MotoGP: Randy De Puniet “Voglio correre a Brno”

MotoGP: Randy De Puniet “Voglio correre a Brno”

Punta al rientro in pista dopo un mese dall’infortunio

di Redazione Corsedimoto

Ha un obiettivo Randy De Puniet: battere Valentino Rossi. Magari anche in pista, ma nel frattempo punta a vincere il confronto riguardante le tempistiche di recupero dalla frattura di tibia e perone della gamba sinistra. Caduto rovinosamente al Sachsenring, RDP ha già iniziato il programma di riabilitazione con trattamenti nella camera iberbarica e tanta voglia di correre a Brno il prossimo 15 agosto, meno di un mese dall’infortunio… “Era la prima volta dal mio debutto che seguivo un GP (quello di Laguna Seca, ndr) in TV e non è stato facile ma nello stesso tempo ho avuto la possibilità di riposarmi un pò“, spiega il pilota LCR Honda. “Un paio di giorni dopo l’intervento ho lasciato l’ospedale in Germania ed ho iniziato i trattamenti nella Camera Iperbarica all’Ospedale Saint Marguerite a Marsiglia seguito dallo staff del Dottor Mathieu Coulange. Questa macchina aumenta la pressione e il livello di ossigeno in modo da velocizzare la riparazione dei tessuti del corpo. Poi mi sono spostato a Cannes per proseguire la riabilitazione iniziando delle sedute di ultrasuoni che servono a rafforzare le ossa. Infine Lunedì sono tornato a casa ad Andorra ed ho continuato con gli ultrasuoni in casa attraverso un apparecchio domestico e ho finalmente cominciato a fare sport. Tutti i giorni vado in palestra a fare bici e alleno la parte alta del corpo con esercizi specifici ed elastici. I dottori rimangono sempre stupiti dalla rapidità con la quale sto recuperando le forze e sinceramente sono sbalordito anche io! Ogni giorno che passa uso sempre meno le stampelle. Spero vivamente di poter scendere in pista a Brno… tuttavia la decisione finale spetterà al Medico del circuito e al Dottor Costa che esamineranno la mia gamba e le mie condizioni globali Giovedì prossimo“. Prima della caduta del Sachsenring Randy De Puniet era risultato il miglior pilota “indipendente” della MotoGP rendendo pieno merito al lavoro svolto dal team LCR Honda di Lucio Cecchinello.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy