MotoGP Sepang Prove Libere 1: lotta tra Lorenzo e Stoner

MotoGP Sepang Prove Libere 1: lotta tra Lorenzo e Stoner

Quarto Valentino Rossi preceduto da Dani Pedrosa

Commenta per primo!

Se la tematica delle ultime gare viene confermata anche a Sepang, Jorge Lorenzo può esser fiducioso. Miglior tempo per il pilota della Yamaha nella prima sessione di prove libere in 2’02″180, ma anche, come si suol dire, un ottimo “passo” che in prospettiva gara può render “Porfuera” tra i potenziali favoriti per la vittoria. Può non bastare per tenere aperti i giochi rinviando tutto a Valencia, ma per il momento Lorenzo può abbozzare un sorriso (anche se difficile in un momento come questo, ripensando a Phillip Island) se non altro per esser riuscito nella missione di portarsi davanti a tutti.

Quasi un’impresa, perchè alle sue spalle a 64/1000 c’è Casey Stoner, davvero velocissimo confermando i tempi dei test invernali (si è quasi vicini ai riferimenti record della pista, il che è tutto dire) e l’ottimo momento… sì, di forma, come testimoniato dalla ritrovata vittoria in casa a Phillip Island. Il Ducatista che ha fatto più punti di tutti al suo ritorno in azione sembra già duellare con Lorenzo, mentre risulta più staccato Dani Pedrosa, terzo a 578/1000 dalla vetta.

Valentino Rossi? Quarto tempo, quasi 7/10 dal compagno di squadra ma, a quanto si può notare dalla sua gestualità ai box, non particolarmente preoccupato del distacco. Abituato anno dopo anno a ribaltare la situazione ed i valori in campo turno dopo turno, Rossi penserà a questa gara dove, per sua stessa ammissione, ha un solo obiettivo: chiudere la pratica-campionato e festeggiare il nono mondiale, con già i preparativi organizzati dalla propria squadra e fans club.

Dopo i “Fantastici 4”, la classifica “degli altri” è comandata da Andrea Dovizioso, quinto partendo meglio rispetto alle ultime occasioni con la Honda “Laboratorio” dotata del pacchetto Ohlins. Ultimo a stare sotto il 1″ di svantaggio da Lorenzo, il forlivese ha preceduto Loris Capirossi con una Suzuki che a Sepang va sempre bene e sembra tutt’altra moto rispetto a Phillip Island, confermato dal decimo tempo di Vermeulen. Nella top ten si scrutano i numeri #24 di Elias, #69 di Hayden e #5 di Edwards, non la ballerina Kawasaki di Melandri 12° preceduto anche da Alex De Angelis.

In fondo al gruppo Aleix Espargaro, di ritorno sostituendo il malconcio Niccolò Canepa, lontano e battuto anche dalla Honda Scot di Gabor Talmacsi e James Toseland, terz’ultimo in un circuito dove, è più di un’ipotesi, ha compromesso la propria stagione per un brutto volo nei test invernali. Dalla prossima settimana potrà già pensare al ritorno in Superbike con il primo test con la Yamaha YZF R1 ufficiale a Portimao in programma per la giornata di martedì.

MotoGP World Championship 2009
Sepang, Classifica Prove Libere 1

01- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 2’02.180
02- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 0.064
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.578
04- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.684
05- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.962
06- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.073
07- Toni Elias – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.114
08- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.246
09- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.559
10- Chris Vermeulen – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.583
11- Mika Kallio – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 1.605
12- Alex De Angelis – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.862
13- Marco Melandri – Hayate Racing Team – Kawasaki ZX-RR – + 2.094
14- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 2.484
15- James Toseland – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 3.038
16- Gabor Talmacsi – Scot Racing Team MotoGP – Honda RC212V – + 3.109
17- Aleix Espargaro – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP9 – + 3.156

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy