MotoGP Sepang Prove Libere 2: tempone di Pedrosa, segue Stoner

MotoGP Sepang Prove Libere 2: tempone di Pedrosa, segue Stoner

Cinque Honda al comando, Rossi 13° a 2″4

Commenta per primo!

Sepang esalta le caratteristiche della moto più desiderata della top class. Cinque Honda RC212V, le quattro “Factory Spec.” ed una in configurazione “Clienti”, comandano la classifica anche nella seconda sessione di prove libere riconfermando, a grandi linee, valori espressi nella mattinata e nella doppia-tornata di test dello scorso mese di febbraio. Nel poker HRC e tripletta Repsol Honda di testa, sarebbe riduttivo parlare esclusivamente di tematiche prettamente tecniche: il fattore “umano” riporta ai vertici Dani Pedrosa, autore di un sensazionale 2’01″250 viaggiando di media sul 2’01” basso, lasciando a otto decimi il Campione del Mondo MotoGP 2011 Casey Stoner, in difficoltà rispetto al proprio team-mate nell’ultimo settore comprensivo dei velocissimi rettilinei che affiancano l’imponente tribuna centrale.

Ritrovatisi a stretto contatto diretto in pista nell’ultimo passaggio, Pedrosa sembra davvero in formissima per conseguire questo fine settimana la prima affermazione al Sepang International Circuit nella top class dopo due precedenti trionfi tra 125cc (2003) e 250cc (2004). Se Stoner 2° paga 820 millesimi e non ha più nessun interesse di classifica, Andrea Dovizioso per puntare alla top-3 di campionato sarà obbligato a limar parte del 1″4 di svantaggio da un formidabile Pedrosa: missione all’apparenza proibitiva per il futuro pilota del team Yamaha Tech 3.

A completare la “cinquina” Honda sono stati estratti i numeri 58 e 7 rispettivamente di Marco Simoncelli (4° a 1″5) e Hiroshi Aoyama, buon quinto alla sua penultima presenza in MotoGP prima di trasferirsi nel Mondiale Superbike con il team Ten Kate. Se la superiorità tecnica Honda non lascia spazio ad altre interpretazioni, il primo inseguitore risponde al nome di Colin Edwards, designato a correre con la Suter-BMW CRT del Forward Racing nel 2012, per il momento 6° in sella alla Yamaha Tech 3 lasciandosi alle spalle la Suzuki di Alvaro Bautista, Randy De Puniet miglior Ducatista in classifica e un acciaccato Ben Spies in nona piazza.

Capitolo Ducati. Se RDP è ottavo, sorprende ritrovare Karel Abraham in 10° piazza davanti alle Desmosedici ufficiali: Nicky Hayden nonostante un “dritto” è 11° con la GP11.1 “Carbon”, Valentino Rossi viene preceduto anche da Loris Capirossi ritrovandosi 13° con la D16 dotata del semitelaio anteriore in alluminio scontando 2″4 di svantaggio dalla vetta quando, nei test invernali, il distacco restava nell’ordine di 1″ e poco più. “Sprofondo Rosso”, qualche difficoltà anche per le due novità del weekend: il vice-campione British Superbike 2011 (ha perso il titolo per 2 punti e 6 millesimi!) John Hopkins è 14°, ultimo a 4″7 dalla vetta il bi-campione All Japan Superbike nonchè tester Yamaha MotoGP Katsuyuki Nakasuga, sostituto di Jorge Lorenzo, a terra così come nella mattinata per una scivolata alla curva 13.

MotoGP World Championship 2011
Sepang, Classifica Prove Libere 2

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 2’01.250
02- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.820
03- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 1.414
04- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.573
05- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.701
06- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.741
07- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.873
08- Randy De Puniet – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.909
09- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 2.062
10- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.068
11- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 2.195
12- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.345
13- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 2.427
14- John Hopkins – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 2.635
15- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.651
16- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.821
17- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 3.353
18- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 4.746

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy