250cc Mugello Gara: Pasini, vittoria e duello con Simoncelli

250cc Mugello Gara: Pasini, vittoria e duello con Simoncelli

Terzo Bautista aspettando le decisioni della direzione gara

Commenta per primo!

Dalla “Squadra Forse” di questo inverno, alla vittoria più bella che si può. Mattia Pasini ha conquistato il Gran Premio d’Italia al Mugello, battendo dopo un duello rapido ed intenso di un solo giro l’amico Marco Simoncelli, compagno di diverse gare ed avventure (i due sono praticamente cresciuti insieme dalle minimoto al Motomondiale). Naturalmente è il pilota riminese il grande protagonista, riuscendo a conquistare la seconda vittoria in carriera nella quarto di litro dopo il successo dell’esordio lo scorso anno a Losail. Va detto che questa è anche la prima vittoria del Team Toth, squadra ungherese che, con il passare degli anni, è diventata tra le più professionali e meglio seguite dal Gruppo Piaggio nella categoria. Tornando alla corsa, questa gara ha sincerato la vittoria di Mattia Pasini e la grande grinta di Marco Simoncelli, secondo dopo anche un contatto che farà discutere con Alvaro Bautista.

Aggressivo, forse troppo per il pilota di Talavera, con il quale è giunto al contatto in un ingresso “deciso” alla Savelli: contatto, fuori pista entrambi, porte aperte a Mattia Pasini, costretto poi a difendere e rispondere colpo su colpo agli attacchi di Simoncelli all’ultimo giro. Suona l’inno di Mameli per una doppietta italiana aspettando le decisioni della direzione gara, con Simoncelli che, al momento, ha ridotto il gap in classifica rosicchiando altri quattro punti a Bautista. Fuori dal podio è invece giunto Thomas Luthi, quarto in una rimonta che lo ha portato davanti a Hector Barbera e ad uno “spento” Hiroshi Aoyama. L’Italia delle due ruote può anche celebrare la nona posizione di Raffaele De Rosa, che ha preceduto Roberto Locatelli ed un Alex Baldolini alla sua miglior gara stagionale.

Prossimo appuntamento Barcellona, ma nell’immediato in direzione gara, dove tutto è ancora possibile e, se vogliamo, è anche in gioco il futuro di questo campionato, di quello di Marco Simoncelli soprattutto.

Cronaca di Gara

Piove giusto a 5 minuti dal via della corsa, da un breve scroscio ad una pioggia torrenziale che obbliga i commissari a dichiarare “Wet Race”. Grande lavoro per i tecnici delle varie squadre, giusto in tempo per la partenza che vede Marco Simoncelli scattare al meglio, prendendo il comando e realizzare una prima fase di gara davvero superlativa: 3″ di vantaggio al primo giro, 5″8 al secondo, quasi 7″ al terzo passaggio. A dir poco “pazzesco” l’operato del Campione del Mondo, dietro si registra invece una grande lotta per la seconda posizione con Barbera, Aoyama, Bautista e Faubel. La lotta si apre anche con Mattia Pasini velocissimo, tanto che al terzo giro conquista la seconda posizione dopo una serie di sorpassi.

E’ l’inizio di un cambiamento per la quarto di litro a Scarperia: Simoncelli inizia a perdere terreno, Bautista risulta il pilota più veloce. In un lampo il pilota di Talavera si riprende la seconda posizione ai danni di Pasini ed inizia una rimonta completata al nono giro, quando passa il rivale alla San Donato. I due restano a contatto, con Pasini poco dietro ed una classifica che vede in quarta posizione Aoyama a precedere Luthi, Barbera, Faubel, Debon ed il terzetto italiano composto da De Rosa, Locatelli e Baldolini.

Al decimo giro si registra il colpo di scena che darà uno scossone alla corsa: ingresso della “Casanova”, si va verso la “Savelli” e Simoncelli prova un attacco impossibile, i due si toccano e lo spagnolo viene praticamente “spinto” fuori dal Campione del Mondo. L’incidente entra nel materiale da rivedere in direzione gara, la leadership viene così presa da Mattia Pasini, zitto zitto, pronto a sfruttare i regali altrui, anche se non sembra così semplice. Simoncelli e, soprattutto, Bautista, sono lì a giocarsela, ma il pilota spagnolo rischia di vedersi catapultare in aria all’ingresso della “Biondetti”. Per questa ragione dosa il gas, pensa al campionato e all’eventuale Provvidenza della direzione gara.

La battaglia si trasforma così in un duello italiano, con Marco Simoncelli che ha praticamente preso Mattia Pasini e regalano un ultimo giro fuori da ogni logica: si passano e ripassano praticamente ad ogni curva, fino a quando alla “Scarperia” il riminese ha la meglio e conquista la sua seconda vittoria in 250 con Simoncelli secondo davanti a Simoncelli a completare una semplica doppietta italiana. Terzo è Bautista (aspettando le decisioni della direzione gara), quarto Luthi a precedere Barbera, Aoyama, Debon, Faubel, De Rosa, Locatelli e Baldolini 11°.

250cc World Champiomship 2009

Mugello, Classifica Gara

01- Mattia Pasini – Team Toth Aprilia – Aprilia RSA 250 – 23 giri in 45’38.391
02- Marco Simoncelli – Metis Gilera – Gilera RSA 250 – + 0.117
03- Alvaro Bautista – Mapfre Aspar Team – Aprilia RSA 250 – + 1.293
04- Thomas Luthi – Emmi Caffe Latte – Aprilia RSA 250 – + 24.557
05- Hector Barbera – Pepe World Team – Aprilia RSA 250 – + 27.014
06- Hiroshi Aoyama – Scot Racing Team – Honda RS250RW – + 30.037
07- Alex Debon – Aeropuerto Castello Blusens – Aprilia RSA 250 – + 31.325
08- Hector Faubel – Valencia CF Honda SAG – Honda RS250RW – + 35.178
09- Raffaele De Rosa – Scot Racing Team – Honda RS250RW – + 44.856
10- Roberto Locatelli – Metis Gilera – Gilera RSA 250 – + 46.483
11- Alex Baldolini – WTR San Marino Team – Aprilia RSW 250 LE – + 49.521
12- Mike Di Meglio – Mapfre Aspar Team – Aprilia RSW 250 LE – + 1’00.539
13- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Aprilia RSA 250 – + 1’23.730
14- Ratthapark Wilairot – Thai Honda PTT SAG – Honda RS250RW – + 1’25.519
15- Imre Toth – Team Toth Aprilia – Aprilia RSA 250 – + 1’30.397
16- Balazs Nemeth – Balatonring Team – Aprilia RSW 250 LE – a 1 giro
17- Axel Pons – Pepe World Team – Aprilia RSW 250 LE – a 1 giro
18- Bastien Chesaux – Racing Team Germany – Honda RS250RW – a 1 giro
19- Valentin Debise – CIP Moto GP250 – Honda RS250RW – a 1 giro
20- Daniel Arcas – Milar Juegos Lucky – Aprilia RSV 250 – a 3 giri

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy