MotoGP Valencia Gara: Pedrosa vince su Rossi, KO Stoner

MotoGP Valencia Gara: Pedrosa vince su Rossi, KO Stoner

L’australiano cade al giro di ricognizione a Valencia

Commenta per primo!

Da oggi la MotoGP trova un altro aspetto per render vivaci le gare, standardizzate nel proprio spettacolo ridotto a pochi sorpassi e battaglie che si contano con le dita di una sola mano. Dopo la pioggia, il flag-to-flag, la variabile-gomme, il passo mostrato nelle prove, adesso può risultar determinante il giro di ricognizione. Chiedere a Casey Stoner, scivolato ancor prima di iniziare la propria gara, offrendo così una vetrina importantissima a Dani Pedrosa, che vince per la seconda volta in tre anni nella “sua” Valencia e conquista il terzo posto di campionato, riconfermando così anche per il 2010 la tabella #3 sul cupolino della propria Honda RC212V.

Alla 31° vittoria nel Motomondiale (secondo pilota in attività), ottava in MotoGP, Pedrosa ha preso il comando alla prima curva senza più lasciarlo, confermandosi imprendibile, quasi imbattibile se parte nel migliore dei modi e riesce a guadagnare un buon margine di vantaggio. Nulla hanno potuto i due piloti Yamaha, con Valentino Rossi che si è preso la seconda posizione davanti a Jorge Lorenzo, soddisfatto comunque di esser riuscito a ottenere ufficialmente il piazzamento di “runner-up” della stagione.

Con la mente rivolta al 2010, con già domani i primi test con nuove moto, piloti e abbinamenti, si è distinto in positivo Ben Spies, molto veloce nel finale riuscendo a recuperare fino alla settima posizione alle spalle del suo futuro compagno di squadra in Yamaha Tech 3 Colin Edwards (4°, complimentandosi pubblicamente andando al box dell’iridato Superbike 2009), Nicky Hayden (5°) e Toni Elias che in sesta piazza conclude la sua prima, lunga parentesi in MotoGP.

Solo ottavo Andrea Dovizioso che, rispetto al compagno di squadra Pedrosa, paga qualcosa come 38″ in 30 giri di gara, seguito da Mika Kallio (“Rookie of the Year”) e Alex De Angelis, decimo. Saluta con il 12° posto la MotoGP James Toseland, così come Chris Vermeulen (16°) e Gabor Talmacsi (17°). Salutiamo anche la MotoGP 2009, con Valentino Rossi Campione del Mondo, Jorge Lorenzo suo vice. Pedrosa terzo davanti a Stoner e la Yamaha che trionfa anche nelle classifiche team e costruttori. Il 2010 è ormai alle porte: anzi, è a meno di 24 ore.

Cronaca di Gara

Colpo di scena al giro di ricognizione: cade Casey Stoner, subito quindi fuori gioco il poleman per un evento a dir poco incredibile. Senza più il vincitore degli ultimi due Gran Premi lo spegnimento del semaforo vede Pedrosa acquisire legittimamente il comando, seguito da Elias e dalle Yamaha di Lorenzo (già matematicamente vice-campione del mondo con il KO di Stoner) e Rossi. I primi giri vedono la coppia vestita dei colori Fiat attaccare e passare Elias, fino al quarto giro quando Lorenzo per una violenta sbacchettata apre le porte a Rossi per la seconda piazza.

Da questo momento si comprendono dinamiche e valori in campo: Pedrosa ha un bel passo, meglio di lui Rossi con Lorenzo che sembra aver qualche difficoltà di troppo a tenere il loro ritmo. In quarta posizione spicca invece Colin Edwards, seguito da Elias, Hayden, De Puniet, Kallio, Melandri con Spies 11°. Da questo momento succede pressochè nulla.

Poche emozioni nella MotoGP a Valencia, con Pedrosa che va in fuga, Dovizioso e Spies che si fanno notare con una serie di bei sorpassi che li collocano in settima e ottava posizione, Marco Melandri che va fuori pista e rientrerà ultimissimo. Finisce sostanzialmente così la gara di Valencia, Pedrosa trionfa su Rossi e Lorenzo, Edwards 4° precede Hayden, Elias e Spies che ottiene un promettente 7° posto.

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy