125cc: il bilancio dei piloti italiani dopo il GP di Estoril

125cc: il bilancio dei piloti italiani dopo il GP di Estoril

Grotzkyj Giorgi salva il bilancio, sfortuna per gli altri

I quattro piloti italiani del mondiale 125cc hanno vissuto un fine settimana in salita a Estoril. L’unico a mettere a segno un buon risultato in gara è stato Simone Grotzkyj Giorgi, decimo sul traguardo con l’Aprilia RSA del Phonica Racing, miglior prestazione stagionale e, si spera, di buon auspicio per il prosieguo del campionato dove potrà vantare anche i riferimenti recenti della stagione 2010 iniziata proprio al Mugello. “Abbiamo costantemente migliorato durante tutto il week-end“, spiega il pilota pesarese, “sempre meglio ad ogni sessione. Sono partito bene, guadagnando diverse posizioni già nei primi momenti. E’ un risultato dal valore notevole non solo per il piazzamento, ma anche per come è stato ottenuto: davanti è caduto solo un pilota, e per tutta la gara ho dovuto respingere gli assalti degli avversari. E ci sono riuscito con successo. Penso che quella di oggi debba essere considerata una buona base su cui costruire per il futuro“. Non è riuscito a replicare la prestazione del 2010 (14° come wild card) Luigi Morciano che ha dovuto scontare un ride through per partenza anticipata. Rientrato in pista staccatissimo dal gruppo in lotta per la zona punti, “Gigio” ha pensato più che altro a disputare una “gara test” pensando alle prossime gare. “È davvero un peccato! L’emozione mi ha giocato un brutto scherzo oggi. Al via ero molto motivato e sapevo che avrei potuto fare una bella gara, perché con la squadra avevo trovato il giusto set up. È stato un attimo, mi è scappata la leva della frizione e ho capito subito di aver sbagliato. Ho cercato di fermarmi ma ormai era tardi e non ho potuto fare più nulla. A questo punto sono partito in anticipo e quando ho ricevuto la comunicazione dal muretto, mi sono subito fermato per il ride through. Questo ha sicuramente rallentato la mia corsa, ma sono ripartito carico sperando di poter fare comunque una bella gara. Ho provato a studiare nuove traiettorie ed infine ho recuperato qualcosa chiudendo 21°. Mi spiace molto, perché questo errore non penalizza solo me, ma anche tutta la squadra, vanificando tutti gli sforzi fatti in questo fine settimana. È un’altra lezione di vita, di cui farò sicuramente tesoro“. Costretto al ritiro dopo soli 8 giri Francesco Mauriello, fermato da un problema ad un sensore elettronico del cambio. Per il campione italiano in carica il pensiero è già rivolto alle prossime gare con l’Aprilia del WTR Ten10 Racing. “E’ stato un weekend molto strano….per me da dimenticare. In partenza temevo di avere qualche problema, in quanto non ero riuscito a trovare la giusta messa a punto per la gara. Ho cercato di fare quello che ho potuto, ma alla fine sono dovuto rientrare direttamente al box e dichiarare quindi la mia gara conclusa dopo pochi giri. Non avrei potuto comunque portarla a termine, per cui piuttosto che correre il rischio di rovinare il motore, mi sono ritirato. Confido di poter fare di meglio nella prossima gara“. Non ha preso parte alla gara Alessandro Tonucci, caduto nelle prove rimediando il distacco del trochite omerale della spalla sinistra. KO, ha seguito la gara dai box sperando di poter rientrare per la prossima gara del 15 maggio a Le Mans. “Sono demoralizzato perché ho commesso un errore stupido e senza rendermene conto sono finito a terra. Mi spiace perché ero appena entrato, avevo fatto solo pochi giri ed ero carico. Dopo il lavoro di ieri con i tecnici del team, oggi ero pronto a dare da subito il massimo ed invece ora sono fermo. Ho preso una bella botta alla spalla sinistra e sentivo un forte dolore. In clinica i medici mi hanno fatto subito le radiografie e mi hanno detto che non potevo prendere parte alla gara. Adesso posso solo riposare e cercare di rimettermi in forma“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy