MotoGP Sachsenring Qualifiche: Lorenzo, pole… infuocata!

MotoGP Sachsenring Qualifiche: Lorenzo, pole… infuocata!

Batte Stoner e Pedrosa, Rossi è in seconda fila

Commenta per primo!

Fuoco e fiamme per la pole position, la quarta stagionale e consecutiva (39° in carriera, 13 delle quali in MotoGP), di Jorge Lorenzo al Sachsenring. A 25 minuti dal termine l’esplosione, nel senso letterale del termine, del propulsore ai limiti del kilometraggio della propria Yamaha l’ha costretto a fermarsi: l’olio in pista nei pressi della prima curva (la “Coca Cola Kurve”) ha tratto in inganno Ben Spies e Randy De Puniet, con quest’ultimo arrivato a sbattere con la caviglia destra sulla M1 dell’iridato Superbike in carica, costretto ad interrompere in anticipo le prove con il 7° tempo.

Imposizione della bandiera rossa, ripartenza alle 14:50 con Lorenzo che è riuscito comunque a costruire la pole beffando per soli 24 millesimi Casey Stoner, in forma con una Ducati Desmosedici GP10 che ha messo… le ali. La prima fila, compresa in meno di 2 decimi di secondo, premia anche Dani Pedrosa, ma non Valentino Rossi, quinto in griglia a mezzo secondo dal team-mate in Fiat Yamaha.

Rossi ha girato, e molto, nell’ora a disposizione, mostrando un passo altalenante con prospettive da top-5, obiettivo prefissato dal campionissimo di Tavullia alla vigilia della gara che segna il suo rientro a 43 giorni dal brutale infortunio del Mugello. Valentino si ritrova con un Lorenzo velocissimo sul passo, Stoner e Pedrosa poco staccati, ma anche Andrea Dovizioso al quarto posto ad aprire la seconda fila.

Le sorprese arrivano da Hector Barbera, addirittura 6° risolvendo i problemi all’anteriore della propria Ducati: in questo senso resta inspiegabile il 15° crono di Nicky Hayden, terzo ieri con un buon feeling. Tra i primi 10 ritroviamo anche Randy De Puniet, 7° nonostante l’incolpevole caduta, e la coppia Honda Gresini composta da Marco Simoncelli (8°) e Marco Melandri (10°). Nessuna gioia per Loris Capirossi che scatterà dal fondo con Alex De Angelis, caduto al “Waterfall” a 4 minuti dalla bandiera a scacchi, non riuscendo a migliorarsi al debutto con la RCV orfana di Aoyama del team Interwetten Honda. In uno schieramento racchiuso in 1″6 è già un buon risultato, specie con quel terzetto là davanti (Lorenzo in primis).

MotoGP World Championship 2010
Sachsenring, Classifica Qualifiche

01- Jorge Lorenzo – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – 1’21.817
02- Casey Stoner – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.024
03- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.131
04- Andrea Dovizioso – Repsol Honda Team – Honda RC212V – + 0.446
05- Valentino Rossi – Fiat Yamaha Team – Yamaha YZR M1 – + 0.578
06- Hector Barbera – Paginas Amarillas Aspar – Ducati Desmosedici GP10 – + 0.637
07- Randy De Puniet – LCR Honda MotoGP – Honda RC212V – + 0.793
08- Marco Simoncelli – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 0.807
09- Aleix Espargaro – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.093
10- Marco Melandri – San Carlo Honda Gresini – Honda RC212V – + 1.100
11- Mika Kallio – Pramac Racing Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.144
12- Colin Edwards – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.209
13- Ben Spies – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.211
14- Loris Capirossi – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.223
15- Nicky Hayden – Ducati Marlboro Team – Ducati Desmosedici GP10 – + 1.273
16- Alvaro Bautista – Rizla Suzuki MotoGP – Suzuki GSV-R – + 1.376
17- Alex De Angelis – Interwetten Honda MotoGP – Honda RC212V – + 1.698

Alessio Piana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy