MotoGP: Valentino Rossi “L’addio Bridgestone? Preoccupato”

MotoGP: Valentino Rossi “L’addio Bridgestone? Preoccupato”

In Conferenza Stampa Rossi parla dell’addio Bridgestone

Commenta per primo!

Tanti i temi trattati da Valentino Rossi nel corso della consueta “Pre Event Press Conference” a Jerez de la Frontera: le novità Yamaha, la supremazia di Marc Marquez, un ricordo di Ayrton Senna e l’addio della Bridgestone al termine della stagione 2015.

Sono rimasto sorpreso e dispiaciuto quanto ho sentito questa notizia“, ha ammesso Valentino Rossi. “A dir la verità sono anche un pò preoccupato. L’ultima volta che ho utilizzato delle gomme non Bridgestone è stata nel 2007 (con Michelin, ndr). Quando provai le Bridgestone il passo avanti era notevole, si capiva subito. Per chi succederà alla Bridgestone in futuro sarà difficilissimo raggiungere questo livello, non sarà affatto semplice avere una gomma che funzioni bene in tutte le moto, senza favorire nessuno. Su questo si dovrà lavorare. Penso che per le altre aziende sarà in ogni caso difficile raggiungere i tempi attuali sul giro e, soprattutto, sul passo gara“.

Nel corso della Conferenza Stampa Rossi è tornato sulla più stretta attualità. “La stagione è iniziata positivamente in Qatar. Avevo un buon potenziale per salire sul podio anche ad Austin in Argentina, ma questo risultato ci è mancato per qualche episodio sfortunato o problema: per questo abbiamo portato a casa meno punti del previsto. Qui a Jerez sarà importante ottenere un buon risultato: finalmente smettiamo di volare in giro per il mondo, si corre in Europa e questo è sepre uno dei weekend più belli della stagione. A Jerez ho degli ottimi ricordi… e poi la pista è fantastica!“. Cosa può fare la Yamaha per colmare il gap con la Honda?Rispetto allo scorso anno posso esser io per primo ad offrire un contributo per aiutare la Yamaha a migliorare. Conosco meglio la moto, ho set-up ogni weekend migliori, posso dare una mano a Lorenzo nello sviluppo della M1. La nostra moto è competitiva, il problema in questo momento è la Honda! E’ migliore in alcuni settori dove riesce a fare la differenza su di noi. Dobbiamo cercare di sfruttar meglio le gomme, penso sia questa la chiave per migliorare“.

Tra gli argomenti trattati c’è anche la supremazia di Marquez. “Marc nelle prime tre gare ha dominato: in questo momento è lui il più veloce in pista, ha tutto sotto controllo. Quello che dobbiam fare noi è andare più forte, soltanto questo“. Sempre il 9 volte Campione del Mondo ha risposto se questo dominio di MM93 ricorda quelli dei suoi nei primi anni Duemila. “Dopo il GP d’Argentina in un’intervista avevo detto che questa sua stagione ricorda molto la mia del 2001. Anch’io vinsi le prime tre gare ed ero molto forte… ma successivamente persi delle gare, commisi diversi errori e Biaggi, soprattutto verso l’estate, si era fatto sotto mettendomi un pò di pressione addosso… Questo mi lascia della sensazioni positive, vuol dire che può succedere lo stesso anche a Marquez quest’anno!“.

Come potrebbe andare Marc Marquez con un’altra moto? “Penso sarà interessante vedere Marc con un altro marchio, anche se è troppo presto, forse accadrà in futuro… ed in ogni caso andrà forte lo stesso“.

Infine Rossi ha voluto ricordare Ayrton Senna a 20 anni dalla sua scomparsa. “Rispetto ad altri piloti qui presenti sono più “vecchio” e ricordo quel giorno. Nel 1994 seguivo molto la Formula 1: a dir la verità non ero un gran fan di Senna, tifavo per Mansell. Tuttavia Ayrton era un eroe, quello che faceva con le monoposto era pazzesco: penso a Donington 1993, i giri da qualifica con la McLaren a Montecarlo, sono cose che ti restano sempre nella mente. Senna è stata una grande fonte d’ispirazione“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy