MotoGP Valencia Gara: Lorenzo vince, Marquez Campione

MotoGP Valencia Gara: Lorenzo vince, Marquez Campione

Gara confusionaria a Valencia con Marquez Campione

Commenta per primo!

Le ha provate tutte, Jorge Lorenzo: generare confusione nei primi giri ricompattando il gruppo di testa, rispondendo colpo-su-colpo ad ogni attacco di Dani Pedrosa per la leadership con sorpassi-e-controsorpassi che faranno discutere persino, ufficialmente, nelle competenti sedi della MotoGP Race Direction. Ha provato a “stuzzicare” così il suo rivale, ha conquistato la vittoria, ma alla fine con il terzo posto sul traguardo Marc Marquez è il nuovo Campione del Mondo MotoGP 2013, all’esordio nella categoria come Kenny Roberts Sr nel 1978, a 20 anni e 266 giorni il più giovane di sempre a centrare quest’impresa. In una corsa al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo vissuta sul filo della tensione (anche per i 104.441 spettatori assiepati sulle tribune dello “stadio” di Cheste), il fenomeno di Cervera entra definitivamente nella leggenda: tri-Campione del Mondo (125cc, Moto2, MotoGP) a soli 20 anni, miglior interprete di una nuova era del motociclismo iniziata con questo successo mondiale. Un trionfo al culmine di una fenomenale stagione 2013, in una gara dove, a più riprese, ha rischiato di vedersi sfuggire questo risultato. Deciso a riaprire i giochi, all’avvio Lorenzo ha provocato un pò di “caos” in pista, soprattutto per una decisa, per certi versi sopra le righe, risposta ad un sorpasso di Pedrosa alla curva “Doohan”. Entrambi finiti fuori traiettoria, Lorenzo dalla seconda posizione ben presto si è riportato al comando proprio a scapito di Marquez, con la maturità giusta per controllare la situazione e, a 5 giri dal termine, cedere anche il secondo posto a Pedrosa. Così si concretizza la 52esima vittoria in carriera nel Motomondiale (31 delle quali in MotoGP, 8 in questa stagione) di Jorge Lorenzo, così Marc Marquez è sul tetto del mondo della specialità in una corsa che, per gli altri partenti, ha avuto ben poco da dire: Valentino Rossi conclude quarto la stagione di ritorno in Yamaha, Alvaro Bautista 5° precede Bradl, Smith, Hayden (8° alla sua ultima presenza in Ducati), Dovizioso e Pirro, Aleix Espargaro conquista la vittoria tra le “CRT” con qualche punticino mondiale per Corti (13°) e Petrucci (14°), chiude 18° Scassa mentre Iannone è finito a terra. Da domani sempre a Valencia i primi test 2014, con un nuovo Campione del Mondo. Cronaca di Gara Davanti a 104.441 spettatori, sul filo della tensione, alle 14:01 in punto scatta l’atto conclusivo del Motomondiale 2013 e del duello Marc Marquez vs Jorge Lorenzo. Allo spegnimento del semaforo parte benissimo Jorge Loenzo, non altrettanto Marquez che si ritrova soltanto in terza posizione alla staccata della prima curva preceduto anche da Pedrosa, via via tutti gli altri con Rossi, Bautista, Smith, Crutchlow, Iannone, Bradl e Hayden a completare la top-10. Senza ulteriori stravolgimenti di classifica va in archivio il primo dei 30 giri previsti, attacca subito Lorenzo in fondo al rettilineo Pedrosa, ma il Campione del Mondo in carica risponde alla “Doohan”: è già bagarre. Lorenzo, Pedrosa, Marquez, ora Bautista, Rossi, Smith e Crutchlow sono racchiusi in un fazzoletto, ripete pertanto al terzo giro Pedrosa la medesima manovra su Lorenzo, ma finisce con l’arrivar lungo alla prima staccata in fono al rettilineo dei box. Lorenzo prova a “tramortire” la gara: tempi molto alti, chiaro intento di invitare alla “bagarre” potenziali alleati nella corsa al titolo. Un tentativo che non riesce a “Porfuera”, propende così per fermare i cronometri sull’1’32″283, ma finisce col vedersi sopravanzare da Pedrosa alla curva 4: immediata la risposta di “Porfuera” alla curva seguente, comprensibile l’obiettivo di dar vita al caos generale in pista. Ad ogni sorpasso di Pedrosa, Lorenzo risponde così: lo fa per due volte consecutive al 7° passaggio, al 10° giro addirittura spinge fuori traiettoria il rivale alla “Doohan” il tutto mentre Cal Crutchlow scivola via. Dani ripartirà 6°, Lorenzo 2° e con Marquez davanti. Prevedibilmente Lorenzo fa di tutto per riconquistare la prima posizione: lo fa giusto quando la direzione gara fa sapere che la precedente manovra su Pedrosa sarà “chiarita” al termine della corsa. Un ulteriore elemento d’interesse in più quando si avvia verso il giro di boa della contesa e Lorenzo decide di scappar via lasciando a 1″2 Marquez, a 2″ Pedrosa che nel frattempo si è riappropriato della terza posizione a scapito di Rossi e Bautista. Qui, di fatto, si chiude la gara. Gli ultimi giri sono vissuti col fiato sospeso, con il defibrillatore a portata di mano, ma con la penna in mano per scrivere la storia: vince Jorge Lorenzo, ma con il terzo posto Marc Marquez (a 5 giri dal termine, senza oppor resistenza, lascerà strada a Pedrosa per la secona posizione) è Campione del Mondo, il più giovane nella storia della classe regina a 20 anni e 266 giorni, l’unico insieme a Kenny Roberts Sr a centrare questa impresa all’esordio. Una nuova era del motociclismo ha ufficialmente inizio. MotoGP World Championship 2013 Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo, Classifica Gara 01- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – 30 giri in 46’10.302 02- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 3.934 03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 7.357 04- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 10.579 05- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 14.965 06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 24.399 07- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 29.043 08- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 39.893 09- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 53.196 10- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP13 – + 1’02.983 11- Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 – + 1’04.197 (CRT) 12- Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’06.826 (CRT) 13- Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1’11.481 (CRT) 14- Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW – + 1’13.643 (CRT) 15- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki – + 1’24.249 (CRT) 16- Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR – + 1’33.010 (CRT) 17- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT) 18- Luca Scassa – Cardion AB Motoracing – ART GP13 – a 1 giro (CRT) 19- Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 – a 1 giro (CRT) 20- Martin Bauer – Remus Racing Team – S&B Suter BMW – a 1 giro (CRT) Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy