125cc: Smith, Terol, Espargaro e Marquez a confronto

125cc: Smith, Terol, Espargaro e Marquez a confronto

I quattro favoriti del mondiale della 125cc

Commenta per primo!

Prematuro chiamarli, riprendendo la terminologia abituale della MotoGP, i “Fantastici 4” della classe 125cc. Di certo quest’anno ci sono quattro piloti ritenuti i grandi favoriti per la conquista del mondiale: Bradley Smith, Nicolas Terol, Pol Espargaro e Marc Marquez, in rigoroso ordine di classifica della stagione 2009.

Il settimanale iberico del settore “Motociclismo” ha messo a confronto i quattro protagonisti della stagione 2010, sentendo un pò il loro pensiero al riguardo. Bradley Smith, vice-campione in carica, non si nasconde. “Questo per me sarà il mio quinto anno tra le 125cc, per questo non posso che pensare al titolo. Ho rinunciato alla Moto2 e avrei rinunciato anche alla MotoGP pur di correre quest’anno in 125cc e vincere il campionato“.

Il suo nuovo compagno di squadra in Bancaja Aspar, Nico Terol, prenderà il posto del campione 2009 Julian Simon e sa di avere una grande occasione. “Sono molto fiducioso, vengo da due anni con la stessa squadra e capotecnico, sarà un pò tutto nuovo ma nei primi test ho trovato un buon feeling. Sarà un anno difficile perchè ci sono molto avversari: Smith, Espargaro, Marquez, penso anche Corsi e potrebbero esserci sorprese come Folger o Vazquez. I test di Barcellona saranno importanti per vedere il nostro livello“.

Stesso pensiero di Pol Espargaro, che punta sull’esperienza maturata nel 2009 per puntare al titolo mondiale. “Lo scorso anno abbiamo faticato a inizio stagione a mettere a punto la moto, abbiamo avuto problemi di affidabilità, ma alla fine eravamo veloci. Credo che il 2009 sarà utile per lottare in questa stagione, io parto molto fiducioso“.

Passato dalla KTM ad una Derbi, Marc Marquez infine non nasconde le proprie ambizioni. “L’anno scorso mi aspettavo di più. Adesso ho una nuova moto a disposizione, è difficile far previsioni, ma se devo esser realista il mio obiettivo è di lottare per il podio gara dopo gara“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy