MotoGP: Test Sepang 1, Lorenzo leader del 2° giorno di prove

MotoGP: Test Sepang 1, Lorenzo leader del 2° giorno di prove

Il più veloce nel time attack davanti a Dovizioso

di Redazione Corsedimoto

Il secondo giorno di Test della MotoGP al Sepang International Circuit va in archivio con Jorge Lorenzo al comando, primo ed unico ad infrangere il muro del 2’00” siglando, alla 19esima delle 56 tornate effettuate, il best lap di giornata in 1’59″963 con soli 52 millesimi di vantaggio rispetto ad Andrea Dovizioso, 183 a scapito del bi-Campione del Mondo in carica. Questa la sintesi di un Day-2, per quanto concerne il ‘time attack’, che di fatto ha espresso i propri verdetti sin dalla mattinata. Terzo ieri senza cercare il tempo a sensazione, presentatosi in Malesia nella “miglior forma fisica di sempre“, il quattro volte Campione del Mondo senza la disponibilità della Bridgestone di mescola ‘morbida’ al posteriore (esclusiva delle Open e Factory con relative concessioni Open come Ducati, Aprilia e Suzuki) ha centrato questo riferimento in due tornate consecutive di livello: un primo giro in 2’00″001, decisivo attacco alla ‘pole’ subito dopo in 1’59″963.

Lorenzo non soltanto comanda la graduatoria dei tempi, ma ha dato prova di un ‘passo’ da rimarcare con la YZR-M1 2015 con ben 13 tornate sul 2’00”. Il maiorchino primeggia e lascia così a 52/1000 Andrea Dovizioso, con l’inedita Ducati Desmosedici GP14.3 in 2’00″015, crono isolato (l’unico effettuato subito nella primissima mattinata nel secondo ‘run’), riuscendo successivamente in soltanto due distinte occasioni non consecutive a piazzare un tempo sotto il 2’01”. Ci ha provato anche Marc Marquez a ripetere il best lap di ieri, ma è rimasto a 0″183 dal connazionale Lorenzo in due tornate di fila su ottimi livelli (2’00″582 – 2’00″146), il tutto in prove comparative tra due differenti specifiche di telaio della propria Honda RC213V.

Domani, nella primissima mattinata, bisognerà pertanto attendersi l’ennesimo tentativo di ‘time attack’ da parte di tutti i ‘big’ della MotoGP compresi Dani Pedrosa (4° e con tre telai a disposizione per prove finalizzate allo sviluppo della RC213V 2015), Andrea Iannone (5° con la seconda GP14.3) e Valentino Rossi, sesto in 2’00″676 accusando 0″713 dal leader e team-mate Lorenzo, vantando (caso più unico che raro) clamorosamente tre tornate in 2’00″900, crono replicato al millesimo in tre distinte occasioni di cui due consecutive.

Restano parte integrante della top-10 anche Pol Espargaro (scivolato alla curva 11 nella conclusiva ora di attività), Cal Crutchlow (con la Honda ‘Factory’ del team LCR), Bradley Smith (Yamaha Tech 3) e Aleix Espargaro con una Suzuki GSX-RR in crescita, mentre tra le ‘Open’ Stefan Bradl e la sua Forward Yamaha hanno la meglio per poco più di 1/10 rispetto alla Ducati Avintia di Hector Barbera. A seguire Danilo Petrucci (GP14 Pramac) è sedicesimo tra un convincente Maverick Vinales (da ‘Rookie’ in evidenza con la Suzuki) e la Aprilia RS-GP15 di Alvaro Bautista, chiude 18° Michele Pirro (collaudatore Ducati, sostituto dell’infortunato Yonny Hernandez su Ducati GP14.2 Pramac), 23° con scivolata Jack Miller, in coda al gruppo Marco Melandri con il 2’04″487 siglato al 3° dei 53 giri effettuati. Domani, dalle 10:00 alle 18:00 locali (3:00 – 11:00 italiane), la terza e conclusiva giornata di test per i piloti titolari della MotoGP che passeranno sabato il testimone ai ‘collaudatori’ per prove Michelin finalizzate alla stagione 2016.

MotoGP™ World Championship 2015
Test Sepang 1, Classifica Day 2

01- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – 1’59.963 (56 giri)
02- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.3 – + 0.052 (54 giri)
03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.183 (67 giri)
04- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.297 (52 giri)
05- Andrea Iannone – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.3 – + 0.428 (54 giri)
06- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.713 (63 giri)
07- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.996 (57 giri)
08- Cal Crutchlow – CWM LCR Honda – Honda RC213V – + 1.095 (62 giri)
09- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.135 (51 giri)
10- Aleix Espargaro – Team Suzuki MotoGP – Suzuki GSX-RR – + 1.381 (55 giri)
11- Stefan Bradl – Forward Racing Team – Forward Yamaha – + 1.521 (49 giri)
12- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.652 (42 giri)
13- Hiroshi Aoyama – HRC Test Team – Honda RC213V – + 1.809 (61 giri)
14- Scott Redding – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 1.881 (52 giri)
15- Maverick Vinales – Team Suzuki MotoGP – Suzuki GSX-RR – + 1.953 (56 giri)
16- Danilo Petrucci – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 1.969 (55 giri)
17- Alvaro Bautista – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP15 – + 2.192 (44 giri)
18- Michele Pirro – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 2.236 (40 giri)
19- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RC213V-RS – + 2.265 (46 giri)
20- Karel Abraham – AB Motoracing – Honda RC213V-RS – + 2.611 (51 giri)
21- Loris Baz – Forward Racing Team – Forward Yamaha – + 2.879 (44 giri)
22- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Test Team – Yamaha YZR M1 – + 2.951 (40 giri)
23- Jack Miller – CWM LCR Honda – Honda RC213V-RS – + 3.120 (57 giri)
24- Eugene Laverty – Drive M7 Aspar – Honda RC213V-RS – + 3.166 (45 giri)
25- Alex De Angelis – Octo Iodaracing Team – ART GP14 – + 3.436 (47 giri)
26- Mike Di Meglio – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 3.646 (52 giri)
27- Takumi Takahashi – HRC Test Team – Honda RC213V – + 3.818 (60 giri)
28- Marco Melandri – Aprilia Racing Team Gresini – Aprilia RS-GP15 – + 4.524 (53 giri)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy