125cc Mugello Gara: Bradley Smith vince, sfortuna Iannone

125cc Mugello Gara: Bradley Smith vince, sfortuna Iannone

Vittoria che vale la leadership di campionato

Commenta per primo!

La gioia di Bradley Smith, la delusione e lo sconfronto di Andrea Iannone. Contrapposizione di sentimenti per un Gran Premio d’Italia al Mugello passato dalla preoccupazione per la pioggia ai conti di campionato, che vedono adesso l’inglesino prodotto della MotoGP Academy conquistare la leadership a quota 74 punti, 3.5 di vantaggio su Julian Simon solo terzo per alcuni problemi tecnici alla propria Aprilia RSA sul finale di gara. Naturalmente la notizia del giorno è il ritiro di Andrea Iannone, che nei primi cinque giri stava, riprendendo il tema del suo casco edizione speciale, dando la “caccia” ad una vittoria possibile. Purtroppo per lui al quinto passaggio, in uscita dalla variante Biondetti, è saltata la catena alla propria RSA: ritiro, disperazione, qualche lacrima ed un campionato che ora vede una questione a due tra Bradley Smith e Julian Simon, coppia del team Aspar che ha nettamente staccato la concorrenza.

Smith ha portato a casa la seconda vittoria stagionale ed in carriera nel Mondiale 125 dopo Jerez, anche se Simon ha da recriminare, considerando che non è stato battuto sul “campo”. In Spagna era scivolato, qui un problema tecnico lo ha costretto alla resa, aprendo le porte anche a Nicolas Terol sul podio con l’Aprilia del team Jack & Jones di Sito Pons (che invece vede Simone Corsi in crisi, solo diciottesimo). Chi gioisce è anche Pol Espargaro, quarto in rimonta davanti a Marc Marquez confermando che l’Italia gli piace molto ed il Mugello in particolare, mentre il bilancio tricolore è positivo a metà. La delusione di Iannone, ma anche la soddisfazione di Lorenzo Savadori, convincente nono e finalmente nella top ten con la RSA del Fontana Racing sul tracciato dove, lo scorso anno, si laureò Campione italiano.

Punticini utili anche per Lorenzo Zanetti, 12°, con la bella prova di Luigino Morciano, 17° e migliore dei prospetti della Junior GP, mentre Riccardo Moretti ha accusato problemi chiudendo solo 20° davanti a Davide Stirpe su Honda-CRP: entrambi si rifaranno nel Campionato italiano.

Cronaca di Gara

La direzione ritiene la gara “asciutta”: in effetti la pista ormai non offre più chiazze di bagnato, ed il tempo almeno per l’imminente gara della 125 sembra “tenere”. La partenza vede Scott Redding avere lo spunto migliore, ma si vede subito sopravanzare da Simon con Iannone partito bene, terzo a precedere Smith, Webb, Zarco, Terol e Marquez. Non si registrano cadute (caso più unico che raro nella ottavo di litro), si inizia il grande spettacolo della ottavo di litro con continui sorpassi e risorpassi: il più veloce e determinato è Andrea Iannone, secondo con una grande staccata alla “San Donato”, primo un giro più avanti passando Simon alla “Bucine”. Si profila un gruppetto di testa composto da otto piloti, con Iannone in piena bagarre con Terol, Simon, Redding, Webb, Smith, Marquez e la sorpresa Zarco, tutti in 8 decimi al passaggio sul traguardo. Riportare passo dopo passo quel che succede al Mugello è a dir poco impossibile, così come rischia di diventare la rincorsa al titolo per Iannone.

Al quinto giro, uscita della variante “Biondetti”, si ferma praticamente l’Aprilia #29: Andrea Iannone rientra ai box e, come viene evidenziato dalla regia internazionale, è saltata la catena. Un problema tecnico ormai “superato” per il Motomondiale, non per “Ianna”, che perde così terreno importante in classifica considerando che al comando ci sono Smith e Simon, con un discreto vantaggio per via del “buco” lasciato dal ritiro del pilota italiano. Si ritirano Olive e Vazquez, è fuori anche Danny Webb, quarto in quel momento a precedere la coppia Redding/Marquez che perdono così contatto dal terzetto di testa composto, nell’ordine, da Smith, Terol e Simon, fuggitivi ed in lizza per la vittoria al Gran Premio d’Italia.

Si formano pertanto due gruppetti combattuti, con il secondo per la quarta posizione formato adesso anche da Espargaro, Cortese e Zarco ricongiunti con Redding e Marquez: più staccato cè Lorenzo Savadori, in rimonta ed in lotta con Stefan Bradl per la 9°-10° posizione. Qui cè la grande battaglia, ma anche davanti dove Julian Simon al terz’ultimo giro commette un errore, rischia di volare a terra, perde 2″ concedendo così la possibilità a Bradley Smith e Nicolas Terol di giocarsi la vittoria. I due arrivano già con un bel divario che favorisce così il pilota inglese, alla sua seconda vittoria stagionale che gli vale la leadership di campionato. Al suo fianco sul podio Terol e Simon, quarto è Pol Espargaro a precedere Marquez, uno strepitoso Zarco, Redding, Bradl, Savadori (positivo 9°) e Cortese, caduto all’ultima curva quando era in lotta per un buon piazzamento. A punti Lorenzo Zanetti, 12°, ottimo 17° Morciano che precede Corsi mentre è 20° Moretti seguito da Stirpe. Prossima gara a Barcellona il 14 giugno prossimo.

125cc World Championship 2009
Mugello, Classifica Gara

01- Bradley Smith – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – 20 giri in 40’09.523
02- Nicolas Terol – Jack & Jones Team – Aprilia RSA 125 – + 0.216
03- Julian Simon – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 7.114
04- Pol Espargaro – Derbi Racing Team – Derbi RSA 125 – + 11.829
05- Marc Marquez – Red Bull KTM Moto Sport – KTM FRR 125 – + 12.315
06- Johann Zarco – WTR San Marino Team – Aprilia RSV 125 – + 14.605
07- Scott Redding – Blusens Aprilia – Aprilia RSA 125 – + 15.305
08- Stefan Bradl – Viessmann Kiefer Racing – Aprilia RSA 125 – + 22.255
09- Lorenzo Savadori – Fontana Racing – Aprilia RSA 125 – + 22.392
10- Sandro Cortese – Ajo Interwetten – Derbi RSA 125 – + 29.239
11- Sergio Gadea – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 36.359
12- Lorenzo Zanetti – Ongetta Team I.S.P.A. – Aprilia RSV 125 – + 36.444
13- Randy Krummenacher – Degraaf Grand Prix – Aprilia RSA 125 – + 36.507
14- Jonas Folger – Ongetta Team I.S.P.A. – Aprilia RSV 125 – + 36.581
15- Takaaki Nakagami – Ongetta Team I.S.P.A. – Aprilia RSV 125 – + 36.636
16- Esteve Rabat – Blusens Aprilia – Aprilia RSA 125 – + 36.834
17- Luigi Morciano – Junior GP Racing Dream – Aprilia RSV 125 – + 49.870
18- Simone Corsi – Jack & Jones Team – Aprilia RSA 125 – + 50.419
19- Dominique Aegerter – Ajo Interwetten – Derbi RSA 125 – + 1’05.900
20- Riccardo Moretti – Ellegi Racing – Aprilia RSV 125 – + 1’06.019
21- Davide Stirpe – CRP Racing – Honda RS 125 – + 1’20.225
22- Lukas Sembera – Matteoni Racing – Aprilia RSV 125 – + 1’21.946
23- Jasper Iwema – Racing Team Germany – Honda RS250RW – + 1’43.074
24- Gennaro Sabatino – Junior GP Racing Dream – Aprilia RSV 125 – a 1 giro
25- Luca Vitali – CBC Corse – Aprilia RSV 125 – a 1 giro
26- Alessandro Tonucci – Junior GP Racing Dream – Aprilia RSV 125 – a 1 giro

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy