MotoGP Valencia Prove Libere 2: Bautista fa volare la Suzuki

MotoGP Valencia Prove Libere 2: Bautista fa volare la Suzuki

Miglior tempo con le Ducati, ma non Rossi, protagoniste

Commenta per primo!

Pista bagnata, previsioni metereologiche per il week-end contrastanti, risultati a tratti sorprendenti nella seconda sessione di prove libere della MotoGP all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia. Alvaro Bautista, in attesa di risposte definitive sui programmi Suzuki per il 2012 (MotoGP o non MotoGP? 1000 o 800cc?), vola al comando della classifica dei tempi con un interessante 1’47″975 in sella all’unica GSV-R in gara, sufficiente per far festa grande al team capeggiato da Paul Denning. “Batigas”, pur sempre Campione del Mondo 125cc nel 2006, si ritrova così con una chance importante di ben figurare questo fine settimana a Cheste, forse “spronato” dalla presenza ai box di Chris Vermeulen che nel 2007 riuscì a portare la Suzuki sul gradino più alto del podio a Le Mans sotto un vero e proprio nubifragio.

Sul bagnato la 4 cilindri a V di Hamamatsu va che è una meraviglia, non da meno le varie Ducati Desmosedici in gara: la GP11.1 “Carbon” di Nicky Hayden è seconda a tre decimi, seguita dalla GP11 “Sat.” di Randy De Puniet, poco staccato anche Karel Abraham, quarto con la Desmosedici contraddistinta dalle appendici aerodinamiche e da una brutta caduta, senza conseguenze, poco prima dell’esposizione della bandiera a scacchi.

Tre Ducati nelle prime quattro posizioni, non c’è Valentino Rossi che staziona al settimo posto a 1″6 dalla vetta ritrovandosi nel bel mezzo delle Repsol Honda di Andrea Dovizioso (6°), del Campione del Mondo 2011 Casey Stoner (8°) e Dani Pedrosa (9°), tutti senza prendersi rischi inutili pensando al prosieguo del fine settimana all’Autodromo Ricardo Tormo di Valencia.

Discorso diametricalmente opposto per Ben Spies, volato (ancora?) a terra proseguendo una serie infinita di caduta dell’ultimo periodo, presto imitato anche da Hiroshi Aoyama con l’unica Honda schierata dal team Gresini che omaggia Marco Simoncelli. Se Loris Capirossi non va oltre la 12° posizione, le “sorprese” sono le due novità del fine settimana: il bi-campione AMA Superbike Josh Hayes porta la Yamaha Tech 3 in 10° piazza a precedere la M1 ufficiale di Katsuyuki Nakasuga, storicamente velocissimo sul bagnato nell’All Japan Superbike nonostante il ruzzolone di settimana scorsa a Suzuka.

MotoGP World Championship 2011
Valencia, Classifica Prove Libere 2

01- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – 1’47.975
02- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 0.341
03- Randy De Puniet – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 0.709
04- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.046
05- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.375
06- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.447
07- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 1.638
08- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.699
09- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.845
10- Josh Hayes – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.534
11- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 3.302
12- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 3.863
13- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 3.957
14- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 4.097
15- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 5.311
16- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 6.367

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy