Valentino Rossi: “Audi ha un bel progetto con Ducati.. e con me”

Valentino Rossi: “Audi ha un bel progetto con Ducati.. e con me”

Chiude sesto al Sachsenring e parla del futuro

di Redazione Corsedimoto

Tutto sommato non è stata una gara al Sachsenring negativa per Valentino Rossi, sesto e con il quinto posto di Stefan Bradl nel mirino ed il podio lontano 8″. Decisamente meglio rispetto alle prove, il 9 volte Campione del Mondo ha raccontato l’andamento della sua gara mostrandosi “abbastanza soddisfatto” per l’aver tenuto un discreto passo fino all’ultimo giro.

Questa volta abbiamo fatto un pochino meglio, lavorando con un setting diverso per preservare le gomme per l’ultima parte di gara, spiega Valentino Rossi ai microfoni di Sport Mediaset nel corso della diretta televisiva su Italia. “Sono riuscito ad avere un passo abbastanza buono e, soprattutto, tenere fino all’ultimo giro. All’inizio sono stato un pò attento, c’era tanta confusione, soprattutto Barbera faceva un pò di “casino” in staccata. Io sapevo che più di così non potevo migliorare la posizione, pertanto ho gestito la situazione per averne più nel finale.

Proprio all’ultimo giro stavo per sopravanzare Bradl per il quinto posto alla alla penultima curva, volevo passarlo, ma c’erano le bandiere gialle per la caduta di Stoner quindi niente, ho concluso sesto. La nota positiva è che abbiamo resistito fino all’ultimo giro, anche se non siamo andati più forte rispetto alle prove e non abbiamo risolto i problemi che avevamo.”

Rossi ha anche parlato di quel che sarà il futuro Ducati alla luce dell’accordo con Audi e la presenza del loro amministratore delegato proprio al Sachsenring.

Sì, ho incontrato l’amministratore delegato Audi, ci ho parlato e sono molto interessanti a continuare, far qualcosa di buono e aiutare la Ducati nei prossimi anni per tornare competitivi. Hanno un progetto molto ambizioso e vogliono farlo con me. Audi ha un grande potenziale, ma in questo momento.. fa le macchine, non le moto, non ha comunque la bacchetta magica

Per lo sviluppo della Ducati penso sia molto più intelligente quello che abbiamo già passo dopo passo: ricominciare da zero ci vuol troppo tempo, dobbiamo prendere le cose buone di adesso e risolvere gli aspetti negativi della moto. Da qualche mese io ed il mio team abbiamo dato delle indicazioni molto chiare alle Ducati: si dovrebbe lavorar lì passo dopo passo, senza stravolgere la moto. Finora non abbiamo migliorato tanto, speriamo di riuscirci nei test dopo il Mugello: sinceramente non so cosa aspettarmi, ma bisogna esser ottimisti e crederci.“

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy