125cc: le wild card di Phillip Island, una ragazza al via

125cc: le wild card di Phillip Island, una ragazza al via

Avalon Biddle, 19 anni, all’esordio nel Motomondiale

Commenta per primo!

Saranno cinque le wild card al via della classe 125cc in occasione del Gran Premio d’Australia con una novità… “in rosa”. Si tratta di Avalon Biddle (nella foto), giovane motociclista neozelandese di 19 anni, all’esordio nel Motomondiale dopo aver tentato, nel recente passato, di superare le selezioni della Red Bull Rookies Cup. Nativa di Auckland, Avalon ha iniziato a correre da giovanissima a 5 anni, passando a 13 anni alle competizioni su pista conseguendo traguardi a dir poco inaspettati: 6 titoli amatoriali in madrepatria, ma soprattutto la conquista nel 2009 del campionato neozelandese 125 GP e, lo scorso anno, dell’Australasian Formula Extreme Championship sempre nella ottavo di litro. Avalon Biddle nel frattempo ha preso parte anche a diverse gare Stock 600 (anche in Giappone nel campionato FIM Asia, al via del round di Sugo), riuscendo a ottenere dalla FIM la wild card per disputare il Gran Premio d’Australia del mondiale 125cc. Per l’occasione Avalon correrà con la medesima Honda RS125R con la quale compete in madrepatria, ma con un nuovo motore preparato da RaceSuppliers. L’obiettivo per la giovane motociclista neozelandese è di qualificarsi: traguardo non raggiunto negli ultimi anni da wild card locali “in rosa” come Ornella Ongaro (Le Mans 2008, oggi protagonista della Supersport francese ed in gara alla North West 200) e Andrea Touskova (Brno 2009). Passando alle quattro wild card designate dalla federazione motociclistica australiana, la buona notizia è che sono stati selezionati i tre migliori piloti dell’Australian Superlites, campionato nazionale che combina da quest’anno le 125cc 2t e le 250cc 4 tempi. Non mancherà ovviamente il capoclassifica Josh Hook, classe ’92 di Taree (concittadino di Troy Bayliss..), nuovamente in gara dopo l’esperienza del 2010 (18° sul traguardo) con la Aprilia schierata dal proprio team Hook Racing ed il supporto di Taree Motorcycles. Hook nel 2010 aveva corso, senza esaltare, nella Red Bull MotoGP Rookies Cup, salvo propendere verso un ritorno “a casa” quest’anno conquistando tre vittorie su tre gare disputate dell’Australian Superlites con la stessa moto e team. Chi ha già una discreta esperienza “mondiale” è il 19enne del New South Wales Nicky Diles (nella foto in alto), alla terza wild card consecutiva a Phillip Island sempre con l’Aprilia del RSW Racing assistita da Shogai Imports. Nel 2009 dopo discrete qualifiche (30°) era caduto in gara al 2° giro; peggio è andata lo scorso anno, con un pauroso volo nelle prove alla velocissima piega sinistrorsa in salita della “Lukey Leights” rimediando la frattura di caviglia, tallone e piede della gamba destra. Trascorso l’inverno a recuperare da questo brutto infortunio, Diles è tornato a correre quest’anno nella Superlites ritrovandosi al 2° posto in campionato alle spalle di Hook, stesso piazzamento anche nell’Australian FX 125 GP Open Championship (serie “rivale” dei campionati motociclistici australiani sotto egidia di MA e del promoter IEG). Sarò invece all’esordio il 17enne Alex Phillis, a tutti gli effetti “di casa” a Phillip Island (è nativo di Heath Mount, stato di Victoria). Quinto in classifica nella Superlites, Phillis si alterna nel campionato nazionale tra una Yamaha TZ125 ed una più competitiva (ed aggiornata) Aprilia RSW 125, vantando anche l’apporto economico di QBE Insurance, title sponsor dell’Australian Superbike. Infine tra le cinque wild card è atteso al via anche il più esperto Tom Hatton, 24enne di Perth, 3° nella Superlites con una Honda (contraddistinta da una livrea verdeacqua) del Fastline GP Racing, già con un’esperienza mondiale all’attivo addirittura nel 2005 sempre a Phillip Island: 37° in prova, fuori gioco in gara. Hatton, che vanta anche trascorsi tra le Superbike (corre abitualmente con una BMW S1000RR nella Formula Xtreme), è stato designato come wild card all’ultim’ora in sostituzione di Arthur Sissis, vice-campione della Red Bull MotoGP Rookies Cup 2011 (rivale nell’arco di tutta la stagione del nostro Lorenzo Baldassarri), costretto al forfait per la mancata disponibilità di una moto competitiva (se non una Honda RS125 con 10 anni di gare sulle spalle…).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy