Moto2: a Brno 5 piloti all’inseguimento di Toni Elias

Moto2: a Brno 5 piloti all’inseguimento di Toni Elias

Riparte la sfida iridata nella nuova middle class

di Redazione Corsedimoto

Riparte dal Masaryk Circuit di Brno la stagione 2010 della Moto2, ritrovando in Toni Elias leader consolidato grazie al successo del Sachsenring. Una vittoria giunta nel momento più opportuno per il pilota del team Gresini, uscito fuori da un periodo di risultati altalenanti guadagnando margine in classifica, giusto in contemporanea con le disavventure dei suoi più diretti avversari: Simone Corsi e Thomas Luthi a terra, Shoya Tomizawa fuori dalla zona punti per un pneumatico “difettoso”, Julian Simon in difficoltà. L’unico a tener testa, e dominare la prima parte di gara, è stato Andrea Iannone, ora terzo in classifica pagando 46 punti rispetto al leader. Brno rappresenterà pertanto una tappa fondamentale in prospettiva campionato: se non si può parlare di “ultima chiamata” per i contendenti al titolo, poco ci manca. Toni Elias farà di tutto per metter in campo tutto il proprio potenziale sul tracciato dove è salito sul podio negli ultimi due anni in MotoGP; d’altro canto dovrà vedersela con un quintetto di avversari obbligati ad una convincente prestazione in Repubblica Ceca. Si inizia da Thomas Luthi (2°) che ha totalizzato più punti di tutti nelle ultime gare, per proseguire con Julian Simon fiducioso delle proprie credenziali iridate, Shoya Tomizawa pronto per il riscatto ed i nostri Andrea Iannone e Simone Corsi che non hanno bisogno di presentazioni. Come sempre risulta difficile pronosticare i valori in campo gara per gara della Moto2, ma per quanto visto al Sachsenring la speranza è di ritrovare ai vertici anche Roberto Rolfo, 3° con il team Italtrans S.T.R. pronto a riportare in pista Mattia Pasini, in questi giorni molto attivo in pista a Misano Adriatico. Quasi certa la partecipazione al GP di casa come wild card anche alla luce del forfait obbligato di Roberto Tamburini, infortunatosi nella Supersport a Silverstone, iscritto con una Bimota HB4 del Bike Service Racing Team. Si “muove” il mercato piloti anche in prospettiva 2011 con gli attesi “tagli” nello schieramento: l’intenzione di Dorna Sports è di presentare una competitiva griglia di 32-34 piloti rispetto ai (troppi?) 40-42 attuali. C’è necessità da parte dei piloti a Brno di conseguire risultati utili per trovar conferme, e soprattutto budget, per l’anno venturo, dove ci sarà una grande ressa per conquistare gli ultimi posti disponibili. Tra le novità di Brno fortemente a rischio la partecipazione del RSM Team Scot: non tanto per l’infortunio rimediato da Andrew Pitt nel British Superbike a Brands Hatch (frattura della clavicola), bensì per il divorzio con Rapid Inside NCS che realizza i telai. Se è incerto il futuro del team Scot, pur sempre squadra campione in carica della 250cc, a Brno ci saranno tante novità tecniche un pò per tutti i “telaisti” impegnati: Suter ha già fatto debuttare al Sachsenring una nuova MMX, in Moriwaki si lavora senza soste e sarà presentata una nuova aerodinamica (cupolino, carene). Insomma, tutti i costruttori hanno sfruttato questo mese di sosta per effettuare alcune modifiche tecniche essenziali, lavorando senza sosta per guadagnare qualche “cliente” in più. Per il Gran Premio di Repubblica Ceca saranno attesi secondo consuetudine 40 piloti titolari più 2 wild card: la prima assegnata a Xavier Simeon, ormai presenza fissa con l’Holiday Gym Racing al fianco di Fonsi Nieto e Yannick Guerra, la seconda al polacco Lukasz Wargala che ha già provato la Suter del Racing Team Germany proprio a Brno, anche se questa partecipazione resta da confermare dagli organi federali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy