MotoGP Silverstone Qualifiche: Casey Stoner non si batte

MotoGP Silverstone Qualifiche: Casey Stoner non si batte

Ci provano Simoncelli e Lorenzo, Rossi a quasi 4″

Commenta per primo!

Lo studiano gli avversari, cercando di capire quale sia il suo segreto per condurre su tempi impensabili la propria Honda RC212V. Probabilmente non ce ne sono: Casey Stoner va semplicemente forte. Fortissimo, quanto basta per ottenere la 30° pole position nel Motomondiale, 26 nella sola classe regina, 4 conseguite nelle prime 6 prove stagionale. Con il 2’02″020 si è assicurato la partenza al palo per la gara di domani, un riferimento inattaccabile anche per Marco Simoncelli e Jorge Lorenzo, staccati rispettivamente di 188 e 217 millesimi con validi tentativi allo scadere del tempo a disposizione.

Una prima fila decisamente interessante che conferma l’ottimo momento di forma per Marco Simoncelli, addirittura in vantaggio nei confronti di Stoner nei primi tre intertempi, salvo poi perder non meno di 3 decimi nel solo T4 dove l’australiano fa la differenza e, sostanzialmente, quello che vuole in sella. Se Jorge Lorenzo recupera fino alla terza posizione in griglia con un passo-gara (secondo il metodico lavoro all’interno del proprio box Yamaha Factory) da non sottovalutare per domani, la seconda fila premia Ben Spies, Andrea Dovizioso ed il sorprendente Karel Abraham, pilota fin qui bistrattato da tutti o quasi, oggi miglior Ducati in griglia.

Già, perchè per la rossa di Borgo Panigale è una giornata… drammatica: Nicky Hayden 7° battuto dall’esordiente pilota ceco, insieme a Randy De Puniet le uniche Desmosedici GP11 nella top-ten. Disastrosa invece la prestazione di Valentino Rossi, quasi incommentabile: 13° a 3″761 (quasi quattro secondi: un abisso nel motociclismo dei tempi moderni), mediamente su questi valori nel raffronto cronometrico anche sul passo-gara. Senza alcun dubbio la peggior qualifica di sempre per il fenomeno di Tavullia, tralasciando risultati dovuti a cadute nel corso delle prove nel recente passato (17° tempo a Valencia 2007, 18° ad Assen nel 2006, 15° a Valencia nel 2005).

Bisogna tornare ai risultati conseguiti nella stagione d’esordio nella classe 125cc (1997) per trovare risultati simili, con Rossi in quinta fila affiancato da eccellenti delusi come Toni Elias (scivolato) e Loris Capirossi, guadagnando se vogliamo una posizione complice la rovinosa caduta di Cal Crutchlow, KO nei primi minuti rimediando la frattura della clavicola sinistra. Non un periodo fortunato per il team Tech 3 in materia di spalle malandate, anche se Colin Edwards ad una settimana dall’intervento chirurgico (placca e 13 viti inserite) si ritrova in terza fila con l’ottavo tempo: da applausi.

MotoGP World Championship 2011
Silverstone, Classifica Qualifiche

01- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 2’02.020
02- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 0.188
03- Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 0.217
04- Ben Spies – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZR M1 – + 0.657
05- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.192
06- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.131
07- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.284
08- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.488
09- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 2.500
10- Randy De Puniet – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.569
11- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 2.899
12- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 3.144
13- Valentino Rossi – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 3.761
14- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 3.842
15- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 4.236
16- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 5.891

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy