MotoGP: Suzuki sperimenta novità nei Test di Misano

MotoGP: Suzuki sperimenta novità nei Test di Misano

Aleix Espargaro e Maverick Vinales sviluppano novità

Commenta per primo!

Accanto a Repsol Honda e Ducati, il Team Suzuki Ecstar ha preso parte ad una produttiva due-giorni di Test al Misano World Circuit Marco Simoncelli. Con temperature dell’asfalto (completamente nuovo) che hanno superato i 50°, Aleix Espargaro e Maverick Vinales hanno sperimentato nuove soluzioni in termini di ciclistica ed elettronica destinate ad accrescere il livello di competitività delle due Suzuki GSX-RR MotoGP. I progressi, a detta dei piloti e responsabili del progetto, sono stati evidenti, soprattutto in termini di ricerca della trazione ed erogazione della cavalleria di cui dispone la GSX-RR. “Questo test è stato molto importante per tutti noi”, ha ammesso Satoru Terada, Project Leader Suzuki MotoGP. “Questi due giorni di prove ci hanno permesso di provare diversi aspetti della moto che, solitamente, non possiamo verificare nel corso dei weekend di gara. Ci siamo concentrati in particolare sull’affinare la ciclistica per trovare più trazione: entrambi i piloti si sono detti soddisfatti al riguardo, questo senza dubbio è un aspetto positivo. Abbiamo inoltre sperimentato diverse migliorie in termini di elettronica per migliorare il feeling dei piloti con l’erogazione della potenza, anche in questo caso con responsi convincenti. Adesso abbiamo le idee più chiare e confidiamo di sfruttare i riferimenti acquisiti in questa due giorni di prove per migliorarci nella seconda parte della stagione“. Soddisfatto anche Davide Brivio, Team Manager Suzuki Ecstar. “Uno degli aspetti positivi è che i nostri piloti, al termine di queste prove, possono ora andare in vacanza di buonumore. Entrambi hanno lavorato duramente, non hanno lesinato impegno nonostante il gran caldo, migliorando progressivamente il feeling con la moto. Abbiamo analizzato a che punto siamo e, con i riscontri acquisiti, sappiamo dove intervenire da qui in avanti. In particolare abbiamo realizzato un enorme passo avanti nel campo dell’elettronica, ci ripresenteremo in pista dopo la sosta con uno sviluppo mirato per migliorarci ancora“. Se nel Day 1 entrambi i piloti hanno spiccato un ufficioso 1’33″2, nel secondo giorno di prove Maverick Vinales in 1’32″7 è stato il più veloce dei due alfieri del Team Suzuki Ecstar. “E’ stato un test davvero produttivo“, ha ammesso il leader della graduatoria MotoGP Rookies of the Year, 166 giri compiuti nei due giorni di test. “Ci siamo resi conto dove possiamo migliorare e, nel frattempo, abbiamo lavorato in previsione delle prossime gare. Ho compiuto molti giri in configurazione gara a serbatoio pieno e set-up dedicato, il feeling è stato grandioso, mai incontrato prima quest’anno nell’arco della stagione. All’inizio le sensazioni non erano delle migliori, soprattutto in termini di trazione in uscita dalle curve ed in fase di ingresso nelle curve più lente, ma progressivamente siamo riusciti a migliorare la ciclistica con risultato incoraggianti. Adesso abbiamo diverse opzioni di messa a punto che ci torneranno utili su diversi circuiti da qui in avanti. Dopo questo buon test l’ideale sarebbe già correre a Indy perchè con la moto mi sono trovato benissimo! Ben 121 giri compiuti ed un best lap di 1’32″8 invece per Aleix Espargaro, in linea con il più giovane compagno di squadra. “Il gran caldo non ci è stato d’aiuto, ma sono contento dell’esito di questo test. Dopo il Sachsenring per noi era importante ritrovare la fiducia sul davanti e ci siamo riusciti, in particolare nelle curve più lente dove abbiamo faticato nell’ultimo periodo. Abbiamo inoltre realizzato dei progressi nel campo dell’elettronica in funzione-gara, trovando una buona costanza di rendimento con le gomme di mescola più dura a disposizione sebbene non abbiamo effettuato nessun long run o simuluazione di gara. L’aspetto positivo è che siamo riusciti a trovare delle impostazioni di messa a punto che ci torneranno utili per le prossime gare e riscattare il weekend difficile vissuto al Sachsenring“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy