Moto2: dopo Estoril Stefan Bradl guarda tutti dall’alto

Moto2: dopo Estoril Stefan Bradl guarda tutti dall’alto

Si ritrova in testa alla classifica con 2 vittorie

Non è un bluff. Archiviata la terza prova stagionale del mondiale Moto2, Stefan Bradl si ritrova in testa alla classifica di campionato con 61 punti e due vittorie (Losail ed Estoril) all’attivo, segno di un netto salto di qualità rispetto allo scorso anno, trovando un perfetto affiatamento con la rinnovata KALEX gestita dal Kiefer Racing.

Figlio d’arte, ex-campione spagnolo 125cc, ha bissato il trionfo conseguito nel 2010 a Estoril pur con un altro telaio (ieri Suter, oggi KALEX), ribadendo le proprie credenziali per la corsa al titolo mondiale. Un traguardo a cui crede fortemente Bradl e tutto il Viessmann Kiefer Racing, come dimostrano le parole dello stesso pilota tedesco al termine del week-end di Estoril.

E’ stata una gara durissima e soltanto adesso sto realizzando cos’è successo“, spiega Stefan Bradl. “L’aspetto più difficile è stato tenere alto il livello di concentrazione perchè la pista era in condizioni critiche: c’erano dei tratti bagnati e commettere un errore era davvero dietro l’angolo.

Mi sono ritrovato in testa, ho tenuto un buon passo, ed è arrivata la vittoria. Non è stato facile perchè prima Thomas Luthi e successivamente Andrea Iannone sono riusciti a portarsi al comando prima di finire a terra: questo dimostra come sia facile sbagliare.

All’ultimo giro ho visto che si era riavvicinato Julian Simon, batterlo non era semplice, aveva un buon passo ed è un pilota molto combattivo. Poteva anche bastarmi un secondo posto, ma vincere è tutta un’altra cosa. Io e la squadra stiamo vivendo un buon momento, speriamo e crediamo che sia possibile andare avanti così per tutto il resto della stagione“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy