125cc: al Sachsenring ottavo round con Marquez leader

125cc: al Sachsenring ottavo round con Marquez leader

Riparte la sfida campionato con un nuovo capoclassifica

Commenta per primo!

Ritrovarsi con 33 punti da recuperare ad un margine, seppur esiguo, di un punticino. La rimonta (impresa) di Marc Marquez nel mondiale 125cc è stata completata a Barcellona, concretizzando la quarta vittoria consecutiva disarmante nei confronti negli avversari. Successo in una gara “a gruppo” del Mugello, confronto con Espargaro e Terol tra Silverstone e Assen, dominio a Barcellona: distinte variabili con la velocità di Marquez unica costante, completando la propria rincorsa al primato. Da qui riparte la ottavo di litro per il Sachsenring, circuito sulla carta da… grande battaglia come riporta la storia recente dei Gran Premi di Germania su questo impianto. Marc Marquez correrà per la prima volta da “inseguito” e non da “inseguitore”, con gli avversari che dovranno studiare inevitabili correttivi per resistere alla strapotente velocità del portacolori Ajo Motorsport. Pol Espargaro sembra esser quello in miglior condizione, se non altro per la posizione di campionato che lo vede inseguire ad 1 solo punto. La sua tattica, espressa pubblicamente, è di viaggiare sulla costanza di rendimento, scottato da un 2009 falcidiato da numerosi ritiri per eventi sfortunati e problemi tecnici alla propria Derbi. Il Tuenti Racing consente a “Polyccio” di puntare al campionato, probabilmente l’unico ostico avversario di Marquez al Sachsenring a seguito dell’infortunio di Nico Terol rimediato a Barcellona: frattura delle vertebre lombari L1 ed L2, gara a rischio con la decisione attesa soltanto tra il giovedì di vigilia e la prima sessione di prove libere. Terol è obbligato a provarci per non perdere ulteriore terreno in classifica prima della sosta estiva di quasi 1 mese, anche per le gerarchie del team Aspar che vedono Bradley Smith in recupero dopo un stentato avvio di stagione. Il vice-campione del mondo in carica punta alla prima vittoria 2010 volendosi staccare definitivamente dal gruppetto degli inseguitori riagganciando quello dei contenti al titolo. Altri protagonisti al Sachsenring? I nomi sono i soliti, da Efren Vazquez a Sandro Cortese, team-mate di Marquez pronto per la gara in casa. I tedeschi presenza fissa della ottavo di litro sono 3, contando Jonas Folger (risolti i problemi di feeling con la RSA) ed il campioncino Marcel Schrotter, che ha pagato finora una Honda ormai priva di sviluppi. Con in bacheca l’alloro europeo e tedesco in carica, Schrotter lo scorso anno stupì tutti per la prima volta proprio al Sachsenring conquistando il 4° tempo nelle qualifiche: il Sachsenring dovrebbe limare il gap tra la sua Hondina e le Aprilia ufficiali… Alte aspettative per i “privati” di lusso come Randy Krummenacher, Tomoyoshi Koyama (rinato con l’Aprilia RSW del Racing Team Germany, ovviamente gara di casa per la squadra di Dirk Heidolf), il promettente Luis Salom o Tito Rabat dal rendimento altalenante. Atteso alla conferma Simone Grotzkyj Giorgi, ormai presenza stabile nella top-10 dal debutto con l’Aprilia RSA del Fontana Racing. Chiamati al riscatto gli altri italiani, da Marco Ravaioli con la Lambretta a Luca Marconi (Ongetta Team) senza scordarci con Lorenzo Savadori, che ha avuto uno “scambio di idee” con il team Matteoni per il ritiro di Barcellona. Wild card? Ben cinque al Sachsenring:Toni Finsterbusch e Daniel Kartheininger su KTM (2° e 5° nel campionato nazionale IDM), Marvin Fritz, Eric Hubsch e Kevin Hanus. Mancherà il leader del campionato tedesco, Luca Grunwald, dominatore di 5 delle 8 gare fin qui disputate. Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy