125cc Sachsenring Gara: Espargaro a terra, Marquez vince

125cc Sachsenring Gara: Espargaro a terra, Marquez vince

Quinta vittoria di fila, la 100° della Derbi nel mondiale

Commenta per primo!

Un confronto, acceso, per la supremazia nella classe 125cc. Marc Marquez e Pol Espargaro si erano presentati al Sachsenring separati da un solo punto in classifica, ma con il medesimo proposito di andare in vacanza con una vittoria pesante ai fini campionato. Marquez in evidente stato di grazia con 4 vittorie di fila e 6 pole conseguite in 8 gare, Espargaro all’attacco nonostante non poche difficoltà nel resistere al velocissimo connazionale. I due si sono studiati nella scelta delle gomme (azzeccata: slick nonostante i primi giri sul bagnato con l’effimera fuga di Folger e Schrotter), hanno aspettato il momento giusto dando vita ad un duello durato 20 interminabili giri. Con gli inseguitori ad accusare un distacco ai limiti dell’imbarazzo (oltre 20″), il confronto si è risolto soltanto a tre giri dalla bandiera a scacchi dopo 12 (!) tra sorpassi e controsorpassi nel corso della gara.

All’uscita della “Sachsen Kurve” Pol Espargaro mette una ruota sull’erba sintetica ai margini del cordolo e viene proiettato a terra: Marquez lo evita, impossibile ripartire e gara conclusa. Disperazione per “Polyccio” che soltanto alla vigilia aveva dichiarato pubblicamente di voler puntare sulla costanza di rendimento, ritrovandosi ora con 26 punti da recuperare ed uno zero quasi determinante ai fini campionato. A contrapporsi a questa delusione c’è la gioia di Marc Marquez, alla quinta vittoria consecutiva regalando alla Derbi il 100° trionfo nel Motomondiale (anche se, come risaputo, la sua RSA è stata progettata dal Reparto Corse Aprilia a Noale…).

Dopo la musica c’è ragione di festeggiare per Tomoyoshi Koyama, sul podio nel 2007 al Sachsenring, ritornato ad assaporare lo champagne rendendo felice il Racing Team Germany, squadra dell’ex pilota Dirk Heidolf che conta su pochi mezzi economici ed una “vecchia”, ma eterna, Aprilia RSW. Sale sul podio Sandro Cortese 3° grazie ad un deciso sorpasso in volata su Tito Rabat, con Bradley Smith 5° e ormai fuori dai giochi campionato (con il team Aspar mai così in basso negli ultimi anni, complice l’assenza di Nico Terol)

In una gara ad eliminazione dovuta anche ad alcune incomprensibili scelte di pneumatici (chiedere a Folger, Schrotter e compagnia) succede di vedere un ottimo Johann Zarco 6° con l’Aprilia RSW del WTR San Marino, Sturla Fagerhaug (vice-campione della Red Bull Rookies Cup) 9° davanti alla wild card Daniel Kartheininger con la stessa KTM con cui milita nel campionato tedesco. Quattro punti che fanno morale per Lorenzo Savadori, 12° e unico tra i nostri sul traguardo dopo le scivolate di Simone Grotzkyj Giorgi, Luca Marconi e Marco Ravaioli con soli 18 piloti sotto la bandiera a scacchi, 13 a pieni giri. Per la 125cc si prospetta un mesetto di sosta prima di tornare in azione a Brno e per tutti pensare a come battere questo Marc Marquez: Pol Espargaro su tutti.

Cronaca di Gara

“Wet Race” secondo la direzione gara, la pista sembra asciugarsi con qualcuno che azzarda, giustamente, la scelta delle slick. Al via è Smith a partire benissimo, prende la leadership su Marquez, Espargaro, Vazquez, Folger. Proprio il pilota del team Ongetta è il più scatenato, nello spazio di tre curve passa in testa e guadagna già un buon margine su tutti gli inseguitori dove si notano anche Schrotter 5° (!) e Krummenacher alle sue spalle. Perdono posizioni i protagonisti del campionato, il risultato è di chiudere il primo giro con Folger ampiamente in testa davanti a Schrotter, Smith, Espargaro e Marquez a contatto, Krummenacher, Kornfeil, Rabat e Van Der Mark incredibilmente 9° con la Lambretta!

I due giovani tedeschi Folger e Schrotter vanno in fuga con la scelta di gomme da bagnato, l’asfalto si asciuga e tutti gli altri piloti sono in una fase attendistica di gara. Niente da fare per Luis Salom, costretto al ritiro per un problema tecnico alla propria Aprilia RSA: peccato perchè sul bagnato è uno dei piloti più veloci.

Dopo 4 giri la pista sembra ormai asciutta, lo dimostrano i riferimenti cronometrici degli inseguitori: giro veloce per Espargaro attualmente 3° davanti a Marquez, Smith, Krummenacher, Rabat e Koyama, Folger e Schrotter perdono nell’ordine di 1″1 a giro depauperando i 7″ di vantaggio acquisiti al via. Mentre Alberto Moncayo vola a terra alla “Sachsen” con la moto rimasta in mezzo alla pista (evitato di poco dal compagno di squadra Webb), davanti Folger e Schrotter sono stati raggiunti e superati da Marquez ed Espargaro sul passo dell’1’34”, proponendo così l’atteso duello del weekend.

I due iniziano a scambiarsi la prima posizione, dietro c’è poco da fare per Schrotter e Folger già 7° e 8°: da segnalare la 10° piazza di Kornfeil, l’11° del malese Zulfahmi con Lorenzo Savadori 21° primo degli italiani e Marco Ravaioli a terra. Con i due fuggitivi con già 10″ di margine sul poker composto da Krummenacher, Rabat, Smith e Koyama in lotta per l’ultima posizione del podio, dietro Folger esce di pista duellando con Zarco e Schrotter per l’ottavo posto: ripartità 22°.

Volano a terra Jasper Iwema e Simone Grotzykj Giorgi nel corso del 17° giro, la corsa logicamente prosegue con i duellanti in attesa del rush finale. Sbaglia a tre giri dal termine Randy Krummenacher alla “Coca Cola Kurve” (era 3°), ma sbaglia soprattutto Pol Espargaro in uscita dalla “Sachsen Kurve”: una ruota nell’erba sintetica, volo ed è impossibile ripartire. Vince così Marc Marquez la 5° gara consecutiva, sul podio a sorpresa Tomoyoshi Koyama davanti a Sandro Cortese che ha beffato all’ultima curva Tito Rabat. Quinto è Smith, seguono Zarco, Webb, Vazquez, Fagerhaug con Lorenzo Savadori 12° e unico italiano sul traguardo.

125cc World Championship 2010
Sachsenring, Classifica Gara

01- Marc Marquez – Red Bull Ajo Motorsport – Derbi RSA 125 – 27 giri in 41’28.274
02- Tomoyoshi Koyama – Racing Team Germany – Aprilia RSW 125 – + 17.578
03- Sandro Cortese – Avant Mitsubishi Ajo – Derbi RSA 125 – + 18.263
04- Tito Rabat – Blusens STX – Aprilia RSA 125 – + 19.098
05- Bradley Smith – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 19.713
06- Johann Zarco – WTR San Marino Team – Aprilia RSW 125 – + 44.976
07- Danny Webb – Andalucia Cajasol – Aprilia RSA 125 – + 53.243
08- Efren Vazquez – Tuenti Racing – Derbi RSA 125 – + 53.302
09- Sturla Fagerhaug – AirAsia Sepang Int. Circuit – Aprilia RSW 125 – + 53.589
10- Daniel Kartheininger – Freudenberg Racing Team – KTM RC 125 – + 1’05.078
11- Randy Krummenacher – Stipa Molenaar Racing GP – Aprilia RSA 125 – + 1’13.484
12- Lorenzo Savadori – Matteoni CP Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’13.719
13- Alexis Masbou – Ongetta Team – Aprilia RSW 125 – + 1’21.679
14- Marcel Schrotter – Interwetten Honda 125 – Honda RS125R – a 1 giro
15- Zulfahmi Khairuddin – AirAsia Sepang Int. Circuit – Aprilia RSW 125 – a 1 giro
16- Jonas Folger – Ongetta Team – Aprilia RSA 125 – a 1 giro
17- Jakub Kornfeil – Racing Team Germany – Aprilia RSW 125 – a 1 giro
18- Kevin Hanus – Thomas Sabo Team Hanusch – Honda RS125R – a 4 giri

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy