Moto2: doppia frattura per Tito Rabat al Sachsenring

Moto2: doppia frattura per Tito Rabat al Sachsenring

“Scoperta” soltanto nei giorni dopo la gara

Commenta per primo!

Una doppia-frattura evidenziata soltanto tre giorni dopo. Questo è quanto accaduto a Tito Rabat, caduto nel corso della terza sessione di prove libere al Sachsenring, regolarmente in sella alla propria Pons KALEX in qualifica e gara (14° sul traguardo), in infermeria martedì presso la Clinica Universitaria Dexeus a Barcellona. Qui al vincitore del GP di Jerez è stata riscontrata una frattura mediale dell’astragalo e del calcagno sinistro, quando al Sachsenring il bollettino parlava esclusivamente di una parziale lesione ai legamenti. “Al Sachsenring mi avevano detto che avevo soltanto una lesione ai legamenti, ma in gara ho faticato tantissimo, non riuscivo a guidare“, spiega Tito Rabat. “Infatti questa mattina, quando mi sono sottoposto ad una visita medica di controllo, il Dottor Mir ha confermato che nella caduta di sabato mattina avevo rimediato due fratture. Gesso per dieci giorni Per fortuna adesso c’è un mese di sosta e avrò tutto il tempo per recuperare pientamente da questo infortunio: 10 giorni di riposo prima di iniziare la riabilitazione“. Rabat dovrà tenere il gesso al piede sinistro per una decina di giorni, ma non sarà necessario dover ricorrere ad un intervento chirurgico.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy