125cc: presentazione ad Assen per il team DeGraaf Molenaar

125cc: presentazione ad Assen per il team DeGraaf Molenaar

Ad Assen svelati i nuovi colori per Krummenacher e Webb

Dal 1994 nelle corse motociclistiche, dal 1996 nel Motomondiale spaziando dalla 500 alla 125 con trascorsi anche nella quarto di litro. Il Molenaar Racing, oggi conosciuto come “DeGraaf Grand Prix” per logiche di sponsor, festeggia i propri 15 anni di militanza negli sport motoristici con una Presentazione ben curata della squadra che correrà quest’anno, con grandi ambizioni, nel Mondiale 125cc. La location scelta per questo debutto è il TT Circuit Van Drenthe di Assen, tracciato di casa dove è stata svelata la nuova livrea che vestirà le Aprilia RSA di Randy Krummenacher e Danny Webb: il primo new entry della squadra olandese, il secondo da ormai tre stagioni con la struttura di Molenaar. Entrambi sono chiamati ad un campionato di livello, dopo essersi messi in luce a sprazzi nelle ultime stagioni con un percorso diverso.

Randy Krummenacher, svizzero 19enne dal nome di Mamola (scelto dal Babbo) ma con il numero di Kevin Schwantz, sarà alla sua terza stagione completa nella classe 125cc, la prima da ex-pilota KTM, casa che lo ha lanciato e portato subito nel mondiale con la squadra ufficiale. Reduce da un 2008 da dimenticare sotto ogni punto di vista (con numerosi infortuni uno dei quali in allenamento con la Mountain Bike che tanto ha fatto discutere rompendo, da un certo punto di vista, il rapporto di fiducia con la casa austriaca), “Krummy” ha trovato nel team DeGraaf una sistemazione perfetta per rilanciarsi. Arie Molenaar e Jarno Janssen, ex-pilota con trascorsi anche in 500cc oggi team manager della squadra olandese, hanno puntato su di lui per questo 2009, consentendogli di prendere confidenza con la squadra lo scorso novembre nel campionato spagnolo: a Jerez, al debutto, subito pole position e vittoria.

Buone premesse dunque per Krummenacher, che dovrà vedersela con Danny Webb. Classe ’91, prodotto del vivaio della MotoGP Academy, il pilota di Kent è stato un pò oscurato in questi anni dai connazionali Scott Redding e Bradley Smith (suo ex-compagno di squadra nel progetto congiunto di Dorna, Red Bull e di Albero Puig), tanto da vivere un pò in sordina queste ultime stagioni, dove si è fatto spesso notare per eccellenti performance in qualifica alle quali non ha saputo dare un seguito in gara. Alla sua terza stagione con il Molenaar Racing, sarà al terzo cambio di moto: Honda, Aprilia RS, adesso una Aprilia RSA.

Una moto “factory” a tutti gli effetti, competitiva per puntare a pole, vittorie e, perchè no, a vincere il “Derby” con i connazionali Redding e Smith, tutti in sella ad una RSA anche se schierati rispettivamente dai team BQR e Aspar. Webb partirà come outsider, un pò come il team di Arie Molenaar, squadra piccola ma professionale che, senza le luci della ribalta, ha portato comunque in pista negli anni piloti come Haruchika e Nobuatsu Aoki, Arnaud Vincent, Jakub Smrz, Stevie Bonsey, rivelandosi come un’ottima “palestra” formativa per giovani speranze del motociclismo internazionale.

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy