125cc Valencia Gara: Zarco out, Terol campione, vince Vinales

125cc Valencia Gara: Zarco out, Terol campione, vince Vinales

Si decide al terzo giro l’ultimo mondiale della classe 125

Commenta per primo!

Ci ha pensato il nuovo fenomeno del motociclismo iberico Maverick Vinales a vivacizzare una contesa decisa già al terzo delle 24 tornate previste dell’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia. Obbligato a vincere Johann Zarco, l’unico avversario di Terol nella corsa al titolo mondiale, esagera all’ingresso del curvone ritrovandosi mestamente a terra. Addio sogni di gloria, primo trionfo iridato per Nico Terol, 23 anni di Alcoy, dal 2005 impegnato a tempo pieno nella categoria che proprio a Cheste chiude i battenti dopo mezzo secolo e più di storia.

Con Nico Terol che ha legittimato la conquista del titolo mondiale recuperando sino alla seconda posizione finale, i 100.000 e oltre di Valencia doverosamente applaudono Maverick Vinales, al quarto centro dopo Le Mans, Assen e Sepang in questa personale stagione d’esordio nella serie iridata. “Mack”, seguito (si fa per dire…) da Paris Hilton al muretto box, si è confermato pilota di grande talento, ma con una maturità agonistica fuori dal comune per i soli 16 anni di età, rompendo gli indugi al momento più opportuno ritrovandosi 3° in campionato favorito dall’uscita di scena nelle fasi iniziali del rivale per questo traguardo Sandro Cortese. Già campione europeo e spagnolo 125 GP nel 2010, Rookie of the Year, vincitore del Michel Metraux Trophy quest’anno, Vinales si pone come favorito #1 per la conquista del primo titolo iridato del mondiale Moto3 trovando conferma al BQR Team di Raul Romero con la quasi certa disponibilità di una competitiva Honda NSF250R.

Tornando al presente, l’ultima storica prova della classe 125cc ha riproposto sul podio Hector Faubel, terzo senza “mordente” nel rush finale, a precedere Jonas Folger, Alberto Moncayo e Luis Salom, protagonista di un contatto proprio all’ultima curva con Adrian Martin. Questo imprevisto ha spalancato le porte della top-10 ad un caparbio Luigi Morciano, 9° con la Aprilia RSW del Team Italia FMI, protagonista di una convincente rimonta per una gara che ha proposto tutti gli italiani, eccezion fatta per il ticinese Marco Colandrea (doppiato), in zona punti: Manuel Tatasciore con la RSA ex-Grotzkyj Giorgi del Phonica Racing è 11°, Alessandro Tonucci chiude 13°. Segnali incoraggianti aspettando un 2012 da vivere, possibilmente da protagonisti, nell’inedita Moto3: già domani, sempre a Valencia, la prima giornata di test invernali.

Cronaca di Gara

L’ultima gara nella storia della classe 125cc, titolo mondiale in palio: Johann Zarco può solo vincere e sperare in un piazzamento dalla 12° posizione in giù di Nico Terol. Terzo in griglia il pilota francese, nono lo spagnolo, in una prima fila che più inedita non si può scatterà dalla pole la Mahindra di Danny Webb con accanto la Aprilia RSW preparata dal Matteoni Racing condotta da Louis Rossi. C’è Paris Hilton che saluta in griglia di partenza Maverick Vinales, ma poco importa: alle 11:01 in punto accensione, spegnimento del semaforo.. via! Ottimo spunto di Danny Webb, resta al comando alla prima staccata su Vinales, Masbou, Faubel, Folger, Zarco non benissimo passato in sesta posizione. Webb prova ad andare in fuga, dietro c’è grande bagarre con Faubel che si colloca al secondo posto con i combattivi Folger e Masbou subito alle sue spalle quando si conclude il primo delle 24 tornate previste.

Già al secondo giro Faubel limita i sette decimi di svantaggio da Webb e riesce nel sorpasso ai danni del pilota britannico alla veloce curva “Aficion”: non altrettanto concreto il proprio compagno di squadra Terol che si vede sfilare da Cortese per l’ottava posizione, ma Zarco è soltanto al quinto posto, non sufficiente per sovvertire la situazione in campionato. Gran bella bagarre in questi primi passaggi, Webb prevedibilmente perde progressivamente terreno vedendosi sfilare da Folger, Vinales, Zarco e persino Cortese nel corso del terzo giro. Il pilota tedesco è letteralmente scatenato: in 3 curve, dalla 8 alla 11, in un sol colpo passa Zarco e Vinales.

Evidentemente Zarco si innervosisce e al veloce curvone in salita della “Champi Herreros” vola a terra: al terzo giro si decide il mondiale, Nico Terol, attualmente in sesta posizione, è l’ultimo Campione del Mondo nella storia della classe 125cc. Il francese dell’Ajo Motorsport non riuscirà a ripartire, grande festa per il team Aspar che si ritrova con Faubel al comando della contesa, ma soprattutto con Terol nuovamente sul tetto del mondo a due anni di distanza dal trionfo di Julian Simon della stagione 2009. La corsa, ovviamente, prosegue, Faubel decimo su decimo guadagna margine nei confronti di un combattivo terzetto composto da Folger, Cortese e Vinales, quest’ultimi a confronto per la terza posizione di campionato. Mentre si ritira Jack Miller (grande protagonista delle prove sul bagnato), Jakub Kornfeil vola a terra, Terol libero da pressioni di classifica viaggia con un buon ritmo guadagnando la quinta piazza ai danni di Salom, proponendosi per una seconda parte della contesa in totale rimonta.

Giunti ad 1/3 di gara, Vinales e Cortese continuano a non risparmiarsi colpi proibiti nella lotta per la seconda piazza pressati da un consistente Folger, ma soprattutto da Terol che ha ormai riagganciato questo gruppetto. Arriva subito il primo sorpasso a scapito di Folger, intanto compaiono qualche gocciolina di pioggia sulle telecamere ed il cupolino delle 125cc in gara; in questa situazione c’è chi forza il ritmo e, per il bene dello spettacolo, è il caso di Vinales e Cortese che si portano a ridosso dell’ormai ex-fuggitivo Faubel. Un momento favorevole che dura poco per Cortese, a terra all’altezza della curva 4 nel corso dell’undicesimo giro, spalancando di fatto le porte del terzo posto in campionato a Vinales.

Fuori anche un altro protagonista come Danny Webb (pur sempre l’autore della pole position), al giro di boa della contesa cambia tutto: Faubel è ormai pressato da Vinales, il sorpasso avviene alla veloce piega “Aficion” lasciandosi sfilare due curve più avanti anche da Terol. Il Campione del Mondo 2011 è scatenato e alla tornata seguente decide di rompere gli indugi con attacco e sorpasso ai danni di Vinales alla staccata della curva 3 per la comprensibile soddisfazione del box Aspar dove sono presenti tutte le autorità locali della Comunitat Valenciana.

In un momento di esaltazione generale, Faubel trova le giuste motivazioni per passare Vinales all’ultima curva portandosi all’inseguimento di Terol autore del giro più veloce in 1’43″145. Verso il rush finale con le KTM del team Caretta Technology fuori gioco (Miller fermato da un problema tecnico, Masbou da una scivolata), doveroso riportare la situazione in classifica: Terol conduce con Faubel e Vinales poco staccati, Folger quarto in solitaria, seguono Vazquez, Salom, Martin, Monccayo, Kent e Rossi a completare la top-10 con i nostri Luigi Morciano 12° e Manuel Tatasciore 14°. A sei giri dalla bandiera a scacchi cambiano nuovamente i valori in campo con Terol che si fa sfilare (volontariamente?) da Vinales e Faubel, proprio quando sembra iniziare a piovere sul serio. Maverick sfrutta il momento e guadagna metri preziosi sulla coppia Aspar, il tutto mentre proseguono i movimenti nelle posizioni fuori dalla top-10: il sudafricano Brad Binder vola a terra in “Zarco-style”, Luigi Morciano completa la rimonta passando Niklas Ajo per l’undicesima piazza a 3 giri dalla bandiera a scacchi.

Meno 2 al termine, Vinales doppia il nostro Marco Colandrea, la pioggia aumenta d’intensità con Terol che sfila Faubel per la seconda posizione: è l’ultimo cambiamento nella top-3, “Mack” vince ed è al quarto centro in questa stagione d’esordio nel Motomondiale, chiude terzo in campionato alle spalle del grande deluso Johann Zarco e di Nico Terol, secondo sul traguardo e nuovo, ultimo Campione del Mondo nella storia della classe 125cc. Giù dal podio c’è Vazquez, quinto è Folger a precedere Luis Salom giunto al contatto proprio all’ultima curva con Adrian Martin spalancando le porte della 9° posizione al nostro Luigi Morciano con Manuel Tatasciore 11° e Alessandro Tonucci 13°. Da domani tutti in pista, ma con le monocilindriche 250cc 4 tempi della classe Moto3.

125cc World Championship 2011
Valencia, Classifica Gara

01- Maverick Vinales – Blusens by Paris Hilton Racing – Aprilia RSA 125 – 24 giri in 41’44.138
02- Nico Terol – Bankia Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 3.216
03- Hector Faubel – Bankia Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 7.460
04- Efren Vazquez – Avant AirAsia Ajo – Derbi RSA 125 – + 14.560
05- Jonas Folger – Red Bull Ajo MotorSport – Aprilia RSA 125 – + 18.451
06- Alberto Moncayo – Andalucia Banca Civica – Aprilia RSA 125 – + 36.472
07- Luis Salom – RW Racing GP – Aprilia RSA 125 – + 52.614
08- Niklas Ajo – TT Motion Events Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’00.138
09- Luigi Morciano – Team Italia FMI – Aprilia RSW 125 – + 1’00.253
10- Louis Rossi – Matteoni Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’03.258
11- Manuel Tatasciore – Phonica Racing – Aprilia RSA 125 – + 1’09.892
12- Marcel Schrotter – Mahindra Racing – Mahindra GP 125 – + 1’12.741
13- Alessandro Tonucci – Team Italia FMI – Aprilia RSW 125 – + 1’18.337
14- John McPhee – Racing Steps Foundation KRP – Aprilia RSW 125 – + 1’18.434
15- Giulian Pedone – Phonica Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’20.580
16- Sturla Fagerhaug – WTR Ten10 Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’21.155
17- Danny Kent – Red Bull Ajo MotorSport – Aprilia RSW 125 – + 1’27.770
18- Peter Sebestyen – Matteoni Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’33.406
19- Dani Ruiz – Larresport – Honda RS125R – 1’34.593
20- Jasper Iwema – Ongetta Abbink Metaal – Aprilia RSA 125 – + 1’34.832
21- Marco Colandrea – WTR Ten10 Racing – Aprilia RSW 125 – a 1 giro
22- Alexis Masbou – Caretta Technology – KTM RC 125 – a 1 giro
23- Kevin Hanus – Team Hanusch – Honda RS125R – a 1 giro
24- Jakub Kornfeil – Ongetta Centro Seta – Aprilia RSA 125 – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy