla ricerca di una riconferma al Motorland Aragon dove lo scorso anno spazzò via la concorrenza conquistando un’autorevole affermazione in gara. Da seguire in Aragona anche a Simone Corsi, costantemente in zona punti, ma a caccia di quel podio che manca addirittura da Jerez. Sempre a proposito di piloti italiani, Michele Pirro ritorna sul tracciato dove esordì lo scorso anno proprio con la Moriwaki Gresini, mentre cercano di uscir fuori da un periodo difficile Claudio Corti (Suter Italtrans), Raffaele De Rosa (alla terza gara con la Suter del Forward Racing) e Alex Baldolini (di nuovo in Forward Racing) con Mattia Pasini dal rendimento in crescendo nelle ultime gare con la seconda FTR di Ioda Racing Project. Al Motorland Aragon ci sarà da seguire con interesse anche piloti “di casa” come Julian Simon, Tito Rabat, Pol e Aleix Espargaro, senza scordarci di Elena Rosell alla seconda presenza nel Motomondiale cercando, rispetto ad Assen, di qualificarsi anche grazie a diversi test con la Suter MMXI Moto2 messa a disposizione dal team Aspar. La 24enne valenciana non sarà l’unica “novità” in griglia: Tomoyoshi Koyama rileva nuovamente l’infortunato Kenan Sofuoglu in Technomag CIP, Joan Olive passa al team Aeroport de Castello/Motorsport 69, mentre Yonny Hernandez ritorna dopo l’infortunio di Brno. Si rivedrà ai nastri di partenza della 600cc anche Sergio Gadea, questa volta con la Moriwaki del G22 Racing Team orfana di Carmelo Morales, mentre il 20enne polacco Mateusz Korobacz esordirà nel Motomondiale da wild card con la terza Moriwaki MD600 del QMMF Racing Team portando a 39 il numero degli iscritti per la seconda edizione del Gran Premio d’Aragona.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy