Pol Espargaro: “La Yamaha MotoGP è davvero incredibile”

Pol Espargaro: “La Yamaha MotoGP è davvero incredibile”

Primo test con la M1 Tech 3 per il Campione Moto2

Commenta per primo!

Da Campione del Mondo Moto2 in carica e con un contratto biennale Yamaha in tasca Pol Espargaro si è presentato oggi al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo per il suo primo giorno da pilota Monster Yamaha Tech 3 nella MotoGP. Un esordio positivo per “Polyccio”, sceso in pista con la Yamaha YZR M1 contraddistinta dal “suo” storico numero 44 dopo due anni vissuti (per esigenze di sponsorizzazioni) con il #40, già in grado di convincere al debutto nella top class.

Archiviato un primo “run” in ascesa di 14 giri (9″973, 38″729, 37″775, 35″971, 37″229, 36″164, 35″900, 35″877, 35″281, 35″359, 34″859, 35″110 fino al suo “best” provvisorio in 1’34″790), nel finale “Polyccio” è stato in grado di fermare i cronometri sull’1’33″187 a 1″9 da Jorge Lorenzo, ma con la possibilità di migliorarsi ulteriormente nei restanti due giorni di prove a Cheste.

Oggi è stato un momento molto speciale della mia carriera: finalmente sono salito in sella ad una MotoGP“, ha ammesso il nativo di Granollers, 45 giri compiuti. “Ho cercato di scoprire più cose possibili della M1 e di imparare. La MotoGP è qualcosa di incredibile, posso soltanto dire questo.

La potenza si nota subito al primo giro di pista, è tutto più grande rispetto ad una Moto2: davvero fantastica! Oggi non abbiamo praticamente toccato nulla nella moto, la prerogativa per me è di adattarmi il più in fretta possibile ad una moto così diversa rispetto a tutte quelle che ho guidato finora. Non vedo l’ora di riuscire a tirare fuori il massimo dalla M1, sarà qualcosa di indescrivibile!“

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy