MotoGP: presentato a Venezia il team Iodaracing Project

MotoGP: presentato a Venezia il team Iodaracing Project

La Ioda TR003 CRT affidata a Danilo Petrucci

di Redazione Corsedimoto

Al Casinò di Venezia sul Canal Grande il team CAME Iodaracing Project ha presentato ufficialmente la propria squadra attesa al via quest’anno nel Motomondiale nelle classi MotoGP e Moto2, per un progetto 100 % “Made in Italy”. Nella top class la formazione di Giampiero Sacchi ha sviluppato, su base Aprilia, una propria CRT ribattezzata “Ioda TR003”, contraddistinta da un inedito telaio in traliccio di tubi, affidata al campione italiano Superstock 1000 in carica (“runner-up” della FIM Cup) Danilo Petrucci, subito protagonista nei recenti test disputati a Jerez de la Frontera.

A poco più di un anno e mezzo dalla sua fondazione Iodaracing partecipa a tutte le tre categorie del Motomondiale con due progetti, la CRT e la Moto3 completamente realizzati in casa“, ha dichiarato Giampiero Sacchi, titolare di Iodaracing Project. “Affrontiamo questa sfida consci delle difficoltà tecniche, ma certi che il team di professionisti, capeggiati da Giovanni Sandi, Paolo Biasio e Roberto Papetti, saprà far crescere le nostre moto. Al Gruppo Came va il mio più sentito ringraziamento per la fiducia che ci è stata concessa. Possono stare certi che i componenti di Iodaracing metteranno tutta la loro passione e professionalità per la riuscita di questo progetto tanto difficile quanto avvincente.

All’esordio nel Motomondiale, Danilo Petrucci avrà l’onere e onore di portare all’esordio in gara nella MotoGP la Ioda TR003, cercando nel prossimo biennio di ben figurare tra i piloti iscritti alla classe “CRT”, vantando un curriculum di tutto rispetto con vittorie e podi tra Superstock 600, Superstock 1000, CIV Superbike, vestendo i colori delle Fiamme Oro della Polizia di Stato dopo aver rappresentato il Team Italia FMI nella stagione 2011.

E’ una grande soddisfazione esordire in MotoGP a 21 anni ed anche un bell’onere farlo con una moto completamente nuova“, ha ammesso il pilota di Terni, collaudatore per conto di Ducati della nuova 1199 Panigale lo scorso anno. “Ho una squadra di primissimo livello e lo ha dimostrato già dal primo test e questo mi fa stare molto più tranquillo nell’affrontare i primi impegni ufficiali. L’obbiettivo è quello di stare con i primi delle CRT, stiamo lavorando dando tutti il massimo e sicuramente avremo il massimo del risultato in tempi brevi.

Iodaracing Project potrà contare sull’apporto del nuovo main sponsor CAME, leader nei sistemi di automazione, nuovo partner anche di Dorna Sports nel Motomondiale. Oltre alla MotoGP, come detto IRP punterà al titolo nella classe Moto2 con una FTR Moto M212 affidata a Simone Corsi, senza scordarci dell’impegno in Moto3 al seguito di Luigi Morciano (Ioda Team Italia) con la Ioda TR003 su base EMIR, progetto sviluppato su base Ioda TR002 vittoriosa lo scorso anno nel “Challenge Moto3” nell’ambito del Campionato Italiano Velocitò.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy