125cc: Misano Adriatico tappa cruciale della stagione 2011

125cc: Misano Adriatico tappa cruciale della stagione 2011

Terol cerca la fuga, Zarco chiamato al riscatto dopo Indy

Commenta per primo!

Quando tutto sembrava portare ad un riaggancio in classifica nel mondiale 125cc, Nico Terol a Indianapolis, con una vittoria senza discussioni, si è riappropriato del ruolo di “lepre” della ottavo di litro vantando non meno di 26 punti di margine nei confronti di Johann Zarco. Sette giorni dopo per il forte pilota francese ci sarà subito l’occasione per il riscatto questo fine settimana a Misano Adriatico, tracciato che presenterà una tappa senza dubbio cruciale per la corsa all’ultimo titolo nella storia del mondiale 125cc. Nico Terol, mai sul gradino più alto del podio all’ex Santamonica, farà di tutto per conseguire la settima affermazione stagionale, abbastanza per correre con meno pressioni del solito in casa due settimane più tardi al Motorland Aragon di Alcaniz. Il portacolori Bankia Aspar, per sua stessa ammissione, ha corso a Indianapolis con l’imperativo di vincere, ritrovandosi in una situazione di campionato inattesa dopo lo strepitoso inizio di 2011 con la tripletta da Losail ad Estoril passando per Jerez de la Frontera. Nel frattempo gli avversari sono cresciuti, Terol ed il team Aspar hanno perso punti preziosi per strada, cambiando gli equilibri della “entry class” con nuovi volti in lotta per il primato. Per questo la vittoria di Indianapolis è parsa una liberazione per il vice-campione del mondo in carica, ristabilendo le gerarchie in pista obbligando adesso i diretti contendenti al titolo a forzare. Primo su tutti Johann Zarco, tradizionalmente veloce a Misano (dove ha mosso i suoi primi passi nel CIV), ma obbligato a conquistare la prima vittoria nel Motomondiale per tener vivo il discorso-campionato. Non ha più di questi pensieri Maverick Vinales, straordinaria rivelazione del 2011, che seguendo la strategia del vivere gara-dopo-gara spesso e volentieri si ritrova sul podio con la prospettiva di chiudere il campionato in terza posizione. Non male come stagione d’esordio per il campione europeo e spagnolo 125 in carica (nonchè vincitore di tutti i trofei promozional-propedeutici della penisola), abile a mostrare a Indy una maturità sorprendente per i soli 16 anni di età tanto da beffare in volata una “vecchia volpe” come Sandro Cortese, reduce dalla prima affermazione mondiale conseguita a Brno. Nuovi nomi nella lotta al vertice con la prospettiva a Misano di rivedere nelle posizioni che contano anche vecchie volpi come Hector Faubel (Bankia Aspar), Sergio Gadea (Blusens by Paris Hilton Racing) ed Efren Vazquez (Ajo MotorSport), dal rendimento altalenante in questo 2011 tanto da consentire ad altri esordienti di mettersi in mostra. Questo il caso del vice-campione Red Bull Rookies Cup in carica Danny Kent (tanto da meritarsi una Aprilia RSA a scapito del proprio compagno di squadra e colori Jonas Folger, “declassato” alla vecchia RSW), ma anche di Miguel Oliveira (da ultimo al via a ottavo sul traguardo a Indy) o di Alberto Moncayo, atteso (così come Luis Salom) al ritorno a Misano dopo l’infortunio rimediato a Indianapolis. Al Misano World Circuit è lecito attendersi anche una prova convincente dei piloti italiani al via della serie, ben 9 tra titolari e wild card. Simone Grotzkyj Giorgi punta a riconfermarsi nella top-10, Luigi Morciano (11° a Brno, 15° a Indy) in zona punti, Alessandro Tonucci e Francesco Mauriello ad avvicinare questo traguardo, impensieriti da wild card già in grado di mostrare tutto il proprio potenziale come Kevin Calia (2° nel CIV, a ridosso della zona a punti al Mugello), Manuel Tatasciore (presente a Brno), Massimo Parziani (convincente esordio al GP d’Italia) e l’esordiente Alessandro Giorgi, poleman e 3° in gara nella tappa del Campionato Italiano disputatasi proprio a Misano lo scorso mese di aprile. Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy