250cc Le Mans Gara: Marco Simoncelli torna alla vittoria

250cc Le Mans Gara: Marco Simoncelli torna alla vittoria

Classifica di campionato che si accorcia, Bautista leader

Commenta per primo!

Ci voleva una gara così: Marco Simoncelli torna alla vittoria, non incontrando alcun rivale nei 26 giri della corsa riservata alla classe 250 sul tracciato Bugatti di Le Mans. Il romagnolo, scattato dalla prima fila dello schieramento, non ha commesso errori: partito bene, ha preso il comando nel corso del primo giro, non lasciando alcunchè agli avversari, che hanno cercato di non commettere errori limitando i danni in una gara a senso unico. Con questa vittoria, la nona in carriera e settima nella quarto di litro, Simoncelli raggiunge quota 41 in classifica riaprendo i giochi campionato, grazie all’incostanza di Hiroshi Aoyama, solo ottavo nonostante condizioni a lui storicamente favorevoli, e Alvaro Bautista. L’ex iridato della 125 è riuscito, anche grazie alle cadute di suoi più sfortunati colleghi, a recuperare fino alla quarta posizione per 13 preziosi punti per la classifica generale che lo collocano in testa, giunto un punticino su Aoyama.

Chiara e quantomai spettacolare la classifica: Bautista 67, Aoyama 66, Barbera 48, Simoncelli 41. Tutto ancora in gioco con il Mugello in vista in una giornata che premia anche un altro italiano, quel Roberto Locatelli tornato sul podio con la seconda Gilera, preceduto soltanto da Hector Faubel, ex-vice campione del mondo scaricato da “Aspar” al termine della scorsa stagione, tornato competitivo con una Honda del team Stop and Go vestita dei colori del Valencia Calcio. La squadra iberica ha celebrato anche la quintta posizione di Ratthapark Wilairot, al suo miglior risultato nella personale avventura nella quarto di litro, dimostrandosi sempre più un professionista e protagonista della quarto di litro, aspettando il futuro con la Moto2 che dovrebbe consentirgli un mezzo più competitivo per puntare al successo.

Tra i festanti c’è anche Raffaele De Rosa, che con grande attenzione ha chiuso in settima posizione non sbagliando nulla, nella giornata anche di alcuni eccellenti delusi. Tra questi vi è Thomas Luthi, a lungo secondo, buttato a terra da un arrembante Alex Debon. Sfortuna analoga per Mattia Pasini, scivolato in piena rimonta e con un passo in grado di portarlo a ridosso di Simoncelli; errore pesante, come quello di Alex Baldolini, quinto in quell’istante all’inseguimento di Locatelli. Poteva esser un podio a dir poco incredibile con l’Aprilia “LE” del WTR San Marino, gettato al vento dalle insidie di un circuito Bugatti che regalerà a breve una gara della MotoGP da ricordare ed una 250cc che, all’ultimo vero anno, regala un campionato da favola e combattutissimo, anche grazie al “ritorno” di Marco Simoncelli.

Cronaca di Gara

La pioggia non diminuisce, anzi, rafforza la propria intensità per il malumore generale del paddock del Motomondiale. Allo spegnimento del semaforo Simoncelli ha lo spunto migliore, ma Aoyama lo sorprende alla chicane Dunlop voltando per primo. Il giapponese riesce a controllare l’azione del Campione del Mondo fino alla “Garage Vert”, dove arriva lunghisssimo, perde cinque posizioni e così “Sic” può tornare in testa davanti ad un incredibile Angel Rodriguez e Lukas Pesek, con Alvaro Bautista solo 11° e la coppia composta da Shoya Tomizawa e Bastien Chesaux fuori gioco per due distinte cadute. E’ una gara che si gioca con rischi ed insidie ad ogni curva, e al secondo passaggio ne fanno le spese i sorprendenti Rodriguez (curva “La Chapelle”) e Pesek (curva “Le Musèe”), chiudendo anzitempo la corsa. Via libera dunque per Marco Simoncelli, anche per Mattia Pasini che ha un ritmo velocissimo, riesce al terzo giro a portarsi in seconda posizione spazzando via le ambizioni di Luthi, Faubel e Debon che chiudono la top five.

Il riminese è davvero una furia, ha un passo in grado di riportarlo a contatto con Simoncelli ma, ahinoi, commette un’ingenuità al quarto giro, volando a terra e disperandosi per un potenziale risultato positivo gettato al vento per un banale errore. L’Italia delle due ruote può comunque celebrare, al di là del primato del Campione in carica, per le prestazioni eccellenti di Roberto Locatelli e Alex Baldolini, rispettivamente quinto e sesto ed in grandiosa rimonta sul terzetto di inseguitori alle spalle della Gilera #58. Resta comunque una gara critica, con sei piloti caduti nei primi sei giri ed una classifica che recita Simoncelli leader con ampio margine su Luthi, più staccati Debon, Faubel, Locatelli, Baldolini, Aoyama, Barbera e Bautista.

Non è finita qui, naturalmente: settimo passaggio, ingresso della curva “Le Musèe”, sbaglia l’inserimento Baldolini che era vicinissimo a Locatelli per la quinta posizione: errore, scivolata inevitabile ed un potenziale buon risultato che va in fumo. Dalla delusione del “Baldo” a due piloti che rialzano la testa, come Thomas Luthi (il più veloce in pista) e Bautista, che ingaggia con il connazionale Barbera un bel duello per la sesta e settima posizione. Fuori gioco all’undicesimo passaggio Mike Di Meglio, tradito dall’ultima curva con un’Aprilia RSW imbizzarrita.

Quando la gara sembra non offrire più emozioni, al 17° giro (guarda un pò) alla staccata della “Garage Vert” Alex Debon sbaglia, scivola e centra l’incolpevole Thomas Luthi: entrambi ripartiranno, ma consegnando piazzamenti a podio a Hector Faubel e Roberto Locatelli. Ne è felice anche Alvaro Bautista, che guadagna una preziosa quarta posizione limita-danni nel gran giorno Marco Simoncelli, vincitore della sua prima gara stagionale con il podio così completato da Faubel e Locatelli, con a seguire Bautista ed il thailandese Ratthapark Wilairot, sempre più competitivo. Ottavo Hiroshi Aoyama, che perde così la leadership di campionato a favore di Bautista, ma per un solo punto.

250cc World Championship 2009
Le Mans, Classifica Gara

01- Marco Simoncelli – Metis Gilera – Gilera RSA 250 – 26 giri in 49’07.591
02- Hector Faubel – Valencia CF Honda SAG – Honda RS250RW – + 18.128
03- Roberto Locatelli – Metis Gilera – Gilera RSA 250 – + 21.642
04- Alvaro Bautista – Mapfre Aspar Team – Aprilia RSA 250 – + 31.087
05- Ratthapark WILAIROT THA Thai Honda PTT SAG – Honda RS250RW – + 50.497
06- Raffaele De Rosa – Scot Racing Team – Honda RS250RW – + 56.366
07- Lukas Pesek – Auto Kelly CP – Aprilia RSW 250 LE – + 1’16.025
08- Hiroshi Aoyama – Scot Racing Team – Honda RS250RW – + 1’22.882
09- Imre Toth – Team Toth Aprilia – Aprilia RSA 250 – + 1’35.556
10- Vladimir Leonov – Viessmann Kiefer Racing – Aprilia RSV 250 – a 1 giro
11- Hector Barbera – Pepe World Team – Aprilia RSA 250 – a 1 giro
12- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Aprilia RSA 250 – a 1 giro
13- Valentin Debise – CIP Moto GP250 – Honda RS250RW – a 1 giro
14- Toby Markham – C&L Racing – Honda RS250RW – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy