MotoGP Sepang Prove Libere 1: volano Pedrosa e le Honda

MotoGP Sepang Prove Libere 1: volano Pedrosa e le Honda

Poker HRC nelle prime posizioni, Rossi chiude 10° a 2″3

Commenta per primo!

Con nuvoloni minacciosi a sovrastare il Sepang International Circuit è iniziato il Gran Premio di Malesia 2011 per la MotoGP. Con Casey Stoner già Campione del Mondo e Jorge Lorenzo costretto alla resa per infortunio, i 18 piloti della top class sono scesi in pista evidenziando una netta supremazia tecnica di casa Honda: tripletta Repsol, poker HRC al comando della classifica dei tempi, lontani sì dai primati “monstre” dei test invernali, ma particolarmente interessanti. Il più veloce di questa inaugurale sessione di attività risulta così Dani Pedrosa, abile a scendere sino al 2’01″916, lasciando a 6 decimi il Campione del Mondo Casey Stoner ed il rivale per la terza posizione di campionato Andrea Dovizioso.

Se la formazione ufficiale Repsol Honda festeggia una “tripletta” quasi a replicare quanto mostrato nella doppia sessione di test proprio a Sepang dello scorso mese di febbraio, Marco Simoncelli completa il poker di RC212V “Factory Spec.” con il quarto riferimento cronometrico seguito da un Alvaro Bautista velocissimo con la Suzuki, il tutto in attesa di scoprire qualcosa di più sui programmi 2012 (1000 o non 1000, un pilota o due in squadra?).

Con Lorenzo fuori gioco, un acciaccato Ben Spies allo scadere si colloca in 6° posizione davanti a Randy De Puniet, 7° e miglior Ducatista (con vantaggio), e Colin Edwards 8° (confermato: nel 2012 in MotoGP con la Suter-BMW CRT del Forward Racing). Inevitabile aprire una parentesi sulla situazione in Ducati: Valentino Rossi sul tracciato dove vinse la sua ultima gara in MotoGP è 10°, ma sconta 2″3 dalla vetta con la Ducati Desmosedici GP11.1 dotata del semitelaio anteriore in alluminio, soltanto 65 meglio di Karel Abraham; peggio va a Nicky Hayden, 12° a 2″5 con la GP11.1 “in carbonio”, subito davanti a Loris Capirossi mentre Hector Barbera, al rientro dopo la frattura alla clavicola destra rimediata a Motegi, è ultimo con soli 5 giri all’attivo.

Capitolo “novità”: John Hopkins, alla terza presenza stagionale con Rizla Suzuki e tuttora “scottato” dalla sconfitta nel British Superbike (2° per soli 2 punti e… 6 millesimi!), chiude 14° a 2″6. Non tanto distante il bi-campione All Japan Superbike Katsuyuki Nakasuga, tester Yamaha MotoGP e sostituto per l’occasione di Jorge Lorenzo, che dopo un convincente avvio si ritrova in 16° e penultima posizione a 3″4 dalla vetta con una scivolata al passivo rimediata a metà turno all’altezza dell’ultima curva.

MotoGP World Championship 2011
Sepang, Classifica Prove Libere 1

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – 2’01.916
02- Casey Stoner – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.641
03- Andrea Doviziosos – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.674
04- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.395
05- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.642
06- Ben Spies – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1 – + 1.670
07- Randy De Puniet – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 1.844
08- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.862
09- Hiroshi Aoyama – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.992
10- Valentino Rossi – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 2.364
11- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.429
12- Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP11.1 – + 2.558
13- Loris Capirossi – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 2.605
14- John Hopkins – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 2.693
15- Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 2.750
16- Toni Elias – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 3.474
17- Hector Barbera – Mapfre Aspar Team – Ducati Desmosedici GP11 – + 4.283

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy