Stefan Bradl: “Al team LCR Honda mi sento a casa”

Stefan Bradl: “Al team LCR Honda mi sento a casa”

Resterà da pilota HRC fino al termine del 2014

Commenta per primo!

Al primo test nel novembre 2011 a Valencia era scattata la scintilla tra Stefan Bradl, all’epoca neo-Campione del Mondo Moto2, ed il team LCR Honda di Lucio Cecchinello. Un promettente e positivo test che gli ha consentito di guadagnarsi una Honda RC213V MotoGP, un contratto biennale recentemente “prolungato” fino al termine della stagione 2014 con il ruolo di pilota “supportato” direttamente dalla HRC. Conclusa un positivo primo anno in MotoGP con la conquista del prestigioso riconoscimento di “Rookie of the Year” con addirittura tre gare d’anticipo, Bradl ha voluto ringraziare tutto il team LCR Honda per i risultati raggiunti, deciso nel 2013 a concretizzare il secondo “step” per puntare alle posizioni di vertice della top class. “Quando sono arrivato nel Team LCR ad inizio stagione ero un po’ preoccupato perché tutti mi sembravo estremamente professionali e troppo seri“, ricorda Stefan Bradl. “Poi con il passare del tempo è nato un feeling incredibile ed ora posso tranquillamente dire che questa è la mia seconda famiglia. Si occupano di me e hanno fatto un lavoro eccellente per aiutarmi a familiarizzare con la nuova moto e le nuova categoria. Lucio (Cecchinello) è un lavoratore instancabile e il modo in cui porta avanti la squadra è ammirevole. Sinceramente non mi aspettavo di ricevere questo premio e ne sono felicissimo e soddisfatto perché tutti nel Team hanno fatto un lavoro eccezionale. Devo ringraziare Lucio e tutti i membri della squadra per i loro sforzi e la passione che ci mettono e non vedo l’ora di ricominciare con tutti loro nel nuovo anno“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy