MotoGP: venerdì di prove a Misano, le dichiarazioni dei piloti

MotoGP: venerdì di prove a Misano, le dichiarazioni dei piloti

I commenti dei piloti al termine delle prime prove libere

Commenta per primo!

L’inaugurale giornata di attività del Gran Premio Aperol di San Marino e della Riviera di Rimini 2013 al “Misano World Circuit Marco Simoncelli” ha visto nella classe MotoGP Marc Marquez staccare il miglior riferimento cronometrico in 1’34″200 seguito dal compagno di squadra Dani Pedrosa e dalle due Yamaha ufficiali (con cambio seamless) di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. Da loro partiamo nel riportare le dichiarazioni dei piloti al termine della giornata del venerdì a Misano Adriatico. Marc Marquez (Repsol Honda Team), 1°Posso esser soddisfatto di come è andata oggi e di come abbiamo lavorato. Sin dal primo giro di pista mi sono trovato subito bene con la moto, trovando i riferimenti giusti per guidare bene. Ho soltanto bisogno di affinare nella guida qualche settore, tipo il curvone veloce, dove spesso arrivo oltre il cordolo e passo sull’erba sintetica, ma per il resto tutto è andato per il meglio. Spero domani di riuscire ad interpretare al meglio anche questo tratto della pista per proseguire il programma di lavoro in vista della gara e puntare ad un buon risultato in qualifica“. Dani Pedrosa (Repsol Honda Team), 2°Penso sia stata una buona giornata e, nel suo complesso, due turni di prove libere positivi. L’unico problema è che ci manca ancora un pò di grip al posteriore: oggi è stato difficile trovare la trazione in uscita dalle curve, ma speriamo di trovare un rimedio domani. Probabilmente questo è dipeso dalle condizioni della pista, oggi l’asfalto non era proprio il massimo, pertanto domani dovrebbe andar meglio. Per quanto mi riguardo l’obiettivo ora è di ottenere un buon piazzamento per la griglia di partenza, qui a Misano le qualifiche sono sempre molto importanti“. Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing), 3°Correre qui a Misano è sempre speciale, ancor più oggi dove siamo andati molto bene. E’ stato un buon venerdì, come tempi siamo competitivi e non siamo così distanti dalle Honda. Sin dall’inizio delle prove ho girato su ottimi tempi, nel mio ultimo giro senza un pilota più lento davanti (Pesek) sarei riuscito a togliere altri due decimi e ritrovarmi davvero ad un soffio dalle Honda. Il nuovo cambio? Fantastico, di grande aiuto. Non penso ci sia un grande miglioramento in termini di tempo sul giro, ma adesso si fa meno fatica a guidare e controllare la M1, è più stabile in accelerazione ed impenna meno. Adesso possiamo concentrarci più sulla guida con una moto nel suo complesso meno impegnativa, ma soprattutto perdiamo meno in accelerazione rispetto alle Honda. In gara ci sarà di grande aiuto“. Jorge LorenzoJorge Lorenzo (Yamaha Factory Racing), 4°Abbiamo incontrato qualche problema di troppo nel trovare la miglior messa a punto. Mi sono trovato oggi qui a Misano peggio rispetto a Silverstone, ma anche rispetto alle ultime stagioni su questa pista. Dobbiamo lavorare perchè non siamo ancora a posto: è vero che ho girato con una gomma usata questo pomeriggio, forse con una gomma nuova sarei stato qualche decimo più veloce, ma non siamo ancora sui livelli di competitività del weekend a Silverstone. Il nuovo cambio va bene, sono molto contento: è un grande aiuto nella guida soprattutto in curva quando devi metter una marcia, la moto si scompone meno e per noi è un grande vantaggio pensando alla gara. Ci resta tuttavia ancora da lavorare nella messa a punto della M1 per poter esser più competitivi domani“. Aleix Espargaro (Power Electronics Aspar), 5°Sono davvero soddisfatto, è un grande inizio di weekend. Da diverse gare avevo un buon feeling con la moto, pertanto mi aspettavo di arrivare qui a Misano: vuoi perchè uno dei miei tracciati preferiti, vuoi perchè il suo disegno ben si sposa con le caratteristiche della nostra ART. Abbiamo fatto un ottimo lavoro e con la gomma morbida siamo arrivati a ridosso delle MotoGP ufficiali di Honda e Yamaha. Penso sia stato davvero un giro fantastico quello che mi è valso il quinto crono, ma l’aspetto positivo è che abbiamo ancora diversi aspetti da migliorare e possiamo concretizzare ulteriori progressi prima delle qualifiche ufficiali. Sono davvero soddisfatto perchè oggi non soltanto siamo stati veloci sul giro singolo, ma abbiamo già un buon passo per la gara, anche rispetto ai prototipi MotoGP“. Alvaro Bautista (GO&FUN Honda Gresini), 6°Abbiamo iniziato la prima giornata sulla pista di casa del Team riscontrando positive sensazioni dopo aver lavorato su diversi setting per poter trovare una buona base di lavoro. La pista purtroppo è ancora sporca, la trazione non è perfetta e pertanto ho ancora qualche problema di “grip”. Abbiamo intensificato il lavoro ma non sono ancora riuscito a trovare la giusta confidenza come nelle ultime gare. Sappiamo dove dobbiamo lavorare per domani per cercare di ottenere una migliore confidenza“. Michele PirroMichele Pirro (Ignite Pramac Racing), 7°E’ andata bene, ed alla fine abbiamo girato all’incirca come durante i test, dunque abbiamo quasi confermato i tempi. Ovviamente dobbiamo migliorare ancora, ma sono contento. Il fatto di aver a disposizione la mia moto mi ha sicuramente messo in condizioni tali da poter essere più competitivo, non dico con i primi quattro della lista ma sicuramente all’interno dei primi dieci. Credo molto nel progetto sul quale stiamo lavorando, vivo in prima persona il lavoro e l’impegno che viene messo quotidianamente, anche se al momento purtroppo non abbiamo raccolto quello che molti si aspettavano. Abbiamo ancora bisogno di tempo. Oggi però è una piccola dimostrazione che qualcosa di buono è stato fatto, infatti il feeling con l’anteriore è decisamente migliore. Ora dobbiamo lavorare per fare una buona qualifica. E’ molto importante“. Andrea Dovizioso (Ducati Team), 8°Siamo tutti abbastanza vicini, però le sensazioni non sono così positive come quando abbiamo fatto l’ultimo test: ci sono alcuni gradi in meno e la mia Desmosedici reagisce diversamente. Questa è una pista abbastanza tortuosa e lenta, dobbiamo lavorare per migliorare di qualche decimo e riuscire a fare un passo sotto l’1’35. Sarà fondamentale per riuscire a risalire di qualche posizione domani“. Stefan Bradl (LCR Honda MotoGP), 9°Non è un primo giorno speciale per noi e sono davvero frustrato perché questa pista mi piace molto. Non riesco a fare la curva come voglio io perché non so cosa può succedere con la gomma anteriore. In queste condizioni non sono me stesso in sella alla moto ed è quasi impossibile tenere la velocità in curva: devo rallentare il passo e frenare in anticipo ed è forse questo problema che mi ha fatto cadere alla curva sei. Dobbiamo analizzare i dati e rivedere la messa a punto se vogliamo migliorare“. Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech 3), 10°E’ stata una giornata davvero difficile, non posso esser ovviamente soddisfatto dei miei tempi sul giro e della posizione in classifica. Il mio braccio destro non è ancora al 100 % dopo la caduta di Silverstone, ma il problema principale è che oggi proprio non avevo feeling con la moto. Una giornata deludente, non c’è un solo settore dove andiamo bene: sto lottando ovunque, ma posso esser fiducioso perchè con la squadra più volte siamo stati in grado di risolvere in poco tempo i nostri problemi“. Andrea Iannone (Energy T.I. Pramac Racing), 11°Questa mattina è stata piuttosto dura, abbiamo fatto molta fatica anche se in realtà, mi aspettavo che tornare su questa pista sarebbe stato più facile. Non avevo assolutamente fiducia con la moto e con le gomme, era come correre sul ghiaccio, e non mi fidavo a spingere di più. Oggi pomeriggio è andata molto meglio, le gomme avevano più grip, potevo frenare più forte ed alla fine ho migliorato molto raggiungendo il mio miglior tempo registrato durante i test. Da domani ci impegneremo per migliorarlo. La spalla va bene, ho più forza rispetto alle tre gare precedenti anche se il dolore non è passato del tutto. Ora mi devo concentrare per il resto del weekend“. Nicky HaydenNicky Hayden (Ducati Team), 12°Ovviamente non posso ritenermi soddisfatto della mia giornata, ma credo che domani potremo migliorare parecchio. Ci sono alcuni tratti della pista dove perdo abbastanza, soprattutto nei cambi di direzione, ma in altri settori vado piuttosto bene. L’asfalto in alcuni tratti è un po’ irregolare, ma lo sapevamo già. Non sono soddisfatto della mia ultima uscita del pomeriggio perché ho fatto alcuni errori. Il mio tempo ideale sul giro è di mezzo secondo più veloce, quindi sono fiducioso per domani: so che possiamo fare un bel passo in avanti“. Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3), 14°Sfortunatamente non è stata una giornata positiva. Misano è un circuito che mi piace, ma come a Silverstone ho gli stessi problemi. Sappiamo quali sono e, dopo questi due turni di prove, sappiamo quale direzione seguire per trovare una soluzione. Purtroppo sono anche caduto quando stavo cercando di forzare, è stata una battuta d’arresto che ci ha fatto perdere tempo prezioso. Speriamo di andar meglio domani perchè le qualifiche, soprattutto qui a Misano, sono fondamentali: ottenere una buona posizione in griglia è preziosissimo in vista della gara con una prima curva così stretta“. Claudio Corti (NGM Mobile Forward Racing), 15°Questo pomeriggio le cose sono andate abbastanza bene. Come detto in passato, non ho un buon feeling con questa pista e ho bisogno di girare un po’ per riuscire ad essere veloce qui. Questa mattina abbiamo provato alcune modifiche che sembravano funzionare, quindi nel pomeriggio ho continuato a lavorare nella stessa direzione e ho raccolto dei risultati positivi. Il passo gara è migliorato, ho abbassato il mio limite sul giro di oltre un secondo e sono felice. Abbiamo avuto qualche problema con le gomme: subito dopo aver fatto il mio giro veloce, ho completamente perso il feeling sull’anteriore. Domani dovremo trovare una soluzione che mi permetta di ritrovare la giusta confidenza e migliorare il ritmo. Ho chiuso nella Top15, non sono completamente soddisfatto, ma abbiamo una buona base da cui partire domani. Mi sento meglio rispetto a Silverstone, ho recuperato completamente dal crash di Brno e sono molto fiducioso per questa gara“. Colin Edwards (NGM Mobile Forward Racing), 16°Non è andata male oggi. Questa mattina avevo un buon feeling e per il pomeriggio, pensavo di fare qualche modifica. Il problema è che stamattina abbiamo montato la gomma morbida davanti, mentre nel pomeriggio quella dura, senza riuscire ad avere abbastanza grip. Per l’esperienza che ho con la Bridgestone penso che la gomma morbida sarà la giusta soluzione per riuscire a girare forte su questa pista e con questa temperatura. Domani continueremo a lavorarci sopra per vedere di migliorare le nostre prestazioni. Nel complesso il pacchetto funziona, abbiamo solo bisogno di girare“. Randy De PunietRandy De Puniet (Power Electronics Aspar), 18°Abbiamo iniziato la giornata con la stessa messa a punto di Silverstone trovando diverse soluzioni per risolvere i problemi incontrati finora. Purtroppo nel pomeriggio la moto era parecchio nervosa, si muoveva molto e ho faticato a tenerla nella giusta traiettoria. Nel poco tempo a disposizione abbiamo cercato di individuare la causa, ma non ci siamo riusciti: speriamo di farcela domani e di tornare alla normalità“. Karel Abraham (Cardion AB Motoracing), 20°La spalla mi fa male, ma se non altro riesco a guidare. Mi aspettavo qui a Misano di esser al 100 % della forma fisica, ma così non è: avverto ancora tanto dolore, è davvero difficile riuscire a stare in sella e provare a forzare. Continuerò a correre questo fine settimana, ma sarà indispensabile al più presto trovare una soluzione“. Bryan Staring (GO&FUN Honda Gresini), 23°Sono abbastanza soddisfatto. Purtroppo ho avvertito qualche problema di “chattering” che non mi ha permesso di spingere come avrei voluto ma sono convinto che le basi sono buone per poterci migliorare domani. Alla fine ho voluto provare una gomma dura ma il riscontro è stato negativo. Forse con una gomma morbida sarei riuscito a migliorare il mio tempo“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy