Motomondiale 2018: ecco le ultime novità dalla Grand Prix Commission

Motomondiale 2018: ecco le ultime novità dalla Grand Prix Commission

I membri della Grand Prix Commission hanno preso alcune decisioni, effettive dal 2018, tra le quali nuovi trofei e cinque wild card concesse a Kallio (KTM).

Anche durante la pausa invernale la Grand Prix Commission continua a riunirsi per discutere eventuali cambiamenti da apportare nel Motomondiale in vista della prossima stagione. Carmelo Ezpeleta (CEO Dorna), Paul Duparc (FIM), Herve Poncharal (IRTA) e Takanao Tsubouchi (MSMA), assieme a Vito Ippolito (Presidente FIM), Carlos Ezpeleta (Dorna), Mike Trimby (IRTA, segretario dell’incontro),
Corrado Cecchinelli (Direttore della Tecnologia), Mike Webb (della Direzione Gara), Danny Aldridge (Direttore Tecnico), Fabio Muner (FIM) e Steve Aeschlimann (FIM), si sono trovati a Mies, in Svizzera, il 29 novembre scorso. Di seguito tutte le novità.

REGOLAMENTI TECNICI – Per quanto riguarda il lato tecnico, c’è qualche chiarimento in materia di segnali inviati dal box ai piloti in pista. Nel corso della prossima stagione le squadre potranno inviare messaggi sulla dashboard delle moto con lo stesso sistema in uso alla Direzione Gara, come già fatto alla fine della stagione appena conclusa. La richiesta principale è che qualsiasi messaggio mandato al pilota sia inviato simultaneamente anche a Dorna.

REGOLAMENTI SPORTIVI – A partire dal 2018 ci saranno due nuovi campionati FIM per le categorie Moto3 e Moto2, basandosi sulla somma dei punti ottenuti da tutti i piloti di una singola squadra, comprendendo anche sostituzioni in caso di infortunio e cambi di piloti. Verranno introdotti anche dei trofei veri e propri per il miglior Team Indipendente ed il miglior Pilota di un Team Indipendente in MotoGP.

ALTRO – Su richiesta di Red Bull KTM Factory Racing, nel 2018 Mika Kallio avrà la possibilità di disputare cinque wild card, vale a dire in Spagna (Jerez), in Catalunya, in Germania, in Austria e ad Aragón. Questo diritto è stato approvato perché si tratta di una squadra con particolari concessioni e quindi può avere fino a sei wild card per stagione (rispetto alle tre permesse ad altre squadre senza questi requisiti). Nel caso il team perdesse queste concessioni, il diritto sarebbe revocato a partire dalla stagione successiva. C’è stato poi un riconoscimento come Miglior Gran Premio della stagione 2017, andato alla tappa di Sepang, ma si parla poi anche di pass permanenti: chi ne ha diritto finora è stato coperto da un’assicurazione in caso in incidenti prima o durante un evento sportivo. La polizza (a carico della FIM) ora avrà un costo di 100000 euro per tutti i componenti IRTA, Dorna, FIM e Media, includendo anche i test prima dell’inizio della stagione sia in Europa che fuori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy