Moto2: Carmelo Morales OK, ma quanta paura a Barcellona!

Moto2: Carmelo Morales OK, ma quanta paura a Barcellona!

Crash terrificante all’ultimo giro della gara

Viene già chiamato “Miracorales”. Il tremendo incidente che ha visto sfortunato protagonista Carmelo Morales all’ultimo giro della Moto2 a Barcellona ha fatto il giro del mondo: tamponamento ai danni di Kenny Noyes, una serie di ribaltamenti di moto e pilota ai margini della pista con la Kalex piombata addosso all’esperto pilota spagnolo. Incredibile che una sequenza del genere non ha portato alcun danno al pilota che a Barcellona ha sostituito Axel Pons, tanto che già questo fine settimana potrà correre al Motorland Aragon la gara del CEV Moto2, campionato dove è presenza fissa con la Suter del team Laglisse.

Morales, 31 anni, nell’ultimo biennio campione del CEV Extreme (moto 1000cc “preparate”, oggi rimpiazzata dalla “Stock Extreme”) ed Europeo Superstock 1000 nella gara in prova unica di Albacete, era in lotta per la 7° posizione con Kenny Noyes dopo un eccezionale 6° tempo in prova. Tester di Suter anche per la Moto2, Morales ha ripercorso tutti i momenti di questo brutale incidente.

Io e Kenny (Noyes) ci siamo passati penso 4 volte nell’ultimo giro. Ho provato a passarlo e sono uscito meglio dall’ultima curva nel tentativo di prendere la scia: ho sbagliato, ho calcolato male la distanza e ci siamo toccati.

Sono caduto e ho cominciato a cadere, avevo davvero paura di colpire il muro. Ho sentito un colpo davvero molto forte, mi han detto che è stata la moto. Ho così continuato a rotolare per terra, ad un certo punto non riuscivo più a resprirare, ma poco dopo tutto è andato per il meglio e non ho avuto danni.

Volevo finire la gara e penso potevo concludere nei primi cinque, ma ho commesso qualche errore. Di sicuro nell’incidente sono stato molto fortunato“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy