125cc Estoril Gara: 3 su 3 per Terol sempre più leader

125cc Estoril Gara: 3 su 3 per Terol sempre più leader

Terol vince ed è in fuga nella classifica di campionato

Commenta per primo!

Tre gare, tre vittorie, a punteggio pieno in testa alla classifica di campionato e già con mezzo titolo in tasca. Anche a Estoril Nico Terol non si batte, dominatore assoluto con la Aprilia RSA del team Aspar, a questo punto già con il pensiero di dar vita alla “stagione perfetta”. Con questa superiorità, evidente e a tratti imbarazzante per gli avversari (mai visto in tempi recenti nella ottavo di litro), tutto è davvero possibile nonostante la buona volontà di Sandro Cortese, secondo sul traguardo e primo effettivo inseguitore del vice-campione del mondo.

Con Hector Faubel volato a terra negli ultimi giri e praticamente già fuori dai giochi campionato (10 punti in tre gare contro i 75 raccolti dal suo compagno di squadra), il terzo gradino del podio ha premiato nuovamente dopo Jerez Johann Zarco, vincitore del duello risolto soltanto al fotofinish per 2 soli millesimi di margine su Maverick Vinales, campione europeo e spagnolo in carica, ottimo 4° alla sua prima stagione iridata con l’Aprilia RSA del team BQR by Paris Hilton.

Per gli italiani Simone Grotzkyj Giorgi riesce a ottenere un buon 10° posto, miglior risultato al ritorno con il World Wide Race, sfortunati tutti gli altri: Alessandro Tonucci fuori gioco per il brutto volo delle prove, Francesco Mauriello costretto al ritiro, Luigi Morciano paga una partenza anticipata concludendo 21° e doppiato.

Cronaca di Gara

Buono spunto alla partenza di Nico Terol che riesce a conservare la pole position davanti a Miguel Oliveira, ottimo secondo a precedere Cortese, Salom, Folger, Faubel, Vazquez e Zarco con Morciano 10°, ma protagonista di una partenza anticipata. La corsa dopo soltanto 1 giro assume valori consolidati con Terol in fuga (viaggia già con 1″ di margine sugli inseguitori), Cortese si porta in seconda posizione con Oliveira ora alle prese con il gruppo in bagarre per il quarto posto.

Tra questi piloti si nota Hector Faubel, abile a recuperare dopo una partenza da dimenticare, tanto da portarsi presto in 3° posizione passando Oliveira; a ruota si notano Folger, le derbi Ajo di Vazquez e Zarco e Luis Salom operato di recente alla mano destra. Mentre Luigi Morciano sconta il ride through (da 19° si ritroverà 26°, medesima sventura per Danny Kent e Peter Sebestyen), Terol davanti allunga con un passo… da Moto2: giro veloce su giro veloce, dopo 5 giri ha esattamente 5 secondi di margine su Sandro Cortese ora pressato da Hector Faubel mentre Jonas Folger passa Oliveira per il quarto posto.

La corsa, nonostante il dominio di Terol, riserva qualche emozione grazie soprattutto a Miguel Oliveira e Maverick Vinales che si danno battaglia per la sesta piazza dopo aver incrociato i “guantoni” nell’ultimo biennio in Spagna nel CEV e, ancor prima, nei trofei promozional-propedeutici della Penisola iberica. Sfortunato invece Francesco Mauriello, costretto al ritiro quando navigava in 26° posizone. All’undicesimo giro Nico Terol ha 6″ di margine su Cortese e Faubel, un passo incredibile tanto che dà vita ai primi doppiaggi: a subire questo affronto Peter Sebestyen (giustificato in parte dalla penalizzazione via “ride through”) e l’indiano Sarath Kumar all’esordio nel mondiale 125cc.

Giusto a metà gara Hector Faubel rompe gli indugi e passa Sandro Cortese per la seconda posizione, alle loro spalle si nota il campione europeo e spagnolo in carica Maverick Vinales che ha raggiunto la quarta piazza ai danni di Johann Zarco e Jonas Folger mentre il nostro Simone Grotzkyj Giorgi resta 11°. Cinque giri alla bandiera a scacchi, a sorpresa Vinales raggiunge Cortese e Faubel guadagnando la seconda posizione a seguito di un fantastico sorpasso alla staccata della prima curva, dando vita ad un bel confronto che consente a Johann Zarco di riagganciarsi a questo gruppetto di 4 piloti per i restanti due gradini del podio.

Primo escluso è Hector Faubel, caduto in uscita dalla “Parabolica Interior”, ormai fuori dai giochi campionato con soli 10 punti raccolti in 3 gare contro i 75 di Nico Terol che, indisturbato, centra la terza vittoria consecutiva ed è in fuga-mondiale. Secondo conclude Sandro Cortese, mentre per il terzo posto Johann Zarco beffa per 2 millesimi Maverick Vinales. Quinto Folger, seguono Vazquez e Oliveira, Grotzkyj 10° primo dei piloti italiani.

125cc World Championship 2011
Estoril, Classifica Gara

01- Nico Terol – Bankia Aspar Team – Aprilia RSA 125 – 23 giri in 41’21.986
02- Sandro Cortese – Intact Racing Team Germany – Aprilia RSA 125 – + 3.671
03- Johann Zarco – Avant AirAsia Ajo – Derbi RSA 125 – + 4.466
04- Maverick Vinales – Blusens by Paris Hilton Racing – Aprilia RSA 125 – + 4.468
05- Jonas Folger – Red Bull Ajo Motorsport – Aprilia RSA 125 – + 12.140
06- Efren Vazquez – Avant AirAsia Ajo – Derbi RSA 125 – + 20.304
07- Miguel Oliveira – Andalucia Banca Civica – Aprilia RSA 125 – + 25.905
08- Luis Salom – RW Racing GP – Aprilia RSA 125 – + 46.316
09- Adrian Martin – Bankia Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 46.395
10- Simone Grotzkyj Giorgi – Phonica Racing – Aprilia RSA 125 – + 49.447
11- Zulfahmi Khairuddin – AirAsia SIC Ajo – Derbi RSW 125 – + 51.071
12- Sergio Gadea – Blusens by Paris Hilton Racing – Aprilia RSA 125 – + 1’00.365
13- Jakub Kornfeil – Ongetta Centro Seta – Aprilia RSW 125 – + 1’00.479
14- Niklas Ajo – TT Motion Events Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’11.738
15- Danny Kent – Red Bull Ajo Motorsport – Aprilia RSW 125 – + 1’13.752
16- Danny Webbb – Mahindra Racing – Mahindra GP 125 – + 1’15.357
17- Hiroki Ono – Caretta Technology – KTM RC 125 – + 1’18.155
18- Marcel Schrotter – Mahindra Racing – Mahindra GP 125 – + 1’27.900
19- Giulian Pedone – Phonica Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’32.623
20- Joan Perello – Matteoni Racing – Aprilia RSW 125 – + 1’35.088
21- Luigi Morciano – Team Italia FMI – Aprilia RSW 125 – a 1 giro
22- Kevin Hanus – Team Hanusch – Honda RS125R – a 1 giro
23- Peter Sebestyen – Caretta Technology – KTM RC 125 – a 1 giro
24- Sarath Kumar – WTR Ten10 Racing – Aprilia RSW 125 – a 2 giri

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy