MotoGP Sepang Prove 3: Pedrosa 1°, volo di Pol Espargaro

MotoGP Sepang Prove 3: Pedrosa 1°, volo di Pol Espargaro

Brutta caduta per Polyccio al termine della FP3

Commenta per primo!

Sette piloti sotto il muro del 2’01”, uno degli attesi protagonisti in infermeria. Con Dani Pedrosa in 2’00″454 confermatosi il più veloce in pista con un gran crono in uno dei primissimi giri effettuati, di fatto la terza sessione di prove libere della MotoGP al Sepang International Circuit si è conclusa anzitempo per un violento highside con sfortunato protagonista Pol Espargaro. Fino a quel momento ampiamente tra i 10 piloti ammessi di diritto al decisivo ‘Q2’ delle qualifiche ufficiali nonostante una precedente scivolata alla curva 4, il Campione del Mondo Moto2 in carica ha vissuto un finale di FP3 da dimenticare: inizialmente con la propria M1 che mostrava una fumata sospetta al posteriore (segnalata tra l’altro allo stesso ‘Polyccio’ da Scott Redding), successivamente per un brutto highside all’ingresso della ‘Pangkor Laut Chicane’ con ogni probabilità causato proprio da questo inconveniente tecnico.

Immediata da parte della Race Direction l’interruzione con bandiera rossa del turno a 2’26” dal termine, ripreso dopo una breve sosta e con il portacolori Yamaha Tech 3 al centro medico per tutti gli accertamenti del caso. Un brutto colpo per l’originario di Granollers, protagonista mancato alla ripresa delle ostilità con soltanto un giro a disposizione dei piloti per garantirsi un posto nel ‘Q2’: non un problema per Pedrosa, leader sin dall’avvio in 2’00″454 a precedere Jorge Lorenzo (tornato in pista solo per effettuare una prova di partenza) e Marc Marquez, secondo e terzo distanzati rispettivamente di 165 e 209 millesimi.

Con un giro da ‘Superpole’ sfruttando la disponibilità della Bridgestone di mescola ‘morbida’ (esclusiva dei piloti Open e Ducati), allo scadere Andrea Dovizioso si è collocato in quarta posizione seguito nell’ordine da Stefan Bradl, un ottimo Cal Crutchlow e Valentino Rossi (7° a 0″447), l’ultimo tra i piloti sotto al 2’01”. Nel novero dei 10 qualificatisi per il ‘Q2’ non mancano nemmeno Aleix Espargaro (con il 2’01″393 siglato ieri), Bradley Smith e lo stesso Pol Espargaro, ma con tanti esclusi eccellenti che renderanno avvincente il ‘Q1’: Yonny Hernandez, Alvaro Bautista, tutta la pattuglia di Honda ‘Open’, Alex De Angelis e Danilo Petrucci (19° e 20° nella ‘combinata’) più Andrea Iannone.

Il vastese è sceso in pista senza antidolorifici soltanto per verificare le sue condizioni dopo la caduta (e conseguente contatto con Marquez), percorrendo un paio di giri rimandando alla FP4 il ritorno in sella con le due Ducati Desmosedici GP14.2 a disposizione al box Pramac Racing.

MotoGP™ World Championship 2015
Sepang International Circuit, Classifica Prove Libere 3

01- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – 2’00.454 (Factory)
02- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.165 (Factory)
03- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.209 (Factory)
04- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 0.316 (Factory) *
05- Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V – + 0.412 (Factory)
06- Cal Crutchlow – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP14 – + 0.416 (Factory) *
07- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.447 (Factory)
08- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.972 (Factory)
09- Aleix Espargaro – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 1.044 (Open)
10- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.431 (Factory)
11- Yonny Hernandez – Energy T.I. Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13 – + 1.559 (Factory) *
12- Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V – + 1.651 (Factory)
13- Hiroshi Aoyama – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 1.906 (Open)
14- Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – Honda RCV1000R – + 2.127 (Open)
15- Nicky Hayden – Drive M7 Aspar – Honda RCV1000R – + 3.022 (Open)
16- Scott Redding – GO&FUN Honda Gresini – Honda RCV1000R – + 3.144 (Open)
17- Alex De Angelis – NGM Forward Racing – Forward Yamaha – + 3.200 (Open)
18- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14 – + 3.271 (Open)
19- Danilo Petrucci – Octo IodaRacing Team – ART GP14 – + 3.510 (Open)
20- Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 3.632 (Open)
21- Mike Di Meglio – Avintia Racing – Avintia GP14 – + 3.869 (Open)
22- Broc Parkes – Paul Bird Motorsport – PBM Aprilia – + 5.442 (Open)
23- Andrea Iannone – Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 6.173 (Factory) *

* Le Ducati iscritte come “Factory” con concessioni “Open” (serbatoio 24 litri, 12 motori a stagione)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy