MotoGP Test Sepang: tempone di Marquez, Rossi è 2°

MotoGP Test Sepang: tempone di Marquez, Rossi è 2°

Conclusa la prima giornata di test a Sepang

Commenta per primo!

Fermatelo! Proprio quando l’inaugurale giornata di test della MotoGP 2014 al Sepang International Circuit sembrava volgere al termine con una classifica sostanzialmente invariata, Marc Marquez ci ha messo del suo per lanciare un segnale agli avversari e riaffermare il significato di “Campione del Mondo in carica“. Alle 17:19 locali, a 41 minuti dalla chiusura delle attività sul tracciato situato nei pressi di Kuala Lumpur, il fenomeno di Cervera ha messo a segno il classico “tempone“: 2’00″286, comprensibilmente distante (ancora per molto?) dal mostruoso 1’59″607 siglato il 2 febbraio 2012 da Casey Stoner, ma già sotto alla pole record 2012 di Jorge Lorenzo in 2’00″334. Insomma, il pupillo di Emilio Alzamora inizia l’anno nuovo nel migliore dei modi, ma si può dire lo stesso anche per Valentino Rossi. Balzato al comando della graduatoria nella mattinata in 2’01″121, proprio allo scadere a 5 minuti dall’esposizione della bandiera a scacchi il 9 volte Campione del Mondo al 58° dei 61 giri effettuati ha fermati cronometri sul 2’00″804: sotto il muro del 2’01”, primo inseguitore (seppur a mezzo secondo) di Marquez, davanti a Dani Pedrosa (2’00″906) ed al proprio compagno di squadra Jorge Lorenzo (2’01″082). Valentino Rossi I soliti “Fantastici 4” monopolizzano così le prime quattro posizioni con il chiaro intento di riconfermarsi domani, concentrati tutti nello sviluppo delle moto 2014 e già preventivati diversi “long run” a caccia della costanza di rendimento e di responsi fondamentali in materia di gestione dei consumi sulla distanza di gara. Una tematica da non sottovalutare, specie pensando al confronto con le MotoGP dell’inedita classe “Open” già in gran spolvero: Aleix Espargaro, al terzo test con la FTR Yamaha (il primo effettivo con la versione 2014) del Forward Racing, è 7° assoluto a 1″1 dalla vetta preceduto sì dalle altre due Honda RC213V di Alvaro Bautista (GO&FUN Honda Gresini, 5°) e Stefan Bradl (LCR Honda, 6°), ma davanti ad Andrea Iannone 8° ed il miglior Ducatista di giornata. Il pilota vastese si ritrova davanti alle Yamaha M1 Tech 3 di Pol Espargaro (prevedibilmente il miglior “rookie” in graduatoria) e Bradley Smith, così come alla seconda FTR Yamaha Open del Forward Racing condotta da Colin Edwards, sceso in pista soltanto nel pomeriggio, una volta risolti i problemi tecnici accusati nella mattinata. Iannone a parte non vi sono Ducati nella top-10: Andrea Dovizioso è 12° a 2″2, Michele Pirro 13° precede il neo-acquisto Cal Crutchlow (14° a 2″5) e Yonny Hernandez, 15° con la Desmosedici GP13 preparata secondo le specifiche della classe “Open”. Deludono per il momento le aspettative le Honda RCV1000R con Nicky Hayden addirittura a 3″ dalla cima del monitor dei tempi, tanti kilometri (ben 75 giri) per la Suzuki con Randy De Puniet, per il momento 19° scontando 3″6. Domani, alle 10:00 locali (le 3:00 italiane), semaforo verde per la seconda giornata di test al Sepang International Circuit. MotoGP™ World Championship 2014 Test Sepang International Circuit, Classifica 1° Giorno 01- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’00.286 (62 giri) 02- Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.518 (61 giri) 03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.620 (75 giri) 04- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 0.796 (47 giri) 05- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 0.954 (52 giri) 06- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 1.034 (61 giri) 07- Aleix Espargaro – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 1.133 (26 giri) 08- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.252 (44 giri) 09- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.348 (48 giri) 10- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.590 (55 giri) 11- Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Yamaha – + 2.197 (26 giri) 12- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 2.211 (27 giri) 13- Michele Pirro – Ducati Test Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 2.266 (48 giri) 14- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 2.574 (38 giri) 15- Yonny Hernandez – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 2.605 (49 giri) 16- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.840 (35 giri) 17- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 3.033 (56 giri) 18- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 3.042 (51 giri) 19- Randy De Puniet – Suzuki MotoGP Test Team – Suzuki XRH-1 – + 3.607 (75 giri) 20- Kousuke Akiyoshi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 3.981 (64 giri) 21- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 4.145 (48 giri) 22- Hector Barbera – Avintia Blusens – FTR Kawasaki – + 4.636 (44 giri) 23- Mike Di Meglio – Avintia Blusens – FTR Kawasaki – + 5.539 (51 giri) 24- Broc Parkes – Paul Bird Motorport – PBM Aprilia – + 5.603 (40 giri) 25- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 5.784 (14 giri) 26- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 6.469 (41 giri)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy